Gaiarine, 23.1.1945

(Treviso - Veneto)

Gaiarine, 23.1.1945

Gaiarine, 23.1.1945
Descrizione

Località Gaiarine, Gaiarine, Treviso, Veneto

Data 23 gennaio 1945

Matrice strage Fascista

Numero vittime 2

Numero vittime uomini 2

Numero vittime uomini adulti 2

Descrizione: Cortellazzi e Lunardelli furono catturati il 19 gennaio 1945 nel corso di un rastrellamento eseguito dai legionari della GNR di Codognè (TV) grazie alle rivelazioni di un delatore. Portati in caserma e interrogati, dopo quattro giorni di sevizie e torture la sera del 23 gennaio furono trascinati in aperta campagna, lungo le rive del fiume Livenza, e passati per le armi.

Modalità di uccisione: arma da taglio,uccisione con armi da fuoco

Violenze connesse: sevizie-torture

Tipo di massacro: rastrellamento

Scheda compilata da Federico Maistrello
Scarica la scheda in formato .pdf
Le schede monografiche in formato .pdf sono coperte da diritto d'autore.
Ogni uso improprio o non consentito è punibile ai sensi di legge

Ultimo aggiornamento dei dati: 2016-01-04 13:53:37

Vittime

Elenco vittime

1. Cortellazzi Erminio (‘Mantova’), classe 1924, di Viadana (Mantova), Brigata “Fratelli d’Italia”;
2. Lunardelli Angelo, classe 1917, di Gaiarine, contadino, Brigata “Fratelli d’Italia”.

Elenco vittime partigiani 2

1. Cortellazzi Erminio (‘Mantova’), classe 1924, di Viadana (Mantova), Brigata “Fratelli d’Italia”;
2. Lunardelli Angelo, classe 1917, di Gaiarine, contadino, Brigata “Fratelli d’Italia”.

Responsabili o presunti responsabili

Elenco reparti responsabili


2. Compagnia/battaglione combattente M “Romagna” GNR

Tipo di reparto: Guardia Nazionale Repubblicana

Elenco persone responsabili o presunte responsabili


  • Giuseppe Zoli

    Nome Giuseppe

    Cognome Zoli

    Ruolo nella strage Autore

    Stato imputato in procedimento

    Note responsabile Legionario, di Predappio.

    Tipo di reparto fascista Guardia Nazionale Repubblicana

    Nome del reparto 2. Compagnia/battaglione combattente M “Romagna” GNR

  • Ignoto Ignoto

    Nome Ignoto

    Cognome Ignoto

    Ruolo nella strage Autore

    Note responsabile Un sottufficiale denominato “maresciallo delle vacche”, adibito ai sequestri del bestiame (non meglio identificato).

    Tipo di reparto fascista Guardia Nazionale Repubblicana

    Nome del reparto 2. Compagnia/battaglione combattente M “Romagna” GNR

  • Mario Testa

    Nome Mario

    Cognome Testa

    Ruolo nella strage Autore

    Stato imputato in procedimento

    Note responsabile Sottotenente, di Bergamo, classe 1925.

    Tipo di reparto fascista Guardia Nazionale Repubblicana

    Nome del reparto 2. Compagnia/battaglione combattente M “Romagna” GNR

Memorie

Memorie legate a questa strage

  • onorificenza alla persona a

    Tipo di memoria: onorificenza alla persona

    Descrizione: Medaglia d’argento al valor militare conferita nel dopoguerra a Lunardelli Angelo.

Bibliografia


Federico Maistrello, Partigiani e nazifascisti nell’Opitergino, Cierre, Verona, 2001, pp. 111/112;

Elio Fregonese, I caduti trevigiani nella guerra di Liberazione 1943-1945, Istresco, Treviso, 1993, p. 113.

Sitografia


Fonti archivistiche

Fonti

Archivio del Tribunale di Treviso, Tribunale Speciale per la Difesa dello Stato RSI, fasc. n. 1286/45, relazione dei carabinieri di Codogné (TV) del 4 maggio 1955, protocollo n. 13/16;

Archivio del Tribunale di Treviso, Tribunale Speciale per la Difesa dello Stato RSI, fasc. n. 1488/45, relazione in data 27.01.1945 redatta dal medico che effettuò la perizia necroscopica sui corpi delle due vittime.