TREVISO 22.04.1945

(Treviso - Veneto)

TREVISO 22.04.1945

TREVISO 22.04.1945
Descrizione

Località Treviso, Treviso, Treviso, Veneto

Data 22 aprile 1945

Matrice strage Fascista

Numero vittime 1

Numero vittime uomini 1

Numero vittime uomini adulti 1

Descrizione: Zorzi, ufficiale repubblicano presso il Comando del 2° Battaglione Lavoratori di Santa Bona, collaborava di nascosto con i partigiani procurando loro dei tesserini in bianco dell’Ufficio del Lavoro che potevano fornire una copertura in caso di controlli. Il 22 aprile l’UPI della BN, avuto sentore del traffico clandestino, lo fece arrestare e portare al collegio Pio X trasformato in caserma degli squadristi. Quello stesso pomeriggio cinque militi legarono il prigioniero per le braccia a due brande e lo interrogarono per sette ore consecutive, Quando sveniva lo facevano rinvenire a secchiate d’acqua in faccia e per tutto il tempo lo frustarono riempiendolo di calci e pugni, riducendolo in fin di vita con una sferzata che gli lese la carotide). Riportato in cella, l’ufficiale continuò a lamentarsi a lungo senza ricevere alcun soccorso e alla fine morì.
Il Comando della XX BN, temendo lo scandalo - perché la vittima, anche se sospettata, era pur sempre un ufficiale repubblicano - ottenne la complicità del medico della BN dottor Burin, il quale si prestò a rilasciare un certificato medico in cui attestava, falsamente, che Zorzi era deceduto in seguito a paralisi cardiaca.

Modalità di uccisione: tortura a morte

Tipo di massacro: punitivo

Estremi e note penali: CAS Treviso, sentenza n.19/45 del 4.7.1945 - R.G.26/45 - R.G.P.M. 223-224-409/45, a carico di Brevinelli (‘Lince’), Gerardi Emanuele (‘Barba’) e altri, e relativa istruttoria.
CAS Udine, sentenza n. 125 del 17 dicembre 1946 a carico di Valent Alfredo, Federale di Treviso e di ufficiali e militi della XX Brigata Nera, e relativa istruttoria.
Nel dicembre 1946 la CAS di Udine per il dott. Burin dichiarò di non doversi procedere per estinzione del reato in seguito ad amnistia; condannò Gerardi Giuseppe a 18 anni di detenzione subito ridotti a 12, e Maggiordomo, latitante, all’ergastolo, subito commutato in 30 anni di reclusione e ridotto a 10 anni nel 1954.
La CAS di Treviso nel marzo 1946 condannò Romano a 26 anni di reclusione, mai scontati perché latitante dopo essere evaso dalle carceri giudiziarie trevigiane.

Scheda compilata da Federico Maistrello
Scarica la scheda in formato .pdf
Le schede monografiche in formato .pdf sono coperte da diritto d'autore.
Ogni uso improprio o non consentito è punibile ai sensi di legge

Ultimo aggiornamento dei dati: 2016-10-11 21:21:27

Vittime

Elenco vittime

Zorzi Antonio, classe 1914, tenente di fanteria, laureato, Brigata ‘Treviso’.

Elenco vittime partigiani 1

Zorzi Antonio

Responsabili o presunti responsabili

Elenco reparti responsabili


Elenco persone responsabili o presunte responsabili


  • Giorgio Maggiordomo

    Nome Giorgio

    Cognome Maggiordomo

    Stato imputato in procedimento

    Note responsabile Tenente Maggiordomo Giorgio, di origine toscana, già tenente della GNR.

    Note procedimento CAS Treviso, sentenza n.19/45 del 4.7.1945 - R.G.26/45 - R.G.P.M. 223-224-409/45, a carico di Brevinelli (‘Lince’), Gerardi Emanuele (‘Barba’) e altri, e relativa istruttoria. CAS Udine, sentenza n. 125 del 17 dicembre 1946 a carico di Valent Alfredo, Federale di Treviso e di ufficiali e militi della XX Brigata Nera, e relativa istruttoria. Nel dicembre 1946 la CAS di Udine per il dott. Burei dichiarò di non doversi procedere per estinzione del reato in seguito ad amnistia; condannò Gerardi Giuseppe a 18 anni di detenzione subito ridotti a 12, e Maggiordomo, latitante, all’ergastolo, subito commutato in 30 anni di reclusione e ridotto a 10 anni nel 1954.

  • Giuseppe Burin

    Nome Giuseppe

    Cognome Burin

    Stato imputato in procedimento

    Note responsabile Ufficiale medico BN Burin Giuseppe, classe 1910, di Montorso (Vicenza).

    Note procedimento CAS Treviso, sentenza n.19/45 del 4.7.1945 - R.G.26/45 - R.G.P.M. 223-224-409/45, a carico di Brevinelli (‘Lince’), Gerardi Emanuele (‘Barba’) e altri, e relativa istruttoria. CAS Udine, sentenza n. 125 del 17 dicembre 1946 a carico di Valent Alfredo, Federale di Treviso e di ufficiali e militi della XX Brigata Nera, e relativa istruttoria. Nel dicembre 1946 la CAS di Udine per il dott. Burin dichiarò di non doversi procedere per estinzione del reato in seguito ad amnistia; condannò Gerardi Giuseppe a 18 anni di detenzione subito ridotti a 12, e Maggiordomo, latitante, all’ergastolo, subito commutato in 30 anni di reclusione e ridotto a 10 anni nel 1954. La CAS di Treviso nel marzo 1946 condannò Romano a 26 anni di reclusione, mai scontati perché latitante dopo essere evaso dalle carceri giudiziarie trevigiane.

