Pieve d’Alpago, 25.8.1944

(Belluno - Veneto)

Pieve d’Alpago, 25.8.1944

Pieve d’Alpago, 25.8.1944
Descrizione

Località Pieve d’Alpago, Pieve d'Alpago, Belluno, Veneto

Data 25 agosto 1944

Matrice strage Nazista

Numero vittime 3

Numero vittime uomini 3

Numero vittime uomini adulti 2

Numero vittime uomini anziani 1

Descrizione: Il 17 agosto 1944 i partigiani fanno saltare un ponte nella zona dell’Alpago (Belluno), intensificando la loro attività. I tedeschi rispondono il 25 agosto 1944 con una ricognizione e un rastrellamento della zona stessa. Vengono però attaccati dai partigiani con i quali ingaggiano una battaglia che dura alcune ore. Quando i partigiani devono ritirarsi per mancanza di munizioni, i tedeschi, che già avevano preso di mira Pieve d’Alpago (Belluno) con colpi di mortaio, avviano la rappresaglia. Tutti gli abitanti sono costretti a rifugiarsi in chiesa mentre i soldati saccheggiano e incendiano buona parte del paese. Nel corso delle operazioni vengono uccisi a colpi d’arma da fuoco, perché scambiati per partigiani, Luigi Boccanegra, Lino Roffarè e Vincenzo Roffarè; mentre Giuseppe Boccanegra, Luciano De Prà, Gino De Felip e un croato vengono arrestati.

Modalità di uccisione: uccisione con armi da fuoco

Violenze connesse: furto e-o saccheggio,incendio di abitazione

Tipo di massacro: rastrellamento

Annotazioni: Tedeschi non meglio identificati. Potrebbe trattarsi del battaglione SS Polizei “Schroder” di Belluno, che prende parte a diversi rastrellamenti nella zona in quel periodo.

Scheda compilata da Adriano Mansi
Scarica la scheda in formato .pdf
Le schede monografiche in formato .pdf sono coperte da diritto d'autore.
Ogni uso improprio o non consentito è punibile ai sensi di legge

Ultimo aggiornamento dei dati: 2016-09-05 20:41:24

Vittime

Elenco vittime

1. Boccanegra Luigi, nato a Pieve d’Alpago (Belluno) l’11/8/1870;
2. Roffarè Lino, nato a Pieve d’Alpago (Belluno) il 5/1/1922;
3. Roffarè Vincenzo, nato a Pieve d’Alpago (Belluno) il 6/9/1897.

Elenco vittime indefinite 3

1. Boccanegra Luigi, nato a Pieve d’Alpago (Belluno) l’11/8/1870;
2. Roffarè Lino, nato a Pieve d’Alpago (Belluno) il 5/1/1922;
3. Roffarè Vincenzo, nato a Pieve d’Alpago (Belluno) il 6/9/1897.

Responsabili o presunti responsabili

Elenco reparti responsabili


SS-Polizei “Schroder” di Belluno

Tipo di reparto: Waffen-SS

Memorie
Bibliografia


Luigi Boschis, Le popolazioni del bellunese nella guerra di liberazione 1943-1945, Castaldi, Feltre, 1986, p. 201;

Elena Carano, Oltre la soglia. Uccisioni di civili nel Veneto 1943-1945, CLEUP, Padova, 2007, pp. 111-112;

Serena Dal Borgo, La lotta partigiana in Alpago e Cansiglio, Isbrec, Belluno, 1995, pp. 95-96;

Sandro Sacco, Le stragi nazifasciste in provincia di Belluno, 1944-1945. Schede, in “Protagonisti”, a. XXXV, n. 107, dicembre 2014, pp. 29-31;

Giuseppe Sorge (a cura di), Relazioni dei parroci delle Diocesi di Belluno e di Feltre sulla occupazione nazista dal 1943 al 1945, Isbrec, Belluno, 2004, pp. 177-178.

Sitografia


Fonti archivistiche

Fonti

AISBREC, Fondo Resistenza, b. 4, fasc. 13, Giurisdizione della stazione di Ponte nelle Alpi.