Moie, Maiolati Spontini, 12-14.07.1944

(Ancona - Marche)

Moie, Maiolati Spontini, 12-14.07.1944

Moie, Maiolati Spontini, 12-14.07.1944
Descrizione

Località Moie, Maiolati Spontini, Maiolati Spontini, Ancona, Marche

Data 12 luglio 1944 - 14 luglio 1944

Matrice strage Nazista

Numero vittime 2

Numero vittime uomini 2

Numero vittime uomini adulti 2

Descrizione: Emigrato nel 1939 a Roma, dopo lo scoppio della guerra Augusto Chiorri tornò a Serra San Quirico, dove cominciò a tenere i contatti con il gruppo di partigiani locali. Grazie alla conoscenza del tedesco, svolgeva la funzione di interprete e questo gli permetteva di passare sempre con anticipo preziose informazioni al gruppo partigiano. Proprio questo doppio ruolo gli costerà la vita. All’inizio dell’estate 1944 a Serra era stato catturato un tedesco che veniva tenuto prigioniero presso una casa in cima al monte Murano. Chiorri una sera si recò presso questa abitazione per scambiare delle informazioni con i partigiani e venne visto dal prigioniero che, dopo pochi giorni, riuscì a liberarsi e a raggiungere il proprio comando. Il soldato tedesco aveva visto in faccia numerosi partecipanti alla resistenza. Il 12 luglio fu organizzato un grosso rastrellamento: furono chiusi tutti gli accessi al paese e gli abitanti fatti confluire nella piazza. Il tedesco, nascosto all’interno di un camion, indicava al tenente quali fossero i partigiani. Ventitre persone furono fatte salire su di un camion e portate nella vicina frazione di Moie, dove c’era il comando tedesco. Fu qui che venne giustiziato, dopo sevizie e torture Augusto Chiorri.
Il suo corpo venne esposto per giorni insieme a quello di Libero Leonardi, militante comunista e antifascista attivo durante la dittatura, era entrato nelle fila della resistenza come commissario politico. Catturato il 4 luglio del 1944 nel corso di un rastrellamento a Serra San Quirico, Leonardi fu riconosciuto da un soldato tedesco, che poche settimane prima aveva salvato dalla fucilazione. Rinchiuso nell'ufficio postale di Moie, Leonardi vi fu torturato per dieci giorni, nel tentativo di estorcergli notizie sulle formazioni partigiane, ma non tradì i suoi compagni.
Fu sepolto nel cimitero di Serra San Quirico ma in un secondo momento, nell’ottobre del 1944, le sue spoglie furono trasferito a Jesi.

Modalità di uccisione: fucilazione

Violenze connesse: sevizie-torture

Trattamento dei cadaveri: Esposizione dei cadaveri

Tipo di massacro: rastrellamento

Scheda compilata da Chiara Donati
Scarica la scheda in formato .pdf
Le schede monografiche in formato .pdf sono coperte da diritto d'autore.
Ogni uso improprio o non consentito è punibile ai sensi di legge

Ultimo aggiornamento dei dati: 2015-07-12 16:10:24

Vittime

Elenco vittime

Chiorri Augusto, n. 09/12/1902 a Serra San Quirico, paternità Federico, qualifica variazione da Caduto per rappresaglia a Partigiano caduto, Cln Serra San Quirico (10/10/1943 – 12/07/1944), grado Comandante distaccamento 6° divisione Ancona – Sotto tenente, riconosciutagli il 21/05/1946 ad Ancona.

Leonardi Libero, n. 04/08/1904 a Jesi, paternità Aurelio, qualifica di Partigiano caduto, Lupi di Serra (09/11/1943 – 14/07/1944), grado Capitano, riconosciutagli il 07/02/1946 ad Ancona.

Elenco vittime partigiani 2

Chiorri Augusto
Leonardi Libero

Responsabili o presunti responsabili

Elenco reparti responsabili


Memorie

Memorie legate a questa strage

  • commemorazione a

    Tipo di memoria: commemorazione

    Descrizione: Dal 2004 Leonardi è ricordato in una pièce teatrale Alla macchia (storia di Libero, Francesco, Ivo, Eraclio e...) che, con testo e regia di Gianfranco Frelli, è rappresentata in molti Comuni delle Marche in occasione dell\'anniversario della Liberazione.

  • onorificenza alla persona a Maiolati Spontini

    Tipo di memoria: onorificenza alla persona

    Ubicazione: Maiolati Spontini

    Anno di realizzazione: 2006

    Descrizione: Nel 2006, nella ricorrenza del 25 Aprile, il Comune di Maiolati Spontini ha concesso la cittadinanza onoraria a Leonardi e a Chiorri.

  • onorificenza alla persona a

    Tipo di memoria: onorificenza alla persona

    Anno di realizzazione: 1968

    Descrizione: Nel 1968 il Presidente della Repubblica ha decretato la Medaglia d\'Oro al Valor Militare a Libero Leonardi, definito “Partigiano entusiasta, coraggioso combattente e capace organizzatore”.

  • luogo della memoria a Serra san Quirico

    Tipo di memoria: luogo della memoria

    Ubicazione: Serra san Quirico

    Descrizione: A Augusto Chiorri è stato intitolato uno spiazzo a Serra San Quirico.

  • luogo della memoria a Roma

    Tipo di memoria: luogo della memoria

    Ubicazione: Roma

    Descrizione: A Libero Leonardi è stata intitolata una strada a Roma

  • luogo della memoria a Jesi

    Tipo di memoria: luogo della memoria

    Ubicazione: Jesi

    Descrizione: A Libero Leonardi è stata intitolata una strada nella sua città natale

  • monumento a Maiolati Spontini, luogo uccisione

    Tipo di memoria: monumento

    Ubicazione: Maiolati Spontini, luogo uccisione

    Anno di realizzazione: 2005

    Descrizione: Sul luogo dell\'esecuzione fu collocata una lapide che, nel 2005, è stata sostituita da un monumento, progettato dall\'architetto Marco Battistelli.

Bibliografia


Istituto comprensivo “Carlo Urbani”, 60 anni dopo: la Liberazione vista con gli occhi dei bambini, Jesi 2005.
Comitato comunale per le celebrazioni del 50° anniversario della Liberazione (a cura di), Pagine di guerra e di speranza, Amministrazione Comunale, Serra San Quirico stampa 1995.
Lorenzo Campanelli, I luoghi della memoria. La resistenza nell’anconetano. Monumenti e lapidi 1944-2002, affinità elettive, Ancona 2005, pp. 84-85.
Giuseppe Luconi, L’anno più lungo (25 luglio 1943 - 20 luglio 1944), Jesi e la sua valle, Jesi 1975.

Fonti a stampa:
Marco Palmolella, La Liberazione di Majolati Spontini in «Il Comune di Maiolati Spontini», n. 2, 1995, p. 14.

Sitografia


www.anpi.it/donne-e-uomini/libero-leonardi/

Fonti archivistiche

Fonti

Archivio Centrale dello Stato, Fondo Ricompart - Ufficio per il servizio riconoscimento qualifiche e per le ricompense ai partigiani, Marche, schedario e pratica
n. 23 (Libero Leonardi), trasmessa al Distretto militare di Ancona 05/01/1960.
n. 491 (Augusto Chiorri), trasmessa al Distretto militare di Ancona 05/01/1960.
ASC Jesi, 1944, IV-6-III.
Archivio dell’Ufficio Storico dello Stato Maggiore dell’Esercito, N 1/11, b. 2132.