    Tipo di reparto fascista Brigata Nera

    Nome del reparto 20. Brigata nera “Amerino Cavallin” di Treviso

  • Giuseppe Gerardi

    Nome Giuseppe

    Cognome Gerardi

    Note responsabile Capitano Gerardi Giuseppe (‘Pino’), classe 1920, di Pasiano di Pordenone.

    Note procedimento CAS Treviso, sentenza n.19/45 del 4.7.1945 - R.G.26/45 - R.G.P.M. 223-224-409/45, a carico di Brevinelli (‘Lince’), Gerardi Emanuele (‘Barba’) e altri, e relativa istruttoria. CAS Udine, sentenza n. 125 del 17 dicembre 1946 a carico di Valent Alfredo, Federale di Treviso e di ufficiali e militi della XX Brigata Nera, e relativa istruttoria. Nel dicembre 1946 la CAS di Udine per il dott. Burei dichiarò di non doversi procedere per estinzione del reato in seguito ad amnistia; condannò Gerardi Giuseppe a 18 anni di detenzione subito ridotti a 12, e Maggiordomo, latitante, all’ergastolo, subito commutato in 30 anni di reclusione e ridotto a 10 anni nel 1954.

  • Ignoto Mazzini

    Nome Ignoto

    Cognome Mazzini

    Stato imputato in procedimento

    Note responsabile Capitano.

    Note procedimento CAS Treviso, sentenza n.19/45 del 4.7.1945 - R.G.26/45 - R.G.P.M. 223-224-409/45, a carico di Brevinelli (‘Lince’), Gerardi Emanuele (‘Barba’) e altri, e relativa istruttoria. CAS Udine, sentenza n. 125 del 17 dicembre 1946 a carico di Valent Alfredo, Federale di Treviso e di ufficiali e militi della XX Brigata Nera, e relativa istruttoria. Nel dicembre 1946 la CAS di Udine per il dott. Burei dichiarò di non doversi procedere per estinzione del reato in seguito ad amnistia; condannò Gerardi Giuseppe a 18 anni di detenzione subito ridotti a 12, e Maggiordomo, latitante, all’ergastolo, subito commutato in 30 anni di reclusione e ridotto a 10 anni nel 1954. La CAS di Treviso nel marzo 1946 condannò Romano a 26 anni di reclusione, mai scontati perché latitante dopo essere evaso dalle carceri giudiziarie trevigiane.

  • Ignoto Zaghet

    Nome Ignoto

    Cognome Zaghet

    Stato imputato in procedimento

    Note responsabile Maresciallo.

    Note procedimento CAS Treviso, sentenza n.19/45 del 4.7.1945 - R.G.26/45 - R.G.P.M. 223-224-409/45, a carico di Brevinelli (‘Lince’), Gerardi Emanuele (‘Barba’) e altri, e relativa istruttoria. CAS Udine, sentenza n. 125 del 17 dicembre 1946 a carico di Valent Alfredo, Federale di Treviso e di ufficiali e militi della XX Brigata Nera, e relativa istruttoria. Nel dicembre 1946 la CAS di Udine per il dott. Burei dichiarò di non doversi procedere per estinzione del reato in seguito ad amnistia; condannò Gerardi Giuseppe a 18 anni di detenzione subito ridotti a 12, e Maggiordomo, latitante, all’ergastolo, subito commutato in 30 anni di reclusione e ridotto a 10 anni nel 1954. La CAS di Treviso nel marzo 1946 condannò Romano a 26 anni di reclusione, mai scontati perché latitante dopo essere evaso dalle carceri giudiziarie trevigiane.

  • Rolando Romano

    Nome Rolando

    Cognome Romano

    Stato imputato in procedimento

    Note responsabile Milite, classe 1927, di Treviso. Era l’assassino del parroco di Cappella Maggiore (vedere scheda “Uccisione di don Brescacin” in data 14.02.1945).

    Note procedimento CAS Treviso, sentenza n.19/45 del 4.7.1945 - R.G.26/45 - R.G.P.M. 223-224-409/45, a carico di Brevinelli (‘Lince’), Gerardi Emanuele (‘Barba’) e altri, e relativa istruttoria. La CAS di Treviso nel marzo 1946 condannò Romano a 26 anni di reclusione, mai scontati perché latitante dopo essere evaso dalle carceri giudiziarie trevigiane.

Memorie
Bibliografia


Federico Maistrello, XX Brigata Nera - attività squadrista in Treviso e provincia (luglio 1944/ aprile 1945), Istresco, Treviso, 2006, pp. 183-186;

Elio Fregonese, I caduti trevigiani nella guerra di Liberazione 1943-1945, Istresco, Treviso, 1993 pp. 194-105.

Sitografia


Fonti archivistiche

Fonti

CAS Treviso, sentenza n.19/45 del 4.7.1945 - R.G.26/45 - R.G.P.M. 223-224-409/45, a carico di Brevinelli (‘Lince’), Gerardi Emanuele (‘Barba’) e altri, e relativa istruttoria;

CAS Udine, sentenza n. 125 del 17 dicembre 1946 a carico di Valent Alfredo, Federale di Treviso e di ufficiali e militi della XX Brigata Nera, e relativa istruttoria.