REGGIO EMILIA, 26-28.07.1944

(Reggio Emilia - Emilia-Romagna)

REGGIO EMILIA, 26-28.07.1944

REGGIO EMILIA, 26-28.07.1944
Descrizione

Località Reggio Emilia, Reggio nell'Emilia, Reggio Emilia, Emilia-Romagna

Data 26 luglio 1944 - 28 luglio 1944

Matrice strage Fascista

Numero vittime 4

Numero vittime uomini 4

Numero vittime uomini adulti 4

Descrizione: Nel corso di un rastrellamento compiuto da uomini dell’UPI (Ufficio Politico Investigativo) della GNR di Reggio Emilia nella zona di Reggiolo (RE), sono catturati 4 partigiani locali. Condotti in arresto a Reggio Emilia, sono interrogati e torturati. Nel corso degli interrogatori il 26 luglio muore Panini Natalino, il cui corpo viene trasportato nei pressi di Cadelbosco sopra dove viene ritrovato. Gli altri tre vengono fucilati in Piazza Prampolini in centro città contro la fontana del Crostolo il 28 luglio e lasciati esposti per 24 ore.

Modalità di uccisione: fucilazione,tortura a morte

Violenze connesse: sevizie-torture

Tipo di massacro: rastrellamento

Estremi e note penali: Viene processato davanti alla CAS di Reggio Emilia nel giugno 1945:
Cap. Cesare Pilati (Comandante), condannato a morte, fucilato il 5 ottobre 1945.

Scheda compilata da MASSIMO STORCHI
Scarica la scheda in formato .pdf
Le schede monografiche in formato .pdf sono coperte da diritto d'autore.
Ogni uso improprio o non consentito è punibile ai sensi di legge

Ultimo aggiornamento dei dati: 2016-03-26 10:41:02

Vittime

Elenco vittime

Panini Natalino (Mas), nato il 1915, 77. SAP
Mazzali Gino (Spatifaro), 77. SAP
Setti Attilio (Rolando), 77. SAP
Setti Getulio (Leone), nato nel 1925, 77. SAP

Elenco vittime partigiani 4

Panini Natalino
Mazzali Gino
Setti Attilio
Setti Getulio

Responsabili o presunti responsabili

Elenco reparti responsabili


Ufficio Politico Investigativo/GNR di Reggio Emilia

Tipo di reparto: Guardia Nazionale Repubblicana

compagnia Ordine Pubblico/GNR di Reggio Emilia

Tipo di reparto: Guardia Nazionale Repubblicana

Elenco persone responsabili o presunte responsabili


  • Cesare Pilati

    Nome Cesare

    Cognome Pilati

    Ruolo nella strage Autore

    Stato imputato in procedimento

    Note procedimento Viene processato davanti alla CAS di Reggio Emilia nel giugno 1945: Cap. Cesare Pilati (Comandante), condannato a morte, fucilato il 5 ottobre 1945.

    Tipo di reparto fascista Guardia Nazionale Repubblicana

    Nome del reparto Ufficio Politico Investigativo/GNR di Reggio Emilia

Memorie

Memorie legate a questa strage

  • monumento a Cadelbosco, piazza 7 luglio

    Tipo di memoria: monumento

    Ubicazione: Cadelbosco, piazza 7 luglio

    Anno di realizzazione: 1980

    Descrizione: In Piazza 7 luglio a Cadelbosco Sopra (RE) un monumento collettivo ricorda anche Panini Natalino. Trattasi di una composizione di tre monumenti distinti, precedentemente dislocati nelle vicinanze e qui accorpati nel 1980, in occasione del 35° anniversario della Liberazione. L\'inaugurazione risale al 30 marzo 1980. L\'amministrazione comunale si avvalse della consulenza dell\'architetto Antonio Pastorini per la sistemazione dei monumenti.

Bibliografia


Guerrino Franzini, Storia della Resistenza Reggiana, III ed., a cura dell’ANPI Reggio Emilia, pag.238.
Glauco Bertani, 28 luglio 1944, quattro partigiani uccisi a Reggio dai fascisti in RS-Ricerche Storiche, n.118, ottobre 2014, p. 153

Sitografia


http://www.albimemoria-istoreco.re.it/

Fonti archivistiche

Fonti