Cavazzana Lusia 26-4-1945

(Rovigo - Veneto)

Cavazzana Lusia 26-4-1945

Cavazzana Lusia 26-4-1945
Descrizione

Località Cavazzana, Lusia, Rovigo, Veneto

Data 26 aprile 1945

Matrice strage Nazista

Numero vittime 3

Numero vittime uomini 3

Numero vittime uomini adulti 3

Descrizione: Una decina di militari tedeschi sostarono la notte tra il 25 ed il 26 aprile nella casa della famiglia Zeggio. Al risveglio i soldati sostennero di essere stati derubati dello zucchero. Gli Zeggio negarono il fatto; minacciati, si barricarono in casa ma furono costretti ad uscire ed allora i tedeschi uccisero Ferruccio, Luigi ed Ottorino a colpi di pistola e ferirono Adolfo e Pasquale.

Modalità di uccisione: uccisione con armi da fuoco

Tipo di massacro: ritirata

Scheda compilata da Davide Guarnieri e Laura Fasolin
Scarica la scheda in formato .pdf
Le schede monografiche in formato .pdf sono coperte da diritto d'autore.
Ogni uso improprio o non consentito è punibile ai sensi di legge

Ultimo aggiornamento dei dati: 2016-01-05 12:45:22

Vittime

Elenco vittime

1. Ferruccio Zeggio (54 anni) figlio di Luigi. Partigiano IV^ Brigata “Giustizia e Libertà”.
2. Luigi Zeggio (18 anni) figlio di Adolfo. Partigiano IV^ Brigata “Giustizia e Libertà”.
3. Ottorino Zeggio (23 anni) figlio di Ferruccio e Callegari Elisabetta, nato a Lendinara il 3 febbraio 1923, calzolaio. Aviere di leva, nell’ottobre del 1942 viene chiamato alle armi e aggregato nel Deposito 6° Reggimento Bersaglieri. Nel febbraio ’43 passa al 30° Reggimento Bersaglieri. Nel febbraio dell’anno successivo viene richiamato alle armi nell’Esercito Repubblicano e assegnato alla caserma Slataper aviazione-Sacile. Partigiano IV^ Brigata “Giustizia e Libertà”.

Elenco vittime partigiani 3

1. Ferruccio Zeggio (54 anni) figlio di Luigi. Partigiano IV^ Brigata “Giustizia e Libertà”.
2. Luigi Zeggio (18 anni) figlio di Adolfo. Partigiano IV^ Brigata “Giustizia e Libertà”.
3. Ottorino Zeggio (23 anni) figlio di Ferruccio e Callegari Elisabetta, nato a Lendinara il 3 febbraio 1923, calzolaio. Aviere di leva, nell’ottobre del 1942 viene chiamato alle armi e aggregato nel Deposito 6° Reggimento Bersaglieri. Nel febbraio ’43 passa al 30° Reggimento Bersaglieri. Nel febbraio dell’anno successivo viene richiamato alle armi nell’Esercito Repubblicano e assegnato alla caserma Slataper aviazione-Sacile. Partigiano IV^ Brigata “Giustizia e Libertà”.

Responsabili o presunti responsabili

Elenco reparti responsabili


Memorie
Bibliografia


Elena Carano, Oltre la soglia. Uccisioni di civili nel Veneto 1943-1945, Cluep, Padova, 2007, p. 361
Quegli ultimi 600 giorni dal 25 luglio ’43 al 25 aprile ’45. Tra propaganda di regime e realtà storica, Archivio di Stato di Rovigo, Rovigo 1995, p.65.

Sitografia


Fonti archivistiche

Fonti

PMPD, fasc. 95/96, Procedimento penale contro ignoti militari tedeschi
AUSSME, N 1/11, b. 2131
ASRovigo, Ruoli matricolari 1922.