Ariano Polesine 5-12-1944

(Rovigo - Veneto)

Ariano Polesine 5-12-1944

Ariano Polesine 5-12-1944
Descrizione

Località Ariano Polesine, Ariano nel Polesine, Rovigo, Veneto

Data 5 dicembre 1944

Matrice strage Fascista

Numero vittime 1

Numero vittime uomini 1

Numero vittime uomini adulti 1

Descrizione: Il 5 dicembre 1944 Gastone Armando Romagnoli viene arrestato con i congiunti Ugo e Arturo Romagnoli dalle Brigate Nere e condotto nella loro sede di Ariano Polesine. L’accusa è di aver dato ospitalità ad alcuni partigiani oltre che ad aver partecipato alla strage della famiglia Gaffarelli, senza accertare l’omonimia con il vero coinvolto Sante Romagnoli. La sola “colpa” era quella di ascoltare Radio Londra. Interrogato e torturato, viene ucciso dal Rinaldi con due colpi di pistola dopo essersi rivolto al suo accusatore pronunciando la frase: “Se mi uccideranno, i miei compagni mi vendicheranno”. Il corpo viene esposto nella piazza di Ariano. Sepolto nel cimitero di Bellombra, viene poi traslato in quello di Papozze per essere ricongiunto ai genitori.

Modalità di uccisione: uccisione con armi da fuoco

Trattamento dei cadaveri: Esposizione dei cadaveri

Tipo di massacro: punitivo

Scheda compilata da Laura Fasolin
Scarica la scheda in formato .pdf
Le schede monografiche in formato .pdf sono coperte da diritto d'autore.
Ogni uso improprio o non consentito è punibile ai sensi di legge

Ultimo aggiornamento dei dati: 2016-01-04 17:27:59

Vittime

Elenco vittime

Romagnoli Gastone, di Pietro e Ferrari Olga, nato il 10.8.1920 a Bottrighe e residente a Bellombra. Chiamato alle armi nel marzo del ’40 e giunto nel 56° Regg.to Fanteria, subisce numerosi ricoveri sino all’ottenimento del congedo assoluto nel novembre del ’42. Il Romagnoli è deceduto alle ore 11 e 20 nei locali della VIII Compagnia della XIX Brigata Nera Polesana.

Elenco vittime civili 1

Romagnoli Gastone

Responsabili o presunti responsabili

Elenco reparti responsabili


19. Brigata nera “Romolo Gori” di Rovigo

Tipo di reparto: Brigata Nera

Elenco persone responsabili o presunte responsabili


  • Antonio Rinaldi

    Nome Antonio

    Cognome Rinaldi

    Ruolo nella strage Autore

    Stato imputato in procedimento

    Note responsabile Antonio Rinaldi, nato l\'11 ottobre 1914 a S. Giorgio di Piano (Bo). Comandante della Brigata Nera di Ariano Polesine

    Note procedimento Tra i molteplici capi di imputazione del Rinaldi vi è l’uccisine del Romagnoli e il vilipendio del suo cadavere con l’esposizione nella piazza di Ariano Polesine. Con sentenza del 15 giugno 1945 al Rinaldi viene comminata la pena di morte. Il ricorso in Cassazione viene rigettato dando corso all’esecuzione della sentenza il 28 agosto 1945.

    Tipo di reparto fascista Brigata Nera

    Nome del reparto 19. Brigata nera “Romolo Gori” di Rovigo

Memorie
Bibliografia


Guida ai luoghi della memoria in Polesine 1943-1945, a cura di Laura Fasolin, p. 21.
Gianni Sparapan, Adria partigiana, Minelliana, Rovigo, 1994, pp. 129, 130, 165, 167, 174.
Fascisti e collaborazionisti nel Polesine durante l'occupazione tedesca, a cura di Gianni Sparapan, Marsilio, Venezia, 1991, pp. 92, 99, 108, 110, 265

Sitografia


Fonti archivistiche

Fonti

ASRovigo, Ruoli matricolari 1920.
ASRovigo, Registro delle sentenze della Corte d’Assise di Rovigo, 1/1945.
Comune di Ariano Polesine, Atto di morte.