RAMISETO, 20-24.11.1944

(Reggio Emilia - Emilia-Romagna)

RAMISETO, 20-24.11.1944

RAMISETO, 20-24.11.1944
Descrizione

Località Ramiseto, Ramiseto, Reggio Emilia, Emilia-Romagna

Data 20 novembre 1944 - 24 novembre 1944

Matrice strage Nazista

Numero vittime 7

Numero vittime uomini 7

Numero vittime uomini adulti 7

Descrizione: Reparti del Lehrstab für Bandenbekämpfung di Ciano d’Enza conducono una azione a vasto raggio per colpire il Comando della 144° Brigata Garibaldi a Castagneto, il presidio di Rabona tenuto dal dist. “Amendola” viene sorpreso. Nel combattimento sono uccisi 4 partigiani e 4 sono catturati. 3 di essi sono fucilati nello stesso giorno a Ramiseto. L’ultimo viene deportato a Mauthausen dove muore il 20.4.1945. Nell’azione di rastrellamento nella alta Val d’Enza, che dura vari giorni, sono catturati e fucilati nei giorni seguenti 3 partigiani parmensi e un civile.

Modalità di uccisione: fucilazione

Tipo di massacro: rastrellamento
--> Per saperne di più sulle tipologie

Scheda compilata da MASSIMO STORCHI
Scarica la scheda in formato .pdf
Le schede monografiche in formato .pdf sono coperte da diritto d'autore.
Ogni uso improprio o non consentito è punibile ai sensi di legge

Ultimo aggiornamento dei dati: 2018-01-26 11:20:32

Vittime

Elenco vittime

Borghi Luigi (1926) ucciso il 21/11
Ferrari Silvio (Bruno) (1925) Dist. “Amendola” 144° Bgt. “A.Gramsci”
Losi Bonfiglio (Figlietto) (1924) ucciso il 23/11 3° Bgt. “Julia” (PR)
Pelosi Giacomo (Giacomo) (1920) ucciso il 23/11 3° Bgt. “Julia” (PR)
Rio Domenico (Vento) (1920) ucciso il 24/11 3° Bgt. “Julia” (PR)
Teggi Carlo (Smit) (1921) Dist. “Amendola” 144° Bgt. “A.Gramsci”
Tondelli Erio (Pippo) (1926) Dist. “Amendola” 144° Bgt. “A.Gramsci”

Elenco vittime civili 1

Borghi Luigi

Elenco vittime partigiani 6

Ferrari Silvio (Bruno)
Losi Bonfiglio (Figlietto)
Pelosi Giacomo (Giacomo)
Rio Domenico (Vento)
Teggi Carlo (Smit)
Tondelli Erio (Pippo)

Responsabili o presunti responsabili

Elenco reparti responsabili


Elenco persone responsabili o presunte responsabili


  • Volkmar Seifert

    Nome Volkmar

    Cognome Seifert

    Note responsabile Il Comandante dell’unità era il cap. Volkmar Seifert, ucciso dai partigiani a Cerredolo dei Coppi (Canossa) il 22/12/1944.

    Nome del reparto 14. Armee/Lehrstab für Bandenbekämpfung

Memorie

Memorie legate a questa strage

  • commemorazione a

    Tipo di memoria: commemorazione

    Descrizione: Ogni anno si svolge una cerimonia di commemorazione a cura del Comune di Ramiseto e della Associazioni partigiane.

  • monumento a Ramiseto, Passo Lagastrello

    Tipo di memoria: monumento

    Ubicazione: Ramiseto, Passo Lagastrello

    Anno di realizzazione: 1990

    Descrizione: Piazzetta su strada provinciale Passo Lagastrello: monumento costituito da due lapidi in marmo grigio inserite in un muro in sasso, con epigrafi di colore rosso. La lapide superiore riporta i nomi e le generalita? di nove partigiani ed e? sormontata da una stella a cinque punte, quella inferiore e? dedicata «AI CADUTI DI TUTTE LE GUERRE» e comprende i nomi di un civile, di un partigiano e di due militari. L\'inaugurazione e? avvenuta nel 1990. Originariamente il monumento era situato all\'esterno del centro abitato ed aveva la forma di una piccola stele di pietra e marmo bianco sormontata da una stella a cinque punte in bronzo.

  • lapide a Rabona

    Tipo di memoria: lapide

    Ubicazione: Rabona

    Anno di realizzazione: 1946

    Descrizione: A Rabona: lapide in marmo bianco con epigrafi in incavo, la lapide presenta nella parte superiore una stella a cinque punte in bronzo, in cui e? inscritta una falce e martello. Commissionata dall\'Anpi e dai compagni della 144^ Brigata Garibaldi, l\'inaugurazione risale al 1946.

Bibliografia


Guerrino Franzini, Storia della Resistenza Reggiana, III ed., a cura dell’ANPI Reggio Emilia, pag.420-421.

Sitografia


http://www.albimemoria-istoreco.re.it/

Fonti archivistiche

Fonti

Archivio Istoreco in Polo Archivistico Comune di Reggio Emilia