ASCIANO PISANO SAN GIULIANO TERME 05.08.1944

(Pisa - Toscana)

ASCIANO PISANO SAN GIULIANO TERME 05.08.1944

ASCIANO PISANO SAN GIULIANO TERME 05.08.1944
Descrizione

Località Asciano Pisano, San Giuliano Terme, Pisa, Toscana

Data 5 agosto 1944

Matrice strage Nazista

Numero vittime 4

Numero vittime uomini 4

Numero vittime uomini senza informazioni 4

Descrizione: Ad Asciano era nato un CLN dopo l’8 settembre per iniziativa del professor Leonida Tonelli (matematico, uno dei 13 firmatari del Manifesto antifascista di Croce), a cui partecipa anche il parroco don Egidio Garzella.
Il 1 luglio 1944 viene fondata la formazione partigiana “Nevilio Casarosa”, operante sui Monti Pisani e guidata dal capitano di carriera Luigi Franceschi (che poi rompe col CLN, e viene sostituito dal tenente Ilio Cecchini), con una decina di ascianesi e altri italiani, insieme a diversi stranieri (soprattutto turchestani), per un totale di circa 100 uomini.
Il 4 agosto i partigiani attaccano una postazione telefonica dell’artiglieria tedesca, nelle vicinanze della sede del comando a Villa Leoli (in cui muoiono i partigiani Paolo Baracchini e Pirro Capocchi). La rappresaglia parte immediatamente; la notte tra il 4 e il 5, in località Prato, viene trucidata Licia Rosati, sorella di Faliero Rosati (partigiano e tra i primi fondatori del locale CLN). Nel seguito, vengono arrestati 35 ostaggi e sono uccisi, presso Villa Borri, 4 italiani sospettati di essere in contatto con la Casarosa.

Modalità di uccisione: uccisione con armi da fuoco

Tipo di massacro: rappresaglia

Estremi e note penali: A seguito di una denunzia del padre di Mario Biagi, inoltrata ai Carabinieri di Livorno e da questi a quelli di Pisa, vengono condotti alcuni interrogatori, e tutto il materiale è inoltrato alla Commissione per i Crimini di Guerra, nel corso del maggio 1946. Nella vicenda si inseriscono anche le indagini sulla uccisione di Licia Rosati.
La sorte del fascicolo è quella comune a tutti i fascicoli dell’”armadio della vergogna”. In aggiunta, però, nel 1966 la procura di Ludwigsburg chiede la documentazione per la riapertura del procedimento.

Scheda compilata da Gianluca Fulvetti
Scarica la scheda in formato .pdf
Le schede monografiche in formato .pdf sono coperte da diritto d'autore.
Ogni uso improprio o non consentito è punibile ai sensi di legge

Ultimo aggiornamento dei dati: 2016-02-12 20:46:42

Vittime

Elenco vittime

Biagi Mario.
Giannelli Elio.
Giannelli Sergio.
Selmi Silvio.

Elenco vittime indefinite 4

Biagi Mario.
Giannelli Elio.
Giannelli Sergio.
Selmi Silvio.

Responsabili o presunti responsabili

Elenco reparti responsabili


Elenco persone responsabili o presunte responsabili


  • Sconosciuto Hofer

    Nome Sconosciuto

    Cognome Hofer

    Ruolo nella strage Autore

    Note responsabile maresciallo d\'artigliera.

    Nome del reparto Reparto tedesco non precisato

  • Sconosciuto Kuhnel

    Nome Sconosciuto

    Cognome Kuhnel

    Ruolo nella strage Autore

    Note responsabile capitano.

    Nome del reparto Reparto tedesco non precisato

Memorie

Memorie legate a questa strage

  • monumento a San Giuliano Terme, Asciano Pisano, via Condotti

    Tipo di memoria: monumento

    Ubicazione: San Giuliano Terme, Asciano Pisano, via Condotti

    Descrizione: Monumento ai caduti civili di Asciano in via Condotti, dove però è riportato solo il nome di Selmi.

Bibliografia


Aldo Tratzi, Asciano e la sua storia, Europrint, Pisa, 1992.
Renzo Vanni, La Resistenza dalla Maremma alle Apuane, Giardini, Pisa, 1972.

Sitografia


http://www.resistenzatoscana.it/monumenti/san_giuliano_terme/monumento_ai_caduti_di_asciano/

Fonti archivistiche

Fonti