Sospirolo, 17.2.1945

(Belluno - Veneto)

Sospirolo, 17.2.1945

Sospirolo, 17.2.1945
Descrizione

Località Brustolada, Sospirolo, Belluno, Veneto

Data 17 febbraio 1945

Matrice strage Nazista

Numero vittime 2

Numero vittime uomini 2

Numero vittime uomini adulti 1

Numero vittime uomini senza informazioni 1

Descrizione: Nel corso del 17 febbraio 1945, per ordine del tenente delle SS Karl, comandante del reparto della Gestapo di stanza a Belluno, vengono impiccati due partigiani in località Peron (Sedico). Lo stesso giorno, sulla strada che da Mas porta a Sospirolo (Belluno), in località Brustolada, vengono impiccati Renato Capelli e Luigi Dalio, arrestati nel mese di gennaio, trattenuti e torturati in carcere a Belluno. L’episodio potrebbe configurarsi come una rappresaglia per l’attacco di un battaglione della brigata Garibaldi “C. Pisacane” al presidio tedesco di Piz di Sospirolo (Belluno), nel corso del quale erano rimasti uccisi due tedeschi ed un partigiano.

Modalità di uccisione: impiccagione

Tipo di massacro: rappresaglia

Annotazioni: Non c’è accordo tra le fonti sul cognome di una delle vittime, oscillante tra Dalio e Da Lio. Per le altre due impiccagioni di quel giorno, cfr. scheda “Peron, 17.2.1945”.

Scheda compilata da Adriano Mansi
Scarica la scheda in formato .pdf
Le schede monografiche in formato .pdf sono coperte da diritto d'autore.
Ogni uso improprio o non consentito è punibile ai sensi di legge

Ultimo aggiornamento dei dati: 2016-01-02 10:32:42

Vittime

Elenco vittime

1. Capelli Renato “Dalle Donne”, nato a Castenaso (Bologna);
2. Dalio (o Da Lio) Luigi “Dorioni”, nato a Spinea (Venezia) l’11/5/1918.

Elenco vittime partigiani 2

1. Capelli Renato “Dalle Donne”, nato a Castenaso (Bologna);
2. Dalio (o Da Lio) Luigi “Dorioni”, nato a Spinea (Venezia) l’11/5/1918.

Responsabili o presunti responsabili

Elenco reparti responsabili


Elenco persone responsabili o presunte responsabili


  • Georg Karl

    Nome Georg

    Cognome Karl

    Stato imputato in procedimento

    Note responsabile La responsabilità di Karl è solo ipotizzabile. Ad avanzare il sospetto è Boschis: a suo avviso, era stato proprio il tenente delle SS ad ordinare le esecuzioni, il giorno 17 del febbraio 1945.

    Nome del reparto Gestapo (Meldekopf IV) Belluno

Memorie

Memorie legate a questa strage

  • lapide a Località Brustolada, in comune di Sospirolo (Belluno)

    Tipo di memoria: lapide

    Ubicazione: Località Brustolada, in comune di Sospirolo (Belluno)

    Descrizione: Le due vittime sono ricordate da una lapide posta in località Brustolada, in comune di Sospirolo (Belluno).

Bibliografia


Luigi Boschis, Le popolazioni del bellunese nella guerra di liberazione 1943-1945, Castaldi, Feltre, 1986, p. 243;

Roberto Cessi, La Resistenza nel bellunese, Editori Riuniti, Roma, 1960, p. 238;

Aldo Sirena, La memoria delle pietre. Lapidi e monumenti ai partigiani in provincia di Belluno, Isbrec, Belluno, 1996, p. 239.

Sitografia


Database Gentile.

Fonti archivistiche

Fonti

AISBREC, Fondo Resistenza, b. 27, fasc. 13, Relazione sull’attività svolta dalla brigata Garibaldi “C. Pisacane” dalla sua costituzione al suo scioglimento;

AUSSME, N 1/11, b.2131.