Conegliano, 4.8.1944

(Treviso - Veneto)

Conegliano, 4.8.1944

Conegliano, 4.8.1944
Descrizione

Località Conegliano, Conegliano, Treviso, Veneto

Data 4 agosto 1944

Matrice strage Fascista

Numero vittime 4

Numero vittime uomini 4

Numero vittime uomini adulti 4

Descrizione: Dopo l’attentato del 3 agosto 1944 compiuto a Susegana contro il colonnello Giorgio Milazzo comandante del 29° CMP di Treviso (ferito leggermente al dito di una mano), tutti i Corpi repubblicani della zona uscirono in rastrellamento per rintracciare i responsabili catturando quattro giovani che però nulla avevano avuto a che fare con la vicenda: Camillo, Lazzarin, Petrovich e Pozzi.
Milazzo convocò immediatamente un Tribunale Militare Straordinario per il 4 agosto, così da giustificare con un atto ufficiale quella che era una sua vendetta personale; il processo fu celebrato presso il Teatro ‘Accademia’ di Conegliano mentre la piazza antistante il Teatro era presidiata da ingenti forze fasciste.
Il procedimento fu rapido e si concluse con la condanna a morte dei quattro giovani (un quinto, Tonon Francesco - portiere all’ospedale di Conegliano coinvolto in qualche modo nell’evasione del partigiano Tomasello Elio colà ricoverato - fu assolto). I condannati rischiarono di essere linciati dalla folla dei fascisti che li attendevano all’uscita del teatro e volevano impiccarli a tutti i costi, tuttavia furono sottratti agli scalmanati, caricati su un camion e portati a Susegana, lungo le rive del Piave, dove furono passati per le armi da un plotone di BN.

Modalità di uccisione: fucilazione

Tipo di massacro: rappresaglia

Estremi e note penali: CAS di Treviso, sentenza n.60/46 del 29.8.1946 - R.G. 51/1946 - R.G.P.M. n.1450/45, a carico di Milazzo Giorgio e altri.
CAS Treviso, sentenza n.36/46 del 7.6.1946 - R.G.n.5 e 5 bis/1946 - R.G.P.M. 1859/46 a carico di Pillon Attilio e altri membri del CRA di Conegliano.
La CAS di Treviso nel 1946 condannò Milazzo a 15 anni di reclusione di cui 5 subito condonati, Volzone (il Presidente) a 10 anni, mentre gli altri membri della Corte furono tutti amnistiati.

Annotazioni: Il Codice Penale Militare antecedente l’8 settembre 1943 contemplava due tipi di Tribunale: quello Militare Ordinario per la repressione dei reati militari, e quello Militare Straordinario, reato con bando del Dice del 20 giugno 1940, per giudicare i reati commessi nel corso delle operazioni belliche.
Il Tribunale Militare Straordinario si avvaleva di procedure più sbrigative, dall’esito immediato e nel 1944 la sua competenza fu estesa a tutti i reati militari.
Ai Tribunali Militari, Ordinari e Straordinari, erano affiancati i Tribunali per la Difesa dello Stato della RSI e i Tribunali Provinciali Straordinari, entrambi destinati a perseguire le attività antifasciste.

Scheda compilata da Federico Maistrello
Scarica la scheda in formato .pdf
Le schede monografiche in formato .pdf sono coperte da diritto d'autore.
Ogni uso improprio o non consentito è punibile ai sensi di legge

Ultimo aggiornamento dei dati: 2016-08-03 20:47:08

Vittime

Elenco vittime

1. Camillo Leopoldo, classe 1922, di Susegana, contadino, Brigata ‘Mazzini’;
2. Lazzarin Giuseppe, classe 1915, di Conegliano, impiegato, Brigata ‘Mazzini’;
3. Petrovich Beniamino, classe 1922, Codognè, studente del 3° anno liceo classico, Brigata ‘Cacciatori della Pianura’;
4. Pozzi Ivo, classe 1925, di Falzè di Piave, impiegato, Brigata ‘Mazzini’.

Elenco vittime partigiani 4

1. Camillo Leopoldo, classe 1922, di Susegana, contadino, Brigata ‘Mazzini’;
2. Lazzarin Giuseppe, classe 1915, di Conegliano, impiegato, Brigata ‘Mazzini’;
3. Petrovich Beniamino, classe 1922, Codognè, studente del 3° anno liceo classico, Brigata ‘Cacciatori della Pianura’;
4. Pozzi Ivo, classe 1925, di Falzè di Piave, impiegato, Brigata ‘Mazzini’.

Responsabili o presunti responsabili

Elenco reparti responsabili


Elenco persone responsabili o presunte responsabili


  • Angelo Tessaro

    Nome Angelo

    Cognome Tessaro

    Stato imputato in procedimento

    Note responsabile Alpino, classe 1919, di Onè di Fonte.

    Note procedimento CAS Treviso, sentenza n.36/46 del 7.6.1946 - R.G.n.5 e 5 bis/1946 - R.G.P.M. 1859/46 a carico di Pillon Attilio e altri membri del CRA di Conegliano.

    Nome del reparto Centro Raccolta Alpini di Conegliano

  • Antonio Crivellari

    Nome Antonio

    Cognome Crivellari

    Stato imputato in procedimento

    Note responsabile Capitano. Classe 1906, di Trieste, avvocato nella vita civile, Pubblico Ministero

    Note procedimento La CAS di Treviso nel 1946 condannò Milazzo a 15 anni di reclusione di cui 5 subito condonati, Volzone (il Presidente) a 10 anni, mentre gli altri membri della Corte furono tutti amnistiati.

  • Francesco Perillo

    Nome Francesco

    Cognome Perillo

    Stato imputato in procedimento

    Note responsabile Tenente, cancelliere.

    Note procedimento La CAS di Treviso nel 1946 condannò Milazzo a 15 anni di reclusione di cui 5 subito condonati, Volzone (il Presidente) a 10 anni, mentre gli altri membri della Corte furono tutti amnistiati.

  • Giorgio Milazzo

    Nome Giorgio

    Cognome Milazzo

    Note responsabile Colonnello di fanteria alpina, classe 1893, di Nizza, responsabile del 29° CMP di Treviso.

    Note procedimento CAS di Treviso, sentenza n.60/46 del 29.8.1946 - R.G. 51/1946 - R.G.P.M. n.1450/45, a carico di Milazzo Giorgio e altri. La CAS di Treviso nel 1946 condannò Milazzo a 15 anni di reclusione di cui 5 subito condonati.

  • Italo Colonnesse

    Nome Italo

    Cognome Colonnesse

    Stato imputato in procedimento

    Note responsabile Maggiore, classe 1899, di Treviso, giudice.

    Note procedimento La CAS di Treviso nel 1946 condannò Milazzo a 15 anni di reclusione di cui 5 subito condonati, Volzone (il Presidente) a 10 anni, mentre gli altri membri della Corte furono tutti amnistiati.

  • Leonardo Alestra

    Nome Leonardo

    Cognome Alestra

    Stato imputato in procedimento

    Note responsabile Capitano, membro della Corte, classe 1905, di Erice (NA), avvocato nella vita civile, giudice relatore.

    Note procedimento La CAS di Treviso nel 1946 condannò Milazzo a 15 anni di reclusione di cui 5 subito condonati, Volzone (il Presidente) a 10 anni, mentre gli altri membri della Corte furono tutti amnistiati.

  • Mariano Rossi

    Nome Mariano

    Cognome Rossi

    Stato imputato in procedimento

    Note responsabile Classe 1921, di Asolo. Tenente.

    Note procedimento CAS Treviso, sentenza n.36/46 del 7.6.1946 - R.G.n.5 e 5 bis/1946 - R.G.P.M. 1859/46 a carico di Pillon Attilio e altri membri del CRA di Conegliano.

    Nome del reparto Centro Raccolta Alpini di Conegliano

  • Michele Zanin

    Nome Michele

    Cognome Zanin

    Stato imputato in procedimento

    Note responsabile Alpino, classe 1924, di Orsago. L’alpino Zanin catturò Camillo Leopoldo; il tenente Rossi e l’alpino Tessaro arrestarono Lazzarin Giuseppe; Petrovich, fermato a sua volta dagli alpini, quando giunse nella caserma del CRA di Conegliano si imbatté nell’alpino Zanin, suo compagno d’infanzia, il quale non esitò a denunciarlo come partigiano.

    Note procedimento CAS Treviso, sentenza n.36/46 del 7.6.1946 - R.G.n.5 e 5 bis/1946 - R.G.P.M. 1859/46 a carico di Pillon Attilio e altri membri del CRA di Conegliano.

    Nome del reparto Centro Raccolta Alpini di Conegliano

  • Pasquale Cariello

    Nome Pasquale

    Cognome Cariello

    Stato imputato in procedimento

    Note responsabile Membro della Corte nelle vesti di giudice. Tenente colonnello, classe 1894, di Bitonto.

    Note procedimento La CAS di Treviso nel 1946 condannò Milazzo a 15 anni di reclusione di cui 5 subito condonati, Volzone (il Presidente) a 10 anni, mentre gli altri membri della Corte furono tutti amnistiati.

  • Vittorio Lazzarato

    Nome Vittorio

    Cognome Lazzarato

    Stato imputato in procedimento

    Note responsabile Maggiore, classe 1890, di Musestre (VE), giudice.

    Note procedimento La CAS di Treviso nel 1946 condannò Milazzo a 15 anni di reclusione di cui 5 subito condonati, Volzone (il Presidente) a 10 anni, mentre gli altri membri della Corte furono tutti amnistiati.

Memorie
Bibliografia


Federico Maistrello, XX Brigata Nera - attività squadrista in Treviso e provincia (luglio 1944/ aprile 1945), Istresco, Treviso, 2006, pp. 89-91;

Elio Fregonese, I caduti trevigiani nella guerra di Liberazione 1943-1945, Istresco, Treviso, 1993, pp. 51, 110, 142, 145.

Sitografia


Fonti archivistiche

Fonti

CAS di Treviso, sentenza n.60/46 del 29.8.1946 - R.G. 51/1946 - R.G.P.M. n.1450/45, a carico di Milazzo Giorgio e altri;

CAS Treviso, sentenza n.36/46 del 7.6.1946 - R.G.n.5 e 5 bis/1946 - R.G.P.M. 1859/46 a carico di Pillon Attilio e altri membri del CRA di Conegliano.