Valmorel, 20.2.1945

(Belluno - Veneto)

Valmorel, 20.2.1945

Valmorel, 20.2.1945
Descrizione

Località Valmorel, Limana, Belluno, Veneto

Data 20 febbraio 1945

Matrice strage Nazista

Numero vittime 1

Numero vittime uomini 1

Numero vittime uomini adulti 1

Descrizione: L’episodio ha tre versioni piuttosto diverse.
Sirena afferma che il 24 febbraio 1945 i tedeschi rastrellano Valmorel (Belluno) in seguito ad uno scontro avvenuto in zona nei giorni precedenti. Pietro Roccon sta entrando con il figlio in un’osteria quando si accorge che è occupata dai tedeschi. Tenta la fuga ma viene colpito dalle fucilate e finito a pugnalate, mentre il figlio riesce a fuggire.
Boschis sostiene che il 20 febbraio 1945 truppe tedeschi in rastrellamento a Valmorel sorprendono Roccon a raccogliere materiale di lanci alleati. Arrestato e interrogato sarebbe stato fucilato e poi pugnalato con l’accusa di essere un partigiano.
Infine il parroco di Limana (Belluno) afferma che il 20 febbraio 1945 i tedeschi arrivano a Valmorel per un rastrellamento, si imbattono in Roccon che tenta di fuggire ma viene ucciso a fucilate. Poi i tedeschi si dirigono verso un’osteria dalla quale scappano alcuni partigiani, ma non Ruggero Fiabane, che sarà impiccato al bosco delle castagne.

Modalità di uccisione: arma da taglio

Trattamento dei cadaveri: Occultamento dei cadaveri

Tipo di massacro: rastrellamento

Annotazioni: Pur riportato da diverse fonti, l’episodio mantiene diversi punti oscuri. In primo luogo la data, 20 febbraio 1945 secondo alcune fonti, 24 febbraio secondo altre. Inoltre non è chiara la dinamica poiché a parte il contesto del rastrellamento, le fonti sono discordanti sul luogo e le circostanze della morte di Roccon.

Scheda compilata da Adriano Mansi
Scarica la scheda in formato .pdf
Le schede monografiche in formato .pdf sono coperte da diritto d'autore.
Ogni uso improprio o non consentito è punibile ai sensi di legge

Ultimo aggiornamento dei dati: 2016-01-02 14:20:55

Vittime

Elenco vittime

Roccon Pietro “Lampo”, nato a Tassei (Belluno) il 24/8/1884.

Elenco vittime legate a partigiani 1

Roccon Pietro “Lampo”, nato a Tassei (Belluno) il 24/8/1884.

Responsabili o presunti responsabili

Elenco reparti responsabili


Reparto Non precisato

Tipo di reparto: Non identificati

Memorie

Memorie legate a questa strage

  • lapide a Municipio di Limana (Belluno); Valmorel poco fuori dal paese; chiesetta all’ingresso del paese di Valmorel.

    Tipo di memoria: lapide

    Ubicazione: Municipio di Limana (Belluno); Valmorel poco fuori dal paese; chiesetta all’ingresso del paese di Valmorel.

    Anno di realizzazione: 1946

    Descrizione: Pietro Roccon è ricordato in tre lapidi: quella posta sulla facciata del municipio di Limana (Belluno) nel 1946; quella posta a Valmorel poco fuori dal paese; quella posta sulla parete di una chiesetta all’ingresso del paese di Valmorel.

  • commemorazione a

    Tipo di memoria: commemorazione

    Descrizione: A Valmorel, ogni 25 aprile, oltre a celebrare la festa della Liberazione si commemora anche Pietro Roccon.

Bibliografia


Luigi Boschis, Le popolazioni del bellunese nella guerra di liberazione 1943-1945, Castaldi, Feltre, 1986, p. 245;

Elena Carano, Oltre la soglia. Uccisioni di civili nel Veneto 1943-1945, CLEUP, Padova, 2007, p. 319;

Roberto Cessi, La Resistenza nel bellunese, Editori Riuniti, Roma, 1960, p. 238;

Aldo Sirena, La memoria delle pietre. Lapidi e monumenti ai partigiani in provincia di Belluno, Isbrec, Belluno, 1996, pp. 149-150; 157-158;

Giuseppe Sorge (a cura di), Relazioni dei parroci delle Diocesi di Belluno e di Feltre sulla occupazione nazista dal 1943 al 1945, Isbrec, Belluno, 2004, pp. 121-122.

Sitografia


Fonti archivistiche

Fonti

AISBREC, Fondo Resistenza-occupazione, b. 3, fasc. U, Diario di don Paolo Pescosta, parroco di Limana.