San Pietro in Campo, 1.5.1945

(Belluno - Veneto)

San Pietro in Campo, 1.5.1945

San Pietro in Campo, 1.5.1945
Descrizione

Località San Pietro in Campo, Belluno, Belluno, Veneto

Data 1 maggio 1945

Matrice strage Nazista

Numero vittime 3

Numero vittime uomini 2

Numero vittime uomini adulti 2

Numero vittime donne 1

Numero vittime donne adulte 1

Descrizione: La strada che da Belluno porta a Ponte nelle Alpi è una delle arterie scelte dai tedeschi per la ritirata e, per questo, diventa anche luogo di alcune stragi. Il 1° maggio 1945, i tedeschi di passaggio sono attaccati sia dai partigiani che dalle avanguardie alleati, quindi per garantirsi la ritirata prendono molti civili come ostaggi. Tra questi i soldati vorrebbero prendere, a S. Pietro in Campo (Belluno), Lino Fistarol e suo figlio Gino. La moglie e madre, Luigia Rossa, che aveva già visto uccidere un cognato, si aggrappa ai congiunti per evitare che vengano prelevati. I tedeschi si innervosiscono, cercano di staccare la donna dai due uomini, la picchiano con i calci del fucile e infine fucilano tutte e tre le persone.

Modalità di uccisione: uccisione con armi da fuoco

Tipo di massacro: ritirata
--> Per saperne di più sulle tipologie

Scheda compilata da Adriano Mansi
Scarica la scheda in formato .pdf
Le schede monografiche in formato .pdf sono coperte da diritto d'autore.
Ogni uso improprio o non consentito è punibile ai sensi di legge

Ultimo aggiornamento dei dati: 2015-12-31 10:50:18

Vittime

Elenco vittime

1. Fistarol Gino, nato a S. Pietro in Campo (Belluno) il 19/8/1926 (o il 19/11/1926);
2. Fistarol Lino, nato a S. Pietro in Campo (Belluno) il 28/3/1897;
3. Rossa Luigia, in Fistarol, nata a S. Pietro in Campo (Belluno) il 19/11/1899.

Elenco vittime civili 3

1. Fistarol Gino, nato a S. Pietro in Campo (Belluno) il 19/8/1926 (o il 19/11/1926);
2. Fistarol Lino, nato a S. Pietro in Campo (Belluno) il 28/3/1897;
3. Rossa Luigia, in Fistarol, nata a S. Pietro in Campo (Belluno) il 19/11/1899.

Responsabili o presunti responsabili

Elenco reparti responsabili


Reparto Non precisato

Tipo di reparto: Non identificati

Memorie
Bibliografia


Luigi Boschis, Le popolazioni del bellunese nella guerra di liberazione 1943-1945, Castaldi, Feltre, 1986, pp. 271-272;

Elena Carano, Oltre la soglia. Uccisioni di civili nel Veneto 1943-1945, CLEUP, Padova, 2007, pp. 386-388;

Sandro Sacco, Le stragi nazifasciste in provincia di Belluno, 1944-1945. Schede, in “Protagonisti”, a. XXXV, n. 107, dicembre 2014, pp. 61-62;

Giuseppe Sorge (a cura di), Relazioni dei parroci delle Diocesi di Belluno e di Feltre sulla occupazione nazista dal 1943 al 1945, Isbrec, Belluno, 2004, pp. 159-160.

Sitografia


Fonti archivistiche

Fonti

AISBREC, Fondo Resistenza, b. 19, fasc. 3, Battaglione “A. Palman”. Atrocità e barbarie commesse dalle truppe tedesche dall’otto settembre in poi in Fiammoi di Belluno e vicinanze.