Matelica, 11.04.1944

(Macerata - Marche)

Matelica, 11.04.1944

Matelica, 11.04.1944
Descrizione

Località Matelica, Matelica, Macerata, Marche

Data 11 aprile 1944

Matrice strage Nazista

Numero vittime 1

Numero vittime uomini 1

Numero vittime uomini adulti 1

Descrizione: Il partigiano Umberto Sciamanna, del gruppo Eremita, cugino di Giovanni Sciamanna che era rimasto ucciso nel corso dell’azione di guerra contro il segretario del fascio di Matelica, fu sorpreso e arrestato il 5 aprile 1944 nei pressi dei giardini pubblici insieme ad Aladino Spitoni di Esanatoglia. Durante il tragitto verso la caserma dei carabinieri, lungo il corso cittadino, tentò di fuggire in un vicolo, ma venne bloccato con dei colpi d’arma da fuoco, rimanendo ferito e sanguinante. Il fatto capitò a ridosso delle feste di Pasqua e pertanto decisero di farlo restare in carcere aspettando che le festività passassero. Infine la mattina dell’11 aprile fu condotto al cimitero dove venne fucilato da un plotone fascista. Lo assistette negli ultimi attimi di vita don Mellito Papi che ricorda: «Con i capelli dritti come fusi, occhi sbarrati, la bocca aperta impossibilitata di pronunciare un verbo, testa tremolante dal terrore… Era sua una barella con una gamba a pezzi […]» (Tollime Pipa 2004, p. 64)

Modalità di uccisione: fucilazione

Tipo di massacro: rastrellamento

Scheda compilata da Chiara Donati
Scarica la scheda in formato .pdf
Le schede monografiche in formato .pdf sono coperte da diritto d'autore.
Ogni uso improprio o non consentito è punibile ai sensi di legge

Ultimo aggiornamento dei dati: 2015-07-12 16:31:17

Vittime

Elenco vittime

Sciamanna Umberto, n. 16/05/1910 a Matelica, paternità Arcangelo, qualifica di Partigiano comb. Caduto, gruppo Cingoli (25/09/1943 – 11/04/1944).

Elenco vittime partigiani 1

Sciamanna Umberto

Responsabili o presunti responsabili

Elenco reparti responsabili


Memorie
Bibliografia


Igino Colonnelli, Antifascismo e Resistenza a Matelica e dintorni. Protagonisti, storia, società, Anpi Matelica e Centro studi “Don Enrico Pocognoni”, Matelica 2012.
Comitato di Braccano (a cura di), La Resistenza in Braccano di Matelica: 8 settembre 1943-24 marzo 1944, stampa, San Severino Marche 1968.
Comune di Matelica (a cura di), La Resistenza a Matelica e i fatti di Braccano 1943-1944, stampa, Matelica 1984.
Franco Giustolisi, L'armadio della vergogna, BEAT, Roma 2011, p. 225.
Tollime Pipa (don Mellito Papi), La notte non spegne il sole, La Monastica, Casamari (FR) 2004.

Sitografia


www.storiamarche900.it/main?p=storia_territorio_matelica
www.storiamarche900.it/main?p=storia_territorio_braccano

Fonti archivistiche

Fonti

Archivio Centrale dello Stato, Fondo Ricompart - Ufficio per il servizio riconoscimento qualifiche e per le ricompense ai partigiani, Marche, schedario e pratica n. 165.
Archivio dell’istituto per la Storia della Resistenza e dell’Età Contemporanea di Macerata, fondo ANPI di Macerata, serie Comuni della Provincia, “Matelica 1965-1984”, b. 2, f. 17.
Archivio dell’Ufficio Storico dello Stato Maggiore dell’Esercito, N 1/11, b. 2132.
Procura Generale Militare Roma, n. registro generale 1176, CPI, f. 22/188.