Monigo, 18.1.1945

(Treviso - Veneto)

Monigo, 18.1.1945

Monigo, 18.1.1945
Descrizione

Località Monigo, Treviso, Treviso, Veneto

Data 21 novembre 1944 - 18 gennaio 1945

Matrice strage Fascista

Numero vittime 1

Numero vittime uomini 1

Numero vittime uomini adulti 1

Descrizione: Gino Merotto risiedeva con la famiglia a Col San Martino ed era ricercato dai fascisti.
Il 22 novembre i fanti di marina del Battaglione ‘Sagittario’ rastrellarono il paese e, presentatisi a casa di Merotto, vi trovarono la madre Eugenia e le sorelle Rita e Alice, rispettivamente di 22 e di 8 anni. Il sottotenente Sergio Mantelli, dell’Ufficio ‘I’ di reparto, chiese alle donne dove fosse il ricercato e non ricevendo risposta, fece per strozzare la madre Eugenia, puntò il mitra contro la bimba Alice e se la prese con Rita: poiché la ragazza aveva la testa fasciata per via di un ascesso, le tolse le bende e la schiaffeggiò sulla parte dolente. Non ottenendo risposta, ordinò ai suoi uomini di perquisire l’abitazione alla ricerca di armi: furono squarciati i materassi, rotte le finestre, le lampade e anche i tubi della cucina economica) e poi di saccheggiarla (asportando provviste, indumenti, biancheria, soldi, stoffe, una bicicletta nuova ecc. Da quel momento la vita di Rita divenne un inferno: i marò ritornarono più volte a casa sua, seguitando a devastarla; la convocarono al Comando di Farra di Soligo interrogandola con metodi brutali; da ultimo le imposero un ultimatum dicendole che avrebbe dovuto ripresentarsi assieme al fratello; in conclusione la ragazza, sentendosi in trappola, fece perdere le proprie tracce rifugiandosi presso dei parenti,
Gino rimase alla macchia fino a gennaio 1945, quando fu catturato dalle BBNN di Conegliano durante un rastrellamento e trasferito a Treviso nel Collegio Pio X, caserma della XX BN.
Dopo giorni di torture, il tenente BN Giorgio Brevinelli detto ‘Lince’ (ex partigiano e traditore) la sera del 18 gennaio lo fece uscire di cella e, portatolo a Monigo, nelle campagne circostanti il capoluogo, lo fece ammazzare dai suoi camerati lungo le rive del fiume Sile.

Modalità di uccisione: fucilazione

Violenze connesse: furto e-o saccheggio,sevizie-torture

Tipo di massacro: rastrellamento

Estremi e note penali: CAS Sezione Speciale di Treviso, istruttoria e sentenza n. 46 del 13.07.1946, RG 146/46, RGPM 54/46, a carico di Rosellini Angelo e altri.
Corte di Assise di Appello di Venezia, sentenza n. 2/53 del 27.05.1953 a carico di Rosellini Angelo
CAS Treviso, sentenza n. 19/45 del 4.7.1945, RG 26/45, RGPM 223-224.409745, a carico di Brevinelli Giorgio (‘Lince’) e altri, e relativa istruttoria.
CAS di Udine, sentenza n. 125 del 17 dicembre 1946 a carico di Valent Alfredo e di altri ufficiali e militi della XX BN di Treviso.

Il sottotenente Mantelli fu giudicato dalla CAS di Treviso nel 1946 e ritenuto colpevole di violenza privata e di sottrazione di beni ai civili, tuttavia fu amnistiato e scarcerato.
Il tenente Brevinelli (‘Lince’), processato dalla CAS di Treviso nel 1945, fu condannato a morte e passato per le armi al Poligono di Maserada.
Il milite Frignani Wainer fu condannato dalla CAS di Udine a 18 anni di reclusione, subito ridotti a 12 per condono (per una nutrita serie di reati).
Il milite De Conto Giuseppe (‘Giraffa’) perse la vita in uno scontro con i partigiani.

Scheda compilata da Federico Maistrello
Scarica la scheda in formato .pdf
Le schede monografiche in formato .pdf sono coperte da diritto d'autore.
Ogni uso improprio o non consentito è punibile ai sensi di legge

Ultimo aggiornamento dei dati: 2016-03-29 23:35:27

Vittime

Elenco vittime

Merotto Gino, classe 1918, di Farra di Soligo, sarto, Brigata ‘Mazzini’.

Elenco vittime partigiani 1

Merotto Gino, classe 1918, di Farra di Soligo, sarto, Brigata ‘Mazzini’.

Responsabili o presunti responsabili

Elenco reparti responsabili


Battaglione “Sagittario”/X Mas

Tipo di reparto: Esercito

Elenco persone responsabili o presunte responsabili


  • Aldo Gorgatti

    Nome Aldo

    Cognome Gorgatti

    Stato imputato in procedimento

    Note responsabile Caporalmaggiore, classe 1922, di Cordenons (PN), Ufficio ‘I’ Btg. ‘Sagittario’.

    Note procedimento CAS Sezione Speciale di Treviso, istruttoria e sentenza n. 46 del 13.07.1946, RG 146/46, RGPM 54/46, a carico di Rosellini Angelo e altri. Corte di Assise di Appello di Venezia, sentenza n. 2/53 del 27.05.1953 a carico di Rosellini Angelo CAS Treviso, sentenza n. 19/45 del 4.7.1945, RG 26/45, RGPM 223-224.409745, a carico di Brevinelli Giorgio (‘Lince’) e altri, e relativa istruttoria. CAS di Udine, sentenza n. 125 del 17 dicembre 1946 a carico di Valent Alfredo e di altri ufficiali e militi della XX BN di Treviso.

    Nome del reparto Ufficio “I”/X Mas

  • Giorgio Brevinelli

    Nome Giorgio

    Cognome Brevinelli

    Stato imputato in procedimento

    Note responsabile (‘Lince’), classe 1926, Reggio Emilia, tenente.

    Note procedimento CAS Sezione Speciale di Treviso, istruttoria e sentenza n. 46 del 13.07.1946, RG 146/46, RGPM 54/46, a carico di Rosellini Angelo e altri. Corte di Assise di Appello di Venezia, sentenza n. 2/53 del 27.05.1953 a carico di Rosellini Angelo CAS Treviso, sentenza n. 19/45 del 4.7.1945, RG 26/45, RGPM 223-224.409745, a carico di Brevinelli Giorgio (‘Lince’) e altri, e relativa istruttoria. CAS di Udine, sentenza n. 125 del 17 dicembre 1946 a carico di Valent Alfredo e di altri ufficiali e militi della XX BN di Treviso. Il tenente Brevinelli (‘Lince’), processato dalla CAS di Treviso nel 1945, fu condannato a morte e passato per le armi al Poligono di Maserada.

    Tipo di reparto fascista Brigata Nera

    Nome del reparto 20. Brigata nera “Amerino Cavallin” di Treviso

  • Giuseppe De Conto

    Nome Giuseppe

    Cognome De Conto

    Note responsabile Milite, classe 1926 (\"Giraffa\"), di Valdobbiadene. Il milite perse la vita in uno scontro con i partigiani.

    Note procedimento CAS Sezione Speciale di Treviso, istruttoria e sentenza n. 46 del 13.07.1946, RG 146/46, RGPM 54/46, a carico di Rosellini Angelo e altri. Corte di Assise di Appello di Venezia, sentenza n. 2/53 del 27.05.1953 a carico di Rosellini Angelo CAS Treviso, sentenza n. 19/45 del 4.7.1945, RG 26/45, RGPM 223-224.409745, a carico di Brevinelli Giorgio (‘Lince’) e altri, e relativa istruttoria. CAS di Udine, sentenza n. 125 del 17 dicembre 1946 a carico di Valent Alfredo e di altri ufficiali e militi della XX BN di Treviso.

    Tipo di reparto fascista Brigata Nera

    Nome del reparto 20. Brigata nera “Amerino Cavallin” di Treviso

  • Mario Pieroni

    Nome Mario

    Cognome Pieroni

    Stato imputato in procedimento

    Note responsabile Denominato \"Sagittario\".

    Note procedimento CAS Sezione Speciale di Treviso, istruttoria e sentenza n. 46 del 13.07.1946, RG 146/46, RGPM 54/46, a carico di Rosellini Angelo e altri. Corte di Assise di Appello di Venezia, sentenza n. 2/53 del 27.05.1953 a carico di Rosellini Angelo CAS Treviso, sentenza n. 19/45 del 4.7.1945, RG 26/45, RGPM 223-224.409745, a carico di Brevinelli Giorgio (‘Lince’) e altri, e relativa istruttoria. CAS di Udine, sentenza n. 125 del 17 dicembre 1946 a carico di Valent Alfredo e di altri ufficiali e militi della XX BN di Treviso.

    Nome del reparto Ufficio “I”/X Mas

  • Sergio Mantelli

    Nome Sergio

    Cognome Mantelli

    Stato imputato in procedimento

    Note responsabile Sottotenente, classe 1919, di Genova, Ufficio ‘I’ Btg. ‘Sagittario’.

    Note procedimento CAS Sezione Speciale di Treviso, istruttoria e sentenza n. 46 del 13.07.1946, RG 146/46, RGPM 54/46, a carico di Rosellini Angelo e altri. Corte di Assise di Appello di Venezia, sentenza n. 2/53 del 27.05.1953 a carico di Rosellini Angelo CAS Treviso, sentenza n. 19/45 del 4.7.1945, RG 26/45, RGPM 223-224.409745, a carico di Brevinelli Giorgio (‘Lince’) e altri, e relativa istruttoria. CAS di Udine, sentenza n. 125 del 17 dicembre 1946 a carico di Valent Alfredo e di altri ufficiali e militi della XX BN di Treviso. Il sottotenente Mantelli fu giudicato dalla CAS di Treviso nel 1946 e ritenuto colpevole di violenza privata e di sottrazione di beni ai civili, tuttavia fu amnistiato e scarcerato.

    Nome del reparto Ufficio “I”/X Mas

  • Wainer Frignani

    Nome Wainer

    Cognome Frignani

    Stato imputato in procedimento

    Note responsabile Comandante di squadra BN, classe 1926, di Tresigallo (FE).

    Note procedimento CAS Sezione Speciale di Treviso, istruttoria e sentenza n. 46 del 13.07.1946, RG 146/46, RGPM 54/46, a carico di Rosellini Angelo e altri. Corte di Assise di Appello di Venezia, sentenza n. 2/53 del 27.05.1953 a carico di Rosellini Angelo CAS Treviso, sentenza n. 19/45 del 4.7.1945, RG 26/45, RGPM 223-224.409745, a carico di Brevinelli Giorgio (‘Lince’) e altri, e relativa istruttoria. CAS di Udine, sentenza n. 125 del 17 dicembre 1946 a carico di Valent Alfredo e di altri ufficiali e militi della XX BN di Treviso. Il milite Frignani Wainer fu condannato dalla CAS di Udine a 18 anni di reclusione, subito ridotti a 12 per condono (per una nutrita serie di reati).

    Tipo di reparto fascista Brigata Nera

    Nome del reparto 20. Brigata nera “Amerino Cavallin” di Treviso

Memorie
Bibliografia


Federico Maistrello, XX Brigata Nera. Attività squadrista in Treviso e provincia, Istresco, Treviso, 2006, p. 157-158;

Oscar Stival, tesi di laurea, L’uguaglianza nel cuore, Storia di Gino Merotto, partigiano, Ca’ Foscari Venezia, 2011-2012.

Sitografia


Fonti archivistiche

Fonti

CAS Sezione Speciale di Treviso, istruttoria e sentenza n. 46 del 13.07.1946, RG 146/46, RGPM 54/46, a carico di Rosellini Angelo e altri;

Corte di Assise di Appello di Venezia, sentenza n. 2/53 del 27.05.1953 a carico di Rosellini Angelo;

CAS Treviso, sentenza n. 19/45 del 4.7.1945, RG 26/45, RGPM 223-224.409745, a carico di Brevinelli Giorgio (‘Lince’) e altri, e relativa istruttoria;

CAS di Udine, sentenza n. 125 del 17 dicembre 1946 a carico di Valent Alfredo e di altri ufficiali e militi della XX BN di Treviso.