Resana, 9.11.1944

(Treviso - Veneto)

Resana, 9.11.1944

Resana, 9.11.1944
Descrizione

Località Resana, Resana, Treviso, Veneto

Data 9 novembre 1944

Matrice strage Fascista

Numero vittime 3

Numero vittime uomini 3

Numero vittime uomini adulti 3

Descrizione: Per tre giorni, dal 7 al 9 novembre 1944, i militi della XX BN di Treviso, unitamente a truppe germaniche, rastrellarono la zona di Castelfranco Veneto fermando numerosi individui sospetti e concentrandoli a Resana. Alla conclusione delle operazioni tre individui che facevano da interpreti per i tedeschi e avevano guidato i nazifascisti nel corso del rastrellamento, passarono in rassegna i prigionieri e denunciarono Marzolinetto, Pillon e Vedelago in quanto partigiani.
I ‘tre ‘ribelli’ un primo tempo furono rinchiusi nella cripta della chiesa del paese assieme all’arciprete don Luigi Condotta, accusato di connivenza con i resistenti. La sera del 9 novembre, tuttavia, il sacerdote fu rimesso in libertà e i tre ‘banditi’ furono impiccati uno dopo l’altro ai pali della luce nella strada centrale di Resana. I fascisti, ultimata l’esecuzione, “improvvisarono una macabra gazzarra attorno agli impiccati”, quindi si sparsero ovunque a incendiare e rubare.

Modalità di uccisione: impiccagione

Violenze connesse: furto e-o saccheggio,incendio di abitazione

Tipo di massacro: rastrellamento

Estremi e note penali: CAS di Treviso, sentenza n.98/45 del 9.10.1945 - R.G. 127.134 - R.G.P.M. 274-524-532-553-556-697/45, a carico di Nevari, Primosic, Sbrissa e altri.
La CAS di Treviso in primo grado condannò Nevari a 30 anni di reclusione, Sbrissa a 28, Primosic a 18.

Annotazioni: All'azione parteciparono tre interpreti per i tedeschi in veste di delatori.

Scheda compilata da Federico Maistrello
Scarica la scheda in formato .pdf
Le schede monografiche in formato .pdf sono coperte da diritto d'autore.
Ogni uso improprio o non consentito è punibile ai sensi di legge

Ultimo aggiornamento dei dati: 2016-01-05 14:59:47

Vittime

Elenco vittime

1. Marzolinetto Remo, classe 1916, di Resana, bracciante, Brigata ‘Cesare Battisti, Divisione ‘Monte Grappa’;
2. Pillon Giovanni, classe 1911, di Resana, meccanico, Brigata ‘Casare Battisti’;
3. Vedelago Bruno, classe 1915, di Resana, contadino, Brigata ‘Cesare Battisti’.

Elenco vittime partigiani 3

1. Marzolinetto Remo, classe 1916, di Resana, bracciante, Brigata ‘Cesare Battisti, Divisione ‘Monte Grappa’;
2. Pillon Giovanni, classe 1911, di Resana, meccanico, Brigata ‘Casare Battisti’;
3. Vedelago Bruno, classe 1915, di Resana, contadino, Brigata ‘Cesare Battisti’.

Responsabili o presunti responsabili

Elenco reparti responsabili


Elenco persone responsabili o presunte responsabili


  • Bruno Nevari

    Nome Bruno

    Cognome Nevari

    Ruolo nella strage Delatore

    Stato imputato in procedimento

    Note responsabile Classe 1912, di Venezia, residente a Castelfranco Veneto, interprete. Nevari fungeva da interprete per il Comando tedesco 14711 di Conegliano Veneto. Sia lui che Primovic e Sbrissa, oltre ai tre partigiani sopra evidenziati, fecero arrestare il professor Gasperini, Minato, Domenico e Gino Sartor, l’avvocato Bossum di Castelfranco Veneto e altri resistenti. Inoltre si macchiarono di furti e di rapine; Nevari e Sbrissa indicarono ai nazisti l’ubicazione dell’osteria ‘Al cacciatore’ - noto luogo di ritrovo dei ‘ribelli’ nelle campagne di Casacorba di Resana, in località Munaron – che fu data alle fiamme.

    Note procedimento CAS di Treviso, sentenza n.98/45 del 9.10.1945 - R.G. 127.134 - R.G.P.M. 274-524-532-553-556-697/45, a carico di Nevari, Primosic, Sbrissa e altri. La CAS di Treviso in primo grado condannò Nevari a 30 anni di reclusione, Sbrissa a 28, Primosic a 18.

    Tipo di reparto fascista Brigata Nera

    Nome del reparto 20. Brigata nera “Amerino Cavallin” di Treviso

  • Oscar Primosic

    Nome Oscar

    Cognome Primosic

    Ruolo nella strage Delatore

    Stato imputato in procedimento

    Note responsabile Classe 1918, di Maria Eleul (Austria), interprete. Nevari fungeva da interprete per il Comando tedesco 14711 di Conegliano Veneto. Sia lui che Primovic e Sbrissa, oltre ai tre partigiani sopra evidenziati, fecero arrestare il professor Gasperini, Minato, Domenico e Gino Sartor, l’avvocato Bossum di Castelfranco Veneto e altri resistenti. Inoltre si macchiarono di furti e di rapine; Nevari e Sbrissa indicarono ai nazisti l’ubicazione dell’osteria ‘Al cacciatore’ - noto luogo di ritrovo dei ‘ribelli’ nelle campagne di Casacorba di Resana, in località Munaron – che fu data alle fiamme.

    Note procedimento CAS di Treviso, sentenza n.98/45 del 9.10.1945 - R.G. 127.134 - R.G.P.M. 274-524-532-553-556-697/45, a carico di Nevari, Primosic, Sbrissa e altri. La CAS di Treviso in primo grado condannò Nevari a 30 anni di reclusione, Sbrissa a 28, Primosic a 18.

  • Virgilio Sbrissa

    Nome Virgilio

    Cognome Sbrissa

    Ruolo nella strage Delatore

    Stato imputato in procedimento

    Note responsabile Classe 1925, di Resana. Nevari fungeva da interprete per il Comando tedesco 14711 di Conegliano Veneto. Sia lui che Primovic e Sbrissa, oltre ai tre partigiani sopra evidenziati, fecero arrestare il professor Gasperini, Minato, Domenico e Gino Sartor, l’avvocato Bossum di Castelfranco Veneto e altri resistenti. Inoltre si macchiarono di furti e di rapine; Nevari e Sbrissa indicarono ai nazisti l’ubicazione dell’osteria ‘Al cacciatore’ - noto luogo di ritrovo dei ‘ribelli’ nelle campagne di Casacorba di Resana, in località Munaron – che fu data alle fiamme.

    Note procedimento CAS di Treviso, sentenza n.98/45 del 9.10.1945 - R.G. 127.134 - R.G.P.M. 274-524-532-553-556-697/45, a carico di Nevari, Primosic, Sbrissa e altri. La CAS di Treviso in primo grado condannò Nevari a 30 anni di reclusione, Sbrissa a 28, Primosic a 18.

Memorie
Bibliografia


Federico Maistrello, XX Brigata Nera - attività squadrista in Treviso e provincia (luglio 1944/ aprile 1945), Istresco, Treviso, 2006, p. 124;

Elio Fregonese, I caduti trevigiani nella guerra di Liberazione 1943-1945, Istresco, Treviso, 1993, pp. 120, 144, 181.

Sitografia


Fonti archivistiche

Fonti

CAS di Treviso, sentenza n.98/45 del 9.10.1945 - R.G. 127.134 - R.G.P.M. 274-524-532-553-556-697/45, a carico di Nevari, Primosic, Sbrissa e altri.