Villabruna, 18.2.1945

(Belluno - Veneto)

Villabruna, 18.2.1945

Villabruna, 18.2.1945
Descrizione

Località Villabruna, Feltre, Belluno, Veneto

Data 18 febbraio 1945

Matrice strage Nazista

Numero vittime 2

Numero vittime uomini 2

Numero vittime uomini adulti 2

Descrizione: Dopo settimane di torture, il 18 febbraio 1945 vengono prelevati dalle carceri di Feltre (Belluno) e impiccati in località Villabruna, Esterino Rech e Dario Vendrame. Il primo era stato arrestato il 18 dicembre 1944 a Valle di Seren del Grappa (Belluno) durante un rastrellamento. Anche Vendrame era stato arrestato circa due mesi prima dell’esecuzione.

Modalità di uccisione: impiccagione

Tipo di massacro: punitivo

Estremi e note penali: Procura militare di Verona, n° registro generale 455; 1168.
Per quanto riguarda Niedermayer, dopo che la CAS di Belluno, il 4 marzo 1947, aveva stabilito che non poteva essere processato come collaborazionista, in quanto da considerarsi a tutti gli effetti tedesco dopo la sua opzione per la Germania, nel 1939, Niedermayer sarebbe stato condannato all’ergastolo il 16 giugno 1962 dal Tribunale militare di Padova, ma morirà nel 1989 in Cile dove si era rifugiato.

Annotazioni: La responsabilità del distaccamento del reggimento SS Polizei “Alpenvorland” è solo ipotizzabile, sulla base della sua presenza sul territorio. All’esecuzioni sono presenti e partecipano anche fascisti italiani, ma non è possibile stabilire a quali reparti appartenessero.
La data dell’esecuzione riportata dal database Gentile è quella del 13/2/1945, differente da quella del 18/2/1945, riportata da Boschis.

Scheda compilata da Adriano Mansi
Scarica la scheda in formato .pdf
Le schede monografiche in formato .pdf sono coperte da diritto d'autore.
Ogni uso improprio o non consentito è punibile ai sensi di legge

Ultimo aggiornamento dei dati: 2016-01-02 15:21:20

Vittime

Elenco vittime

1. Rech Esterino “Stella”, nato a Seren del Grappa (Belluno), il 1/5/1923;
2. Vendrame Dario, nato a Lamon (Belluno) il 13 o il 19/1/1924.

Elenco vittime partigiani 2

1. Rech Esterino “Stella”, nato a Seren del Grappa (Belluno), il 1/5/1923;
2. Vendrame Dario, nato a Lamon (Belluno) il 13 o il 19/1/1924.

Responsabili o presunti responsabili

Elenco reparti responsabili


SS-Polizei-Regiment Alpenvorland

Tipo di reparto: Waffen-SS

Elenco persone responsabili o presunte responsabili


  • Willy Niedermayer

    Nome Willy

    Cognome Niedermayer

    Stato imputato in procedimento

    Note responsabile La responsabilità del distaccamento del reggimento SS Polizei “Alpenvorland” è solo ipotizzabile, sulla base della sua presenza sul territorio.

    Note procedimento Procura militare di Verona, n° registro generale 455; 1168. Per quanto riguarda Niedermayer, dopo che la CAS di Belluno, il 4 marzo 1947, aveva stabilito che non poteva essere processato come collaborazionista, in quanto da considerarsi a tutti gli effetti tedesco dopo la sua opzione per la Germania, nel 1939, Niedermayer sarebbe stato condannato all’ergastolo il 16 giugno 1962 dal Tribunale militare di Padova, ma morirà nel 1989 in Cile dove si era rifugiato.

Memorie

Memorie legate a questa strage

  • monumento a

    Tipo di memoria: monumento

    Descrizione: Il nome di Esterino Rech è riportato sul monumento ai caduti di tutte le guerre di Seren del Grappa (Belluno).

Bibliografia


Antonio Antoniol, La Resistenza nel Feltrino, 1943-1945, in Giovanni Perenzin (a cura di), Comunisti e cattolici nella Resistenza feltrina, Isbrec, Belluno, 2005, p. 182;

Luigi Boschis, Le popolazioni del bellunese nella guerra di liberazione 1943-1945, Castaldi, Feltre, 1986, pp. 244-245;

Roberto Cessi, La Resistenza nel bellunese, Editori Riuniti, Roma, 1960, p. 238;

Damiano Rech, A nord del Grappa. Protagonisti e testimoni raccontano la guerra e il rastrellamento di Seren, Isbrec, Belluno, 2005, pp. 214-216;

Giuseppe Sorge (a cura di), Relazioni dei parroci delle Diocesi di Belluno e di Feltre sulla occupazione nazista dal 1943 al 1945, Isbrec, Belluno, 2004, p. 307;

Paolo Tagini, Aurelio Tasca, Denis Vidale, Là dove caddero. Lapidi, cippi, monumenti della Resistenza sul Massiccio del Grappa, Ass. 26 settembre, Bassano del Grappa, 2005, scheda 100.

Sitografia


Database Gentile.

Fonti archivistiche

Fonti

AISBREC, Fondo Resistenza, b. 7, fasc. 14, 27/12/1945. Denunce a carico di Willy Niedermayer;

AISBREC, Fondo Resistenza, b. 27, fasc. 8, Roulino dei caduti della brigata “Monte Grappa”;

AUSSME, N 1/11, b.2131.