FOSDONDO, CORREGGIO, 25.01.1945

(Reggio Emilia - Emilia-Romagna)

FOSDONDO, CORREGGIO, 25.01.1945

FOSDONDO, CORREGGIO, 25.01.1945
Descrizione

Località Fosdondo-Via Bonacina, Correggio, Reggio Emilia, Emilia-Romagna

Data 25 gennaio 1945

Matrice strage Nazifascista

Numero vittime 2

Numero vittime uomini 1

Numero vittime uomini adulti 1

Numero vittime donne 1

Numero vittime donne adulte 1

Descrizione: Nell’ambito di una vasta azione di rastrellamento condotta da truppe tedesche e fasciste nella pianura al confine fra Correggio (RE) e Carpi (MO), elementi tedeschi sorprendono Vittorio Saltini (Toti), segretario PCI Reggio E. a casa propria e lo uccidono. Viene uccisa anche la sorella Vandina, intervenuta in sua difesa.

Modalità di uccisione: fucilazione

Tipo di massacro: rastrellamento

Scheda compilata da MASSIMO STORCHI
Scarica la scheda in formato .pdf
Le schede monografiche in formato .pdf sono coperte da diritto d'autore.
Ogni uso improprio o non consentito è punibile ai sensi di legge

Ultimo aggiornamento dei dati: 2016-01-06 10:43:51

Vittime

Elenco vittime

Saltini Vittorio (Toti) (1904) 37° GAP
Saltini Vandina (Vandina) (1908) 37° GAP

Elenco vittime partigiani 2

Saltini Vittorio (Toti)
Saltini Vandina (Vandina)

Responsabili o presunti responsabili

Elenco reparti responsabili


79. legione GNR di Reggio Emilia

Tipo di reparto: Guardia Nazionale Repubblicana

Memorie

Memorie legate a questa strage

  • commemorazione a

    Tipo di memoria: commemorazione

    Descrizione: Ogni anno viene ricordato l’eccidio con una manifestazione istituzionale promossa dal Comune di Correggio e dalle Ass. partigiane.

  • onorificenza alla persona a

    Tipo di memoria: onorificenza alla persona

    Descrizione: A Vittorio Saltini (Toti) è stata conferita la medaglia d’oro v.m. alla memoria con la seguente motivazione: Menomato fisicamente per patimenti sofferti in precedente detenzione politica, riacquistata la perduta libertà e con essa la possibilità di ancora propagandare l’idea per cui aveva sofferto e lottato, organizzava ed animava con indomito entusiasmo le formazioni partigiane della provincia di Reggio Emilia, partecipando con esse ad aspri combattimenti. Attivamente ricercato dalla polizia nazifascista, nonostante la palese menomazione fisica che lo faceva facilmente individuare, continuava intrepido nella sua opera patriottica, finché dai sicari vilmente appostati sulla soglia di casa, veniva trucidato assieme alla sorella, mentre con essa si recava a riunione clandestina in favore della causa che fu essenza della sua vita. Appennino Reggiano - Pianura Reggiana.

  • luogo della memoria a Correggio

    Tipo di memoria: luogo della memoria

    Ubicazione: Correggio

    Descrizione: A Vittorio Saltini è intitolata una strada a Correggio

  • monumento a Corrreggio, Fosdondo, via Bonacina

    Tipo di memoria: monumento

    Ubicazione: Corrreggio, Fosdondo, via Bonacina

    Anno di realizzazione: 1943

    Descrizione: A Fosdondo in via Bonacina monumento in forma di colonna spezzata. Sulla colonna sono posizionati i nomi dei due caduti accompagnati dalle fotoceramiche e dalla falce e martello. Il basamento è ordinato da due piccole targhe marmoree su cui compaiono due differenti epigrafi. L\'inaugurazione è avvenuta il 25 gennaio 1946. Nel 1995 a fianco del monumento è stata posizionata una longilinea struttura metallica opera di Oscar Accorsi.

Bibliografia


Guerrino Franzini, Storia della Resistenza Reggiana, III ed., a cura dell’ANPI Reggio Emilia, pag.506.

Sitografia


http://www.albimemoria-istoreco.re.it/

Fonti archivistiche

Fonti

Archivio Istoreco in Polo Archivistico Comune di Reggio Emilia