Cave, Coldellanoce, Sassoferrato, 20.07.1944

(Ancona - Marche)

Cave, Coldellanoce, Sassoferrato, 20.07.1944

Cave, Coldellanoce, Sassoferrato, 20.07.1944
Descrizione

Località Cave, Coldellanoce, Sassoferrato, Ancona, Marche

Data 20 luglio 1944

Matrice strage Nazista

Numero vittime 1

Numero vittime uomini 1

Numero vittime uomini adulti 1

Descrizione: Il partigiano Riziero Costantini muore intorno alle 8 della mattina in località Coldellanoce, nel comune di Sassoferrato. Del fatto hanno circolato molte versioni. Al momento la più attendibile pare la seguente. Due partigiani facenti parte di una pattuglia più numerosa, comandata dal tenente Quadrio, che operava in appoggio a un reparto inglese montato su autoblindo, era dalle parti della chiesa della frazione quando qualcuno portò loro la notizia che nei paraggi si aggiravano dei soldati tedeschi. Uno andò in perlustrazione verso il Perugino, l’altro, Riziero, prese verso le Cave. Giunto all’altezza della casa di Munda la sua attenzione fu attirata da qualcosa che si muoveva nei pressi di una capanna; forse vide con la coda dell’occhio uno o due tedeschi che vi stavano entrando con due donne. Si avvicinò con cautela, ma non considerò che da dento, attraverso le fessure della porta, potessero vederlo, ed è questo che lo tradì. Una raffica attraversò l’infisso e lo colpì al ventre. I tedeschi, che erano all’interno, inizialmente forse anche disposti ad arrendersi – pare che le donne abbiano testimoniato di averli visti deporre le armi – uscirono con le mani alzate, ma non vedendo nessuno, neppure Riziero che era già rotolato morente fino al corso d’acqua sottostante, riuscirono a fuggire appena un attimo prima che, attirati dagli spari, giungessero gli altri patrioti.

Modalità di uccisione: uccisione con armi da fuoco

Tipo di massacro: ritirata

Estremi e note penali: Secondo il database di Carlo Gentile in quei giorni era presente sul territorio di Sassoferrato la 5° Gebirgs-Division (fonte: DD (WASt), OdB).

Scheda compilata da Chiara Donati
Scarica la scheda in formato .pdf
Le schede monografiche in formato .pdf sono coperte da diritto d'autore.
Ogni uso improprio o non consentito è punibile ai sensi di legge

Ultimo aggiornamento dei dati: 2015-07-06 12:36:04

Vittime

Elenco vittime

Costantini Riziero, n. a Sassoferrato il 27/07/1920, paternità Gregorio, qualifica Partigiano combattente caduto, Distaccamento Cacciatori (1/10/1943 – 20/07/1944), grado Capo Stato Maggiore - Capitano, riconosciutagli il 07/02/1946 ad Ancona.

Elenco vittime partigiani 1

Costantini Riziero

Responsabili o presunti responsabili

Elenco reparti responsabili


Memorie

Memorie legate a questa strage

  • cippo a Sassoferrato, località Camorri di Coldellanoce

    Tipo di memoria: cippo

    Ubicazione: Sassoferrato, località Camorri di Coldellanoce

    Descrizione: Cippo in ricordo del caduto inaugurato dall’Anpi nel 1988 sul luogo della sua morte, in località Camorri di Coldellanoce: “Il 20-7-1944 qui per la libertà della Patria cadde il partigiano Costantini Rizziero”.

Bibliografia


Anpi Sassoferrato, Pietre della memoria della Resistenza sassoferratese, 2015.
Lorenzo Campanelli, I luoghi della memoria. La resistenza nell’anconetano. Monumenti e lapidi 1944-2002, affinità elettive, Ancona 2005, p. 112.
Alvaro Rossi, Woner Lisardi. “Autobiografia” di un partigiano, affinità elettive, Ancona 2014, p. 116.
Terenzio Baldoni, La Resistenza nel Fabrianese, il lavoro editoriale, Ancona 2002.

Sitografia


www.storiamarche900.it/main?p=storia_territorio_sassoferrato

Fonti archivistiche

Fonti

Archivio Centrale dello Stato, Fondo Ricompart - Ufficio per il servizio riconoscimento qualifiche e per le ricompense ai partigiani, Marche, schedario e pratica n. 98, trasmessa al Distretto militare di Ancona 15/01/1960.
Archivio dell’Ufficio Storico dello Stato Maggiore dell’Esercito, N 1/11, b. 2132.
Procura Generale Territoriale La Spezia, registro generale n. 1061, CPI, f. 49/15.