Bottrighe Adria 11-11-1944

(Rovigo - Veneto)

Bottrighe Adria 11-11-1944

Bottrighe Adria 11-11-1944
Descrizione

Località Bottrighe, Adria, Rovigo, Veneto

Data 11 novembre 1944

Matrice strage Fascista

Numero vittime 1

Numero vittime uomini 1

Numero vittime uomini senza informazioni 1

Descrizione: Ai primi di novembre venne ritrovato nelle acque dello Scolo Veneto, nel comune di Ariano nel Polesine, chiuso in un sacco, il corpo di Roberto Rizzi, nudo, legato con una rete metallica e con i segni di due colpi d'arma da fuoco e diciotto segni di ferite alla schiena provocate con un'arma appuntita.
Il 10 novembre venne prelevato dalla cella presso il Teatro Politeama Tersilio Crivellari, 'Capéto' per essere condotto nella sala dove si effettuavano gli interrogatori. Fu torturato per un intero giorno ed il suo compagno di cella, Alfredo Barbujani, così lo descrisse in una testimonianza rilasciata a Gianni Sparapan: «Aveva il volto gonfio gli occhi non si vedevano più, delirava. Lo portai giù caricandomelo sulle spalle perchè non poteva stare in piedi; i suoi piedi bruciati erano marcescenti e colavano sangue e siero».
Il giorno dopo, 11 novembre 1944, venne fucilato sulla piazza di Bottrighe «in quanto reo confesso di aver partecipato alla soppressione » di Roberto Rizzi.

Modalità di uccisione: fucilazione

Violenze connesse: sevizie-torture

Tipo di massacro: rappresaglia

Scheda compilata da Davide Guarnieri e Laura Fasolin
Scarica la scheda in formato .pdf
Le schede monografiche in formato .pdf sono coperte da diritto d'autore.
Ogni uso improprio o non consentito è punibile ai sensi di legge

Ultimo aggiornamento dei dati: 2016-01-05 11:09:02

Vittime

Elenco vittime

Tersilio Crivellari, già aderente alla Brigata garibaldina “M. Martello”, licenziato dal gruppo per alcuni furti

Elenco vittime partigiani 1

Tersilio Crivellari, già aderente alla Brigata garibaldina “M. Martello”, licenziato dal gruppo per alcuni furti

Responsabili o presunti responsabili

Elenco reparti responsabili


compagnia Ordine Pubblico/GNR di Adria

Tipo di reparto: Guardia Nazionale Repubblicana

Elenco persone responsabili o presunte responsabili


  • Nazzareno Sartori

    Nome Nazzareno

    Cognome Sartori

    Ruolo nella strage Autore

    Stato imputato in procedimento

    Note responsabile Sartori Nazzareno Nino, n. 7.5.1905 a Cavarzere, ha seviziato il Crivellari prima dell’uccisione. Sartori è stato commissario politico del PFR in provincia di Rovigo.

    Note procedimento Tra le varie imputazioni a carico del Sartori vi è anche quella di sevizie in persone di Crivellari Tersilio e Sevan Maria. Nella sentenza si legge che la Sevan “unica teste che avrebbe dovuto attestare delle sevizie inferte a lei e al Crivellari non è affatto precisa nelle sue dichiarazioni”. Inoltre “quanto poi al fine politico di quanto il Sartori possa aver compiuto ai danni di costoro, è da richiamare che anche il Crivellari era stato denunciato quale autore di rapine e alla sua convenzione di raità deve attribuirsi la sua fucilazione per parte della OP di Adria”. In virtù del DP 22 giugno 1946 non si procede per i reati a lui ascritti in quanto estinti per amnistia.

Memorie
Bibliografia


Gianni Sparapan, Adria Partigiana, Minelliana, Stanghella, 1994, p. 114
Guida ai luoghi della memoria in Polesine 1943-1945, a cura di Laura Fasolin, s.d., p. 20

Sitografia


Fonti archivistiche

Fonti

ASRovigo, Registro delle sentenze penali delle Corte d’Assise, n.300/1946