Loria, 13.4.1945

(Treviso - Veneto)

Loria, 13.4.1945

Loria, 13.4.1945
Descrizione

Località Loria, Loria, Treviso, Veneto

Data 30 marzo 1945 - 13 aprile 1945

Matrice strage Fascista

Numero vittime 4

Numero vittime uomini 4

Numero vittime uomini adulti 4

Descrizione: La sera del 29 marzo 1945 i partigiani catturarono tre donne di Loria in odore di complicità con alcuni giovinastri autori di furti e rapine: Ester Battistella in Canel (sulla quale pesava anche il sospetto di essere una spia per conto delle BBNN di Asolo) la figlia di lei Rina, diciassettenne, e la cugina Afra Ceccato coetanea di Rina. L’intenzione era di ammonirle spaventandole per bene, pertanto le condussero in aperta campagna e dopo aver tagliato loro i capelli se ne andarono lasciandole legate a degli alberi di betulla con indosso la scritta “ladre catturate dai partigiani e qui legate”. Tuttavia il mattino successivo Esterina fu trovata uccisa con una raffica di mitra (l’assassino non fu mai trovato, forse era un partigiano tornato sui suoi passi oppure un complice timoroso d’essere stato tradito) e le BBNN guidate dalle indicazioni delle due ragazze, piombarono in paese arrestando quanti erano sospettati di essere dei resistenti o degli antifascisti.
Gli interrogatori dei fermati cominciarono in una stalla, dove i prigionieri furono sistematicamente presi a calci e a pugni e bastonati prima di essere rimessi in libertà; alla fine rimasero i due Costa – padre e figlio – Lazzari e Porcellato che furono massacrati di botte; un testimone vide Sisto Ermenegildo legato a una sedia, con il volto tumefatto e un occhio che pendeva fuori dall’orbita.
Portati dapprima nella sede di Asolo per essere sottoposti a ulteriori brutali interrogatori, i malcapitati furono infine trasferiti nella caserma della BN di Treviso (ex Collegio Pio X) e torturati per giorni.
La notte del 13 aprile furono prelevati dai militi della Squadra Speciale (addetti agli ammazzamenti di nascosto), condotti lungo il Sile nei pressi di Carbonera, legati tutti assieme, storditi a colpi di bottiglia sulla testa e infine gettati ad annegare nell’acqua. Il responsabile della BN di Asolo fu rassicurato dalla telefonata di un milite: “Comandante, ai quattro di Loria abbiamo fatto fare il salto!”.

Modalità di uccisione: annegamento

Trattamento dei cadaveri: Occultamento dei cadaveri

Tipo di massacro: rappresaglia

Estremi e note penali: CAS di Treviso, sentenza n. 2/45 del 9.6.1945 - R.G.2/45 - R.G.P.M. 1/45, a carico di Migotti Vincenzo e altri
Archivio del Tribunale di Treviso, fasc. 998/1945, procedimento contro ignoti per l’omicidio di Battistella Esterina aperto nel marzo 1945 dal pretore di Castelfranco Veneto:
Migotti Vicenzo e Dinali Flavio furono condannati a morte dalla CAS di Treviso (sentenza mai eseguita);
Migotti Glauco e Metilli Gino furono condannati a 4 anni di reclusione ciascuno.

Scheda compilata da Federico Maistrello
Scarica la scheda in formato .pdf
Le schede monografiche in formato .pdf sono coperte da diritto d'autore.
Ogni uso improprio o non consentito è punibile ai sensi di legge

Ultimo aggiornamento dei dati: 2016-01-04 16:31:00

Vittime

Elenco vittime

1. Costa Giovanni, classe 1894, di Loria, contadino, Brigata ‘Martiri del Grappa’,
2. Costa Sisto Ermenegildo, classe 1926, di Loria, contadino, Brigata ‘Martiri del Grappa’;
3. Lazzari Carlo (‘Lepre’), classe 1921, di Loria, cuoco, Brigata ‘Martiri del Grappa’, vicecomandante di Btg;
4. Porcellato Agostino, classe 1920, di Loria, contadino, Brigata ‘Martiri del Grappa’.

Elenco vittime civili 4

1. Costa Giovanni, classe 1894, di Loria, contadino, Brigata ‘Martiri del Grappa’,
2. Costa Sisto Ermenegildo, classe 1926, di Loria, contadino, Brigata ‘Martiri del Grappa’;
3. Lazzari Carlo (‘Lepre’), classe 1921, di Loria, cuoco, Brigata ‘Martiri del Grappa’, vicecomandante di Btg;
4. Porcellato Agostino, classe 1920, di Loria, contadino, Brigata ‘Martiri del Grappa’.

Responsabili o presunti responsabili

Elenco reparti responsabili


Elenco persone responsabili o presunte responsabili


  • Flavio Dinali

    Nome Flavio

    Cognome Dinali

    Stato imputato in procedimento

    Note responsabile Non si seppe mai il nome degli esecutori materiali del quadruplice omicidio, tuttavia è noto che il piccolo reparto era diretto dal tenente BN Giorgio Brevinelli detto ‘Lince’, ex partigiani e traditore.

    Note procedimento CAS di Treviso, sentenza n. 2/45 del 9.6.1945 - R.G.2/45 - R.G.P.M. 1/45, a carico di Migotti Vincenzo e altri Archivio del Tribunale di Treviso, fasc. 998/1945, procedimento contro ignoti per l’omicidio di Battistella Esterina aperto nel marzo 1945 dal pretore di Castelfranco Veneto: Migotti Vicenzo e Dinali Flavio furono condannati a morte dalla CAS di Treviso (sentenza mai eseguita).

  • Gino Metilli

    Nome Gino

    Cognome Metilli

    Stato imputato in procedimento

    Note responsabile Milite, classe 1923, di Deruta (Perugia). Non si seppe mai il nome degli esecutori materiali del quadruplice omicidio (comunque squadristi della XX BN di Treviso e del distaccamento di Asolo) , tuttavia è noto che il piccolo reparto era diretto dal tenente BN Giorgio Brevinelli detto ‘Lince’, ex partigiani e traditore.

    Note procedimento CAS di Treviso, sentenza n. 2/45 del 9.6.1945 - R.G.2/45 - R.G.P.M. 1/45, a carico di Migotti Vincenzo e altri Archivio del Tribunale di Treviso, fasc. 998/1945, procedimento contro ignoti per l’omicidio di Battistella Esterina aperto nel marzo 1945 dal pretore di Castelfranco Veneto:Migotti Glauco e Metilli Gino furono condannati a 4 anni di reclusione ciascuno.

    Tipo di reparto fascista Brigata Nera

    Nome del reparto 20. Brigata nera “Amerino Cavallin” di Treviso

  • Glauco Migotti

    Nome Glauco

    Cognome Migotti

    Stato imputato in procedimento

    Note responsabile Milite, classe1928, di Treviso, figlio di Vincenzo. Non si seppe mai il nome degli esecutori materiali del quadruplice omicidio (comunque squadristi della XX BN di Treviso e del distaccamento di Asolo), tuttavia è noto che il piccolo reparto era diretto dal tenente BN Giorgio Brevinelli detto ‘Lince’, ex partigiani e traditore.

    Note procedimento CAS di Treviso, sentenza n. 2/45 del 9.6.1945 - R.G.2/45 - R.G.P.M. 1/45, a carico di Migotti Vincenzo e altri Archivio del Tribunale di Treviso, fasc. 998/1945, procedimento contro ignoti per l’omicidio di Battistella Esterina aperto nel marzo 1945 dal pretore di Castelfranco Veneto: Migotti Glauco e Metilli Gino furono condannati a 4 anni di reclusione ciascuno.

    Tipo di reparto fascista Brigata Nera

    Nome del reparto 20. Brigata nera “Amerino Cavallin” di Treviso

  • Tullio Fabbian

    Nome Tullio

    Cognome Fabbian

    Stato imputato in procedimento

    Note responsabile Di S.Marco di Resana. Non si seppe mai il nome degli esecutori materiali del quadruplice omicidio (comunque squadristi della XX BN di Treviso e del distaccamento di Asolo), tuttavia è noto che il piccolo reparto era diretto dal tenente BN Giorgio Brevinelli detto ‘Lince’, ex partigiani e traditore.

    Note procedimento CAS di Treviso, sentenza n. 2/45 del 9.6.1945 - R.G.2/45 - R.G.P.M. 1/45, a carico di Migotti Vincenzo e altri Archivio del Tribunale di Treviso, fasc. 998/1945, procedimento contro ignoti per l’omicidio di Battistella Esterina aperto nel marzo 1945 dal pretore di Castelfranco Veneto.

    Tipo di reparto fascista Brigata Nera

    Nome del reparto 20. Brigata nera “Amerino Cavallin” di Treviso

  • Vincenzo Migotti

    Nome Vincenzo

    Cognome Migotti

    Stato imputato in procedimento

    Note responsabile Tenente, classe 1901, di Udine e residente a Nervesa della Battaglia, comandante Asolo. Non si seppe mai il nome degli esecutori materiali del quadruplice omicidio (erano comunque squadristi della XX BN di Treviso e del distaccamento di Asolo), tuttavia è noto che il piccolo reparto era diretto dal tenente BN Giorgio Brevinelli detto ‘Lince’, ex partigiani e traditore.

    Note procedimento CAS di Treviso, sentenza n. 2/45 del 9.6.1945 - R.G.2/45 - R.G.P.M. 1/45, a carico di Migotti Vincenzo e altri Archivio del Tribunale di Treviso, fasc. 998/1945, procedimento contro ignoti per l’omicidio di Battistella Esterina aperto nel marzo 1945 dal pretore di Castelfranco Veneto: Migotti Vicenzo e Dinali Flavio furono condannati a morte dalla CAS di Treviso (sentenza mai eseguita).

    Tipo di reparto fascista Brigata Nera

    Nome del reparto 20. Brigata nera “Amerino Cavallin” di Treviso

Memorie
Bibliografia


Federico Maistrello, XX Brigata Nera - attività squadrista in Treviso e provincia (luglio 1944/ aprile 1945), Istresco, Treviso, 2006, pp. 171-174;

Elio Fregonese, I caduti trevigiani nella guerra di Liberazione 1943-1945, Istresco, Treviso, 1993 pp. 67, 110, 148.

Sitografia


Fonti archivistiche

Fonti

CAS di Treviso, sentenza n. 2/45 del 9.6.1945 - R.G.2/45 - R.G.P.M. 1/45, a carico di Migotti Vincenzo e altri
Archivio del Tribunale di Treviso, fasc. 998/1945, procedimento contro ignoti per l’omicidio di Battistella Esterina aperto nel marzo 1945 dal pretore di Castelfranco Veneto.