San Lazzaro di Treviso, 13.11.1944/16.11.1944

(Treviso - Veneto)

San Lazzaro di Treviso, 13.11.1944/16.11.1944

San Lazzaro di Treviso, 13.11.1944/16.11.1944
Descrizione

Località San Lazzaro, Treviso, Treviso, Veneto

Data 13 novembre 1944 - 16 novembre 1944

Matrice strage Fascista

Numero vittime 1

Numero vittime uomini 1

Numero vittime uomini adulti 1

Descrizione: Alle ore 20,30 del 13 novembre 1944 le BBNN di Treviso si presentarono nella stalla di Ettore Dotto, nel quartiere di San Giuseppe, sorprendendo una ventina di amici tra i quali Favaretto Daniele, sua moglie Carnia Erminia, il loro figliolo Mirando, Loschi Eugenio, Brunello Silvano e altri. Tutti furono messi faccia al muro e perquisiti. Mirando, approfittando di un attimo di disattenzione, s’impadronì dell’arma di un milite e si diede alla fuga, tuttavia fu colpito con una scarica di mitra da una sentinella. Il giovane riuscì egualmente ad allontanarsi, ma le ferite erano gravi e dovette ricoverarsi all’Ospedale Militare di Treviso nel quartiere di S. Antonino, dove spiro di lì a tre giorni, il 16 novembre.
Nel corso dell’ispezione nella stalla, le BBNN rinvennero un consistente deposito d’armi; Dotto, colpevole di avere ospitato un ‘ribelle’ in casa propria, dovette consegnare alla porta dell’ex Collegio Pio X, trasformato in caserma della XX BN di Treviso, un carro carico di fieno, un carro carico di paglia, un tacchino e una gallina.

Modalità di uccisione: uccisione con armi da fuoco

Tipo di massacro: rastrellamento

Estremi e note penali: CAS Udine, sentenza n. 125 del 17 dicembre 1946 a carico di Valent Alfredo, Federale di Treviso e di ufficiali e militi della XX Brigata Nera, e relativa istruttoria;
CAS Treviso, sentenza n.19/45 del 4.7.1945 - R.G.26/45 - R.G.P.M. 223-224-409/45, a carico di Brevinelli Giorgio (‘Lince’), e altri dipendenti della XX BN.

Scheda compilata da Federico Maistrello
Scarica la scheda in formato .pdf
Le schede monografiche in formato .pdf sono coperte da diritto d'autore.
Ogni uso improprio o non consentito è punibile ai sensi di legge

Ultimo aggiornamento dei dati: 2016-01-05 16:18:36

Vittime

Elenco vittime

Favaretto Mirando (‘Rosso’), classe 1925, di Treviso, fiorista, Battaglione ‘Treviso’.

Elenco vittime partigiani 1

Favaretto Mirando (‘Rosso’), classe 1925, di Treviso, fiorista, Battaglione ‘Treviso’.

Responsabili o presunti responsabili

Elenco reparti responsabili


Elenco persone responsabili o presunte responsabili


  • Emanuele Gerardi

    Nome Emanuele

    Cognome Gerardi

    Stato imputato in procedimento

    Note responsabile Capitano BN (‘Barba’), classe 1910, di Pasiano di Pordenone. Condannato a morte dalla CAS di Treviso, morì in carcere a causa di una setticemia

    Note procedimento CAS Udine, sentenza n. 125 del 17 dicembre 1946 a carico di Valent Alfredo, Federale di Treviso e di ufficiali e militi della XX Brigata Nera, e relativa istruttoria; CAS Treviso, sentenza n.19/45 del 4.7.1945 - R.G.26/45 - R.G.P.M. 223-224-409/45, a carico di Brevinelli Giorgio (‘Lince’), e altri dipendenti della XX BN.

    Tipo di reparto fascista Brigata Nera

    Nome del reparto 20. Brigata nera “Amerino Cavallin” di Treviso

  • Franz Bussel

    Nome Franz

    Cognome Bussel

    Stato imputato in procedimento

    Note responsabile Milite BN (o Buschel) Franz, di origine slava. Bussel, che aveva sparato a Favaretto, a fine guerra scomparve senza lasciare tracce.

    Note procedimento CAS Udine, sentenza n. 125 del 17 dicembre 1946 a carico di Valent Alfredo, Federale di Treviso e di ufficiali e militi della XX Brigata Nera, e relativa istruttoria; CAS Treviso, sentenza n.19/45 del 4.7.1945 - R.G.26/45 - R.G.P.M. 223-224-409/45, a carico di Brevinelli Giorgio (‘Lince’), e altri dipendenti della XX BN.

    Tipo di reparto fascista Brigata Nera

    Nome del reparto 20. Brigata nera “Amerino Cavallin” di Treviso

Memorie
Bibliografia


Federico Maistrello, XX Brigata Nera - attività squadrista in Treviso e provincia (luglio 1944/ aprile 1945), Istresco, Treviso, 2006, pp. 124-125;

Elio Fregonese, I caduti trevigiani nella guerra di Liberazione 1943-1945, Istresco, Treviso, 1993, p. 91.

Sitografia


Fonti archivistiche

Fonti

CAS Udine, sentenza n. 125 del 17 dicembre 1946 a carico di Valent Alfredo, Federale di Treviso e di ufficiali e militi della XX Brigata Nera, e relativa istruttoria;

CAS Treviso, sentenza n.19/45 del 4.7.1945 - R.G.26/45 - R.G.P.M. 223-224-409/45, a carico di Brevinelli Giorgio (‘Lince’), e altri dipendenti della XX BN.