Santi Angeli di Giavera del Montello, 31.8.1944

(Treviso - Veneto)

Santi Angeli di Giavera del Montello, 31.8.1944

Santi Angeli di Giavera del Montello, 31.8.1944
Descrizione

Località Santi Angeli, Giavera del Montello, Treviso, Veneto

Data 31 agosto 1944

Matrice strage Nazista

Numero vittime 3

Numero vittime uomini 3

Numero vittime uomini adulti 3

Descrizione: Nell’ambito dei rastrellamenti che precedettero l’attacco dell’Altopiano del Cansiglio, i tedeschi setacciarono da un capo all’altro la collina del Montello, luogo di rifugio per i ‘ribelli’ posto a ridosso di un’ansa del Piave, a poca distanza da un’ampia zona pianeggiante che poi si estende a nord fino alle pendici delle montagne di cui il Cansiglio è il punto di arrivo nella zona orientale.
Dopo avere vessato le popolazioni sul lato ovest del Montello (vedi scheda ‘ Impiccati a Ciano’ del 30.08.1944), i nazisti si spinsero verso est accompagnati da repubblicani locali che facevano loro da guida. A Santi Angeli, frazione di Giavera, individuarono tre giovani partigiani che, non essendosi allontanati per tempo con il loro reparto, si nascondevano in un campo.
Dopo averli catturati, li trasferirono per qualche ora a Villa Morassutti di Montebelluna, luogo di detenzione e di tortura, per interrogarli con metodi brutali, infine li riportarono a Santi Angeli e li impiccarono al poggiolo dell’osteria Trevisiol.

Modalità di uccisione: impiccagione

Tipo di massacro: rastrellamento

Annotazioni: Fregonese attribuisce l’uccisione di Follador e di Gardin alle Brigate Nere, presumibilmente di Treviso, invece l’opuscoio dell’ANPI, frutto di ricerche più recenti, indica che gli autori furono i tedeschi. Inoltre l’Autore afferma, erroneamente, che Follador fu impiccato a Ciano del Montello il 30 agosto 1944 e non ai Santi Angeli il 31 agosto successivo.

Scheda compilata da Federico Maistrello
Scarica la scheda in formato .pdf
Le schede monografiche in formato .pdf sono coperte da diritto d'autore.
Ogni uso improprio o non consentito è punibile ai sensi di legge

Ultimo aggiornamento dei dati: 2016-01-02 16:37:30

Vittime

Elenco vittime

1. Bonaldo Carlo, classe 1915, di Volpago del Montello, operaio, Brigata ‘Mazzini’ ;
2. Follador Francesco, classe 1916, di Crocetta del Montelllo, bracciante, Brigata ‘Mazzini’;
3. Gardin Giovanni, classe 1923, di Volpago del Montello, contadino, Brigata ‘Mazzini’.

Elenco vittime partigiani 3

1. Bonaldo Carlo, classe 1915, di Volpago del Montello, operaio, Brigata ‘Mazzini’ ;
2. Follador Francesco, classe 1916, di Crocetta del Montelllo, bracciante, Brigata ‘Mazzini’;
3. Gardin Giovanni, classe 1923, di Volpago del Montello, contadino, Brigata ‘Mazzini’.

Responsabili o presunti responsabili

Elenco reparti responsabili


Elenco persone responsabili o presunte responsabili


  • Fritz Herbert Dierich

    Nome Fritz Herbert

    Cognome Dierich

    Note responsabile Tenente colonnello, classe 1908, di Friburgo, comandante del Luftwaffen- Sicherungs-Regiment ‘Italien’.

    Nome del reparto Luftwaffe-sicherungs-Regiment “Italien” e reparti delle Gendarmerie

Memorie

Memorie legate a questa strage

  • lapide a Parete esterna dell’edificio dell’osteria Trevisiol

    Tipo di memoria: lapide

    Ubicazione: Parete esterna dell’edificio dell’osteria Trevisiol

    Descrizione: Una lapide a memoria dei tre martiri è infissa sulla parete esterna dell’edificio dell’osteria Trevisiol.

Bibliografia


Elio Fregonese, I Caduti Trevigiani nella Guerra di Liberazione 1943-1945, ISTRESCO, Treviso, 1993;

ANPI sezione di Montebelluna, Percorsi della resistenza, dépliant illustrativo, 2012.

Sitografia


Fonti archivistiche

Fonti