NUGOLA VECCHIA COLLESALVETTI 23-24.06.1944

(Livorno - Toscana)

NUGOLA VECCHIA COLLESALVETTI 23-24.06.1944

NUGOLA VECCHIA COLLESALVETTI 23-24.06.1944
Descrizione

Località Nugola Vecchia, Collesalvetti, Livorno, Toscana

Data 23 giugno 1944 - 24 giugno 1944

Matrice strage Nazista

Numero vittime 8

Numero vittime uomini 8

Numero vittime uomini senza informazioni 8

Descrizione: Sul litorale tirrenico l’avanzata della 5. armata statunitense, dopo aver portato alla liberazione di Grosseto (17 giugno) si trova a fare i conti con una durissima resistenza tedesca, in particolare nella zona del Cecina. Alle spalle della linea del fronte, tra i centri abitati e i poderi si muovono piccoli gruppi di partigiani che fanno riferimento alla “Guido Boscaglia” e in parte alla 3. Brigata Garibaldi. Con la guerra guerreggiata alle porte e la necessità di organizzare la ritirata, i tedeschi cercano di assicurarsi il controllo delle vie di comunicazione e rispondono alla presenza e alla attività partigiana con rastrellamenti e rappresaglie.
Il 23 giugno si decide la sorte di otto uomini, tutti appartenenti alla questura di Livorno. Sotto la guida del tenente Vittorio Labate diversi agenti di pubblica sicurezza sono entrati in contatto dalla primavera precedente con gli uomini del distaccamento “Sante Fantozzi”, attivo nella zona di Castellina Marittima, favorendo più volte il recupero di armi e munizioni depositate entro la zona nera di Livorno e avvisando i partigiani sugli spostamenti dei fascisti e delle truppe tedesche. Il 14 giugno Labate e i suoi uomini partecipano a uno scontro a fuoco presso Gabbro nel quale vengono uccisi alcuni repubblichini; il 15 all’attacco alla sede della Todt ad Antignano. L’attività di alcuni delatori segnala ai tedeschi il ruolo degli agenti della questura, che la mattina del 19 abbandonano la città a bordo di due autocarri, carichi anche di armi a munizioni, con l’intenzione di unirsi definitivamente ai partigiani. Uno dei due mezzi ha però un problema meccanico, e poco dopo viene bloccato dai soldati. Gli arrestati vengono condotti al comando di Villa Bastianini presso Tripalle, in comune di Crespina (siamo al confine tra le province di Pisa e Livorno): interrogati e torturati, all’alba del 23 giugno sono portati in località Rosetta, presso Nugola Vecchia (Collesalvetti), e trucidati.

Modalità di uccisione: fucilazione

Violenze connesse: sevizie-torture

Tipo di massacro: punitivo

Estremi e note penali: Nel dopoguerra il CLN raccoglie alcune informazioni su presunti delatori, ma i procedimenti finiscono in un non luogo a procedere.

Annotazioni: L’indagine nella RAM segnala la morte del “civile ignoto” lo stesso giorno, ma il dato non è certo e non è stato conteggiato nel computo complessivo.
L’episodio segna cronologicamente il passaggio della politica delle stragi dalla provincia di Livorno a quella di Pisa.

Scheda compilata da Gianluca Fulvetti
Scarica la scheda in formato .pdf
Le schede monografiche in formato .pdf sono coperte da diritto d'autore.
Ogni uso improprio o non consentito è punibile ai sensi di legge

Ultimo aggiornamento dei dati: 2016-02-03 18:45:56

Vittime

Elenco vittime

Bucci Nicola, Brigadiere di P.S.
Cannata Giovanni, Guardia di P.S.
Citro Francesco, Guardia di P.S.
Copernico Washington, Guardia Ausiliaria di P.S.
Labate Vittorio, Sottotenente di P.S.
Marinai Orlando, Guardia Ausiliaria di P.S.
Petrucci Umberto, Guardia Ausiliaria di P.S.
Tonietto Orlando,Guardia di P.S.

Elenco vittime partigiani 8

Bucci Nicola.
Cannata Giovanni.
Citro Francesco.
Copernico Washington.
Labate Vittorio.
Marinai Orlando.
Petrucci Umberto.
Tonietto Orlando.

Responsabili o presunti responsabili

Elenco reparti responsabili


Reparto tedesco SS non precisato

Tipo di reparto: Waffen-SS

Memorie

Memorie legate a questa strage

  • monumento a Collesalvetti, Nugola Vecchia

    Tipo di memoria: monumento

    Ubicazione: Collesalvetti, Nugola Vecchia

    Anno di realizzazione: 1974

    Descrizione: Monumento sul luogo dell’esecuzione, eretto per il 30. anniversario.

Bibliografia


19 luglio 1974. Trentesimo della Liberazione di Livorno. Un episodio di lotta partigiana. Il sacrificio di otto agenti di p.s., Livorno, 1974.
Aldo Arrighi, Dalla guardia segnali di fumo. Crespina 1920-44, Pontedera, Pisa, Bandecchi&Vivaldi, 2001, pp. 199-200.
Ivan Tognarini (a cura di), 1943-1945. La Toscana nella guerra di Liberazione, Firenza, Pagnini, 1995, p. 355 (Nugola. 19 giugno 1944, a c. della Questura di Livorno).
Tognarini, Là dove impera, cit., vol. I, pp. 69-72.

Sitografia


http://www.resistenzatoscana.it/monumenti/collesalvetti/monumento_di_nugola_vecchia/

Fonti archivistiche

Fonti

AS Livorno, Questura, b. 890, Tribunale di Livorno. Processi 1946-48, s.f.
AS Livorno, Questura 1942-1950, b. 868, f. «Persone pericolose per l’ordine pubblico. Criminali di guerra assolti». Indagini su elementi fascisti della provincia di Livorno, 7 agosto 1945.