RAMISETO, 20-24.11.1944

(Reggio Emilia - Emilia-Romagna)

RAMISETO, 20-24.11.1944

RAMISETO, 20-24.11.1944
Descrizione

Località Ramiseto, Ramiseto, Reggio Emilia, Emilia-Romagna

Data 20 novembre 1944 - 24 novembre 1944

Matrice strage Nazista

Numero vittime 7

Numero vittime uomini 7

Numero vittime uomini adulti 7

Descrizione: Reparti del Lehrstab für Bandenbekämpfung di Ciano d’Enza conducono una azione a vasto raggio per colpire il Comando della 144° Brigata Garibaldi a Castagneto, il presidio di Rabona tenuto dal dist. “Amendola” viene sorpreso. Nel combattimento sono uccisi 4 partigiani e 4 sono catturati. 3 di essi sono fucilati nello stesso giorno a Ramiseto. L’ultimo viene deportato a Mauthausen dove muore il 20.4.1945. Nell’azione di rastrellamento nella alta Val d’Enza, che dura vari giorni, sono catturati e fucilati nei giorni seguenti 3 partigiani parmensi e un civile.

Modalità di uccisione: fucilazione

Tipo di massacro: rastrellamento

Scheda compilata da MASSIMO STORCHI
Scarica la scheda in formato .pdf
Le schede monografiche in formato .pdf sono coperte da diritto d'autore.
Ogni uso improprio o non consentito è punibile ai sensi di legge

Ultimo aggiornamento dei dati: 2018-01-26 11:20:32

Vittime

Elenco vittime

Borghi Luigi (1926) ucciso il 21/11
Ferrari Silvio (Bruno) (1925) Dist. “Amendola” 144° Bgt. “A.Gramsci”
Losi Bonfiglio (Figlietto) (1924) ucciso il 23/11 3° Bgt. “Julia” (PR)
Pelosi Giacomo (Giacomo) (1920) ucciso il 23/11 3° Bgt. “Julia” (PR)
Rio Domenico (Vento) (1920) ucciso il 24/11 3° Bgt. “Julia” (PR)
Teggi Carlo (Smit) (1921) Dist. “Amendola” 144° Bgt. “A.Gramsci”
Tondelli Erio (Pippo) (1926) Dist. “Amendola” 144° Bgt. “A.Gramsci”

Elenco vittime civili 1

Borghi Luigi

Elenco vittime partigiani 6

Ferrari Silvio (Bruno)
Losi Bonfiglio (Figlietto)
Pelosi Giacomo (Giacomo)
Rio Domenico (Vento)
Teggi Carlo (Smit)
Tondelli Erio (Pippo)

Responsabili o presunti responsabili

Elenco reparti responsabili


Elenco persone responsabili o presunte responsabili


  • Volkmar Seifert

    Nome Volkmar

    Cognome Seifert

    Note responsabile Il Comandante dell’unità era il cap. Volkmar Seifert, ucciso dai partigiani a Cerredolo dei Coppi (Canossa) il 22/12/1944.

    Nome del reparto 14. Armee/Lehrstab für Bandenbekämpfung

Memorie

Memorie legate a questa strage

  • commemorazione a

    Tipo di memoria: commemorazione

    Descrizione: Ogni anno si svolge una cerimonia di commemorazione a cura del Comune di Ramiseto e della Associazioni partigiane.

  • monumento a Ramiseto, Passo Lagastrello

    Tipo di memoria: monumento

    Ubicazione: Ramiseto, Passo Lagastrello

    Anno di realizzazione: 1990

    Descrizione: Piazzetta su strada provinciale Passo Lagastrello: monumento costituito da due lapidi in marmo grigio inserite in un muro in sasso, con epigrafi di colore rosso. La lapide superiore riporta i nomi e le generalita? di nove partigiani ed e? sormontata da una stella a cinque punte, quella inferiore e? dedicata «AI CADUTI DI TUTTE LE GUERRE» e comprende i nomi di un civile, di un partigiano e di due militari. L\'inaugurazione e? avvenuta nel 1990. Originariamente il monumento era situato all\'esterno del centro abitato ed aveva la forma di una piccola stele di pietra e marmo bianco sormontata da una stella a cinque punte in bronzo.

  • lapide a Rabona

    Tipo di memoria: lapide

    Ubicazione: Rabona

    Anno di realizzazione: 1946

    Descrizione: A Rabona: lapide in marmo bianco con epigrafi in incavo, la lapide presenta nella parte superiore una stella a cinque punte in bronzo, in cui e? inscritta una falce e martello. Commissionata dall\'Anpi e dai compagni della 144^ Brigata Garibaldi, l\'inaugurazione risale al 1946.

Bibliografia


Guerrino Franzini, Storia della Resistenza Reggiana, III ed., a cura dell’ANPI Reggio Emilia, pag.420-421.

Sitografia


http://www.albimemoria-istoreco.re.it/

Fonti archivistiche

Fonti

Archivio Istoreco in Polo Archivistico Comune di Reggio Emilia