San Pietro in Campo, 1.5.1945

(Belluno - Veneto)

San Pietro in Campo, 1.5.1945

San Pietro in Campo, 1.5.1945
Descrizione

Località San Pietro in Campo, Belluno, Belluno, Veneto

Data 1 maggio 1945

Matrice strage Nazista

Numero vittime 3

Numero vittime uomini 2

Numero vittime uomini adulti 2

Numero vittime donne 1

Numero vittime donne adulte 1

Descrizione: La strada che da Belluno porta a Ponte nelle Alpi è una delle arterie scelte dai tedeschi per la ritirata e, per questo, diventa anche luogo di alcune stragi. Il 1° maggio 1945, i tedeschi di passaggio sono attaccati sia dai partigiani che dalle avanguardie alleati, quindi per garantirsi la ritirata prendono molti civili come ostaggi. Tra questi i soldati vorrebbero prendere, a S. Pietro in Campo (Belluno), Lino Fistarol e suo figlio Gino. La moglie e madre, Luigia Rossa, che aveva già visto uccidere un cognato, si aggrappa ai congiunti per evitare che vengano prelevati. I tedeschi si innervosiscono, cercano di staccare la donna dai due uomini, la picchiano con i calci del fucile e infine fucilano tutte e tre le persone.

Modalità di uccisione: uccisione con armi da fuoco

Tipo di massacro: ritirata

Scheda compilata da Adriano Mansi
Scarica la scheda in formato .pdf
Le schede monografiche in formato .pdf sono coperte da diritto d'autore.
Ogni uso improprio o non consentito è punibile ai sensi di legge

Ultimo aggiornamento dei dati: 2015-12-31 10:50:18

Vittime

Elenco vittime

1. Fistarol Gino, nato a S. Pietro in Campo (Belluno) il 19/8/1926 (o il 19/11/1926);
2. Fistarol Lino, nato a S. Pietro in Campo (Belluno) il 28/3/1897;
3. Rossa Luigia, in Fistarol, nata a S. Pietro in Campo (Belluno) il 19/11/1899.

Elenco vittime civili 3

1. Fistarol Gino, nato a S. Pietro in Campo (Belluno) il 19/8/1926 (o il 19/11/1926);
2. Fistarol Lino, nato a S. Pietro in Campo (Belluno) il 28/3/1897;
3. Rossa Luigia, in Fistarol, nata a S. Pietro in Campo (Belluno) il 19/11/1899.

Responsabili o presunti responsabili

Elenco reparti responsabili


Reparto Non precisato

Tipo di reparto: Non identificati

Memorie
Bibliografia


Luigi Boschis, Le popolazioni del bellunese nella guerra di liberazione 1943-1945, Castaldi, Feltre, 1986, pp. 271-272;

Elena Carano, Oltre la soglia. Uccisioni di civili nel Veneto 1943-1945, CLEUP, Padova, 2007, pp. 386-388;

Sandro Sacco, Le stragi nazifasciste in provincia di Belluno, 1944-1945. Schede, in “Protagonisti”, a. XXXV, n. 107, dicembre 2014, pp. 61-62;

Giuseppe Sorge (a cura di), Relazioni dei parroci delle Diocesi di Belluno e di Feltre sulla occupazione nazista dal 1943 al 1945, Isbrec, Belluno, 2004, pp. 159-160.

Sitografia


Fonti archivistiche

Fonti

AISBREC, Fondo Resistenza, b. 19, fasc. 3, Battaglione “A. Palman”. Atrocità e barbarie commesse dalle truppe tedesche dall’otto settembre in poi in Fiammoi di Belluno e vicinanze.