Pian Caiada, 25.6.1944

(Belluno - Veneto)

Pian Caiada, 25.6.1944

Pian Caiada, 25.6.1944
Descrizione

Località Pian Caiada, Longarone, Belluno, Veneto

Data 25 giugno 1944

Matrice strage Nazifascista

Numero vittime 3

Numero vittime uomini 3

Numero vittime uomini ragazzi 1

Numero vittime uomini adulti 2

Descrizione: Dopo un combattimento alla forcella Cirvoi, i partigiani in ripiegamento sostano a Pian Caiada (Belluno) a prelevare viveri in alcune malghe della zona. Avvertiti da spie, il 25 giugno 1944, i tedeschi, insieme a reparti fascisti, operano un rastrellamento della zona intorno a Longarone (Belluno). Si dirigono a Pian Caiada, dove in una casera sorprendono quattro pastori: uno riesce a fuggire, gli altri tre sono fucilati sul cortile. In una malga vicina vengono bastonati due anziani, mentre una donna con un bambino viene picchiata. Infine i tedeschi incendiano alcune malghe della zona.

Modalità di uccisione: fucilazione

Violenze connesse: incendio di abitazione

Tipo di massacro: rastrellamento

Annotazioni: Boschis propone una motivazione diversa dagli altri sulle cause del rastrellamento tedesco: i nazifascisti sarebbