Godega Sant’Urbano, 3.10.1944

(Treviso - Veneto)

Godega Sant’Urbano, 3.10.1944

Godega Sant’Urbano, 3.10.1944
Descrizione

Località Godega Sant’Urbano, Godega di Sant'Urbano, Treviso, Veneto

Data 3 ottobre 1944

Matrice strage Nazifascista

Numero vittime 1

Numero vittime uomini 1

Numero vittime uomini adulti 1

Descrizione: Il mattino del 3 ottobre 1944 le BBNN rastrellarono Godega S. Urbano arrestando una quindicina di giovani e conducendoli nella piazza centrale del paese a bordo di un camion; tra loro c’era Ugo Costella, sul quale gravava il sospetto di avere sottratto dal Municipio una macchina da scrivere per conto dei ‘ribelli’. Il giovane fu fatto scendere e bastonato a sangue, dopo di che fu fatto passare a piedi davanti all’edificio del Municipio e un’impiegata, nascosta nell’atrio, lo guardò, lo riconobbe e disse ai fascisti che era lui l’autore del furto. Allora gli squadristi passarono una corda attorno al ramo di un albero della piazza, sollevarono Costella, gli misero un cappio al collo e lo lasciarono appeso a dibattersi ma, prima di allontanarsi, lo finirono con una raffica di mitra.

Modalità di uccisione: impiccagione,uccisione con armi da fuoco

Trattamento dei cadaveri: Esposizione dei cadaveri

Tipo di massacro: rastrellamento

Estremi e note penali: Condanne in primo grado (CAS Treviso):
Botter Giuseppe condanna a morte nel luglio 1945, fucilato a Volterra il 26 marzo 1946, per questo e altri reati;
Simeoni Mario, condanna a morte (mai eseguita);
Mariani Bruno reclusione per 28 anni;
Acquoti Aldo, reclusione per anni 16.

Scheda compilata da Federico Maistrello
Scarica la scheda in formato .pdf
Le schede monografiche in formato .pdf sono coperte da diritto d'autore.
Ogni uso improprio o non consentito è punibile ai sensi di legge

Ultimo aggiornamento dei dati: 2016-07-07 13:15:21

Vittime

Elenco vittime

Costella Ugo, classe 1922, di Vittorio Veneto, impiegato, staffetta della Brigata ‘Cairoli’.

Elenco vittime partigiani 1

Costella Ugo, classe 1922, di Vittorio Veneto, impiegato, staffetta della Brigata ‘Cairoli’.

Responsabili o presunti responsabili

Elenco reparti responsabili


SD Conegliano Veneto


Appartenenza: Sicherheitspolizei u. SD

Elenco persone responsabili o presunte responsabili


  • Aldo Acquoti

    Nome Aldo

    Cognome Acquoti

    Stato imputato in procedimento

    Note responsabile Milite, classe 1915, di Alto Posio (LU). Maria Garroni fu la spia che raccolse la notizia del furto e individuò l’impiegata che poi si prestò all’operazione per il riconoscimento del furto della macchina da scrivere; Simeoni bastonò a sangue Costella, ‘Rudnik’ e Scottà lo impiccarono; gli altri parteciparono a vario titolo alle sevizie e alla morte della vittima. Il capitano Cacciatori Giuseppe decedette prima della fine della guerra. Di ‘Rudnik’, Scottà e Garroni Maria si persero le tracce.

    Note procedimento Condanne in primo grado (CAS Treviso): Acquoti Aldo, reclusione per anni 16.

  • Bruno Mariani

    Nome Bruno

    Cognome Mariani

    Stato imputato in procedimento

    Note responsabile Milite, classe 1917, di Conegliano. Maria Garroni fu la spia che raccolse la notizia del furto e individuò l’impiegata che poi si prestò all’operazione per il riconoscimento del furto della macchina da scrivere; Simeoni bastonò a sangue Costella, ‘Rudnik’ e Scottà lo impiccarono; gli altri parteciparono a vario titolo alle sevizie e alla morte della vittima. Il capitano Cacciatori Giuseppe decedette prima della fine della guerra. Di ‘Rudnik’, Scottà e Garroni Maria si persero le tracce.

    Note procedimento Condanne in primo grado (CAS Treviso): Mariani Bruno reclusione per 28 anni.

  • Giuseppe Botter

    Nome Giuseppe

    Cognome Botter

    Ruolo nella strage Autore

    Stato imputato in procedimento

    Note responsabile Milite, classe 1907, di Conegliano. Maria Garroni fu la spia che raccolse la notizia del furto e individuò l’impiegata che poi si prestò all’operazione per il riconoscimento del furto della macchina da scrivere; Simeoni bastonò a sangue Costella, ‘Rudnik’ e Scottà lo impiccarono; gli altri parteciparono a vario titolo alle sevizie e alla morte della vittima. Il capitano Cacciatori Giuseppe decedette prima della fine della guerra. Di ‘Rudnik’, Scottà e Garroni Maria si persero le tracce.

    Note procedimento Condanne in primo grado (CAS Treviso): Botter Giuseppe condanna a morte nel luglio 1945, fucilato a Volterra il 26 marzo 1946, per questo e altri reati.

  • Giuseppe Cacciatori

    Nome Giuseppe

    Cognome Cacciatori

    Note responsabile Capitano BN, comandante del distaccamento BN di Conegliano. Deceduto prima della fine della guerra.

  • Maria Garroni

    Nome Maria

    Cognome Garroni

    Note responsabile Non meglio identificata, spia per conto delle BN. Maria Garroni fu la spia che raccolse la notizia del furto e individuò l’impiegata che poi si prestò all’operazione per il riconoscimento del furto della macchina da scrivere.

  • Mario Scottà

    Nome Mario

    Cognome Scottà

    Stato imputato in procedimento

    Note responsabile Milite, di San Vendemiano. Maria Garroni fu la spia che raccolse la notizia del furto e individuò l’impiegata che poi si prestò all’operazione per il riconoscimento del furto della macchina da scrivere; Simeoni bastonò a sangue Costella, ‘Rudnik’ e Scottà lo impiccarono; gli altri parteciparono a vario titolo alle sevizie e alla morte della vittima. Il capitano Cacciatori Giuseppe decedette prima della fine della guerra. Di ‘Rudnik’, Scottà e Garroni Maria si persero le tracce.

  • Mario Simeoni

    Nome Mario

    Cognome Simeoni

    Stato imputato in procedimento

    Note responsabile Milite, classe 1925, di San Pietro di Feletto.

    Note procedimento Condanne in primo grado (CAS Treviso): Simeoni Mario, condanna a morte (mai eseguita).

  • Stanko Vodopivez

    Nome Stanko

    Cognome Vodopivez

    Note responsabile Sergente SS, detto ‘Rudnik’, il quale collaborava costantemente con le BN di Conegliano, partecipando a tutti i rastrellamenti della zona.

    Nome del reparto SD Conegliano Veneto

Memorie

Memorie legate a questa strage

  • onorificenza alla persona a

    Tipo di memoria: onorificenza alla persona

    Descrizione: Costella fu decorato con medaglia d’argento al valor militare.

Bibliografia


Federico Maistrello, XX Brigata Nera - attività squadrista in Treviso e provincia (luglio 1944/ aprile 1945), Istresco, Treviso, 2006, pp. 101-102;
Elio Fregonese, I caduti trevigiani nella guerra di Liberazione 1943-1945, Istresco, Treviso, 1993 p. 68.

Sitografia


Fonti archivistiche

Fonti

CAS di Treviso, sentenza n.46/45 del 19.7.1945 - R.G.P.M. n.301/311 – 1945, a carico di Coassin Isidoro e militi vari del distaccamento BN di Conegliano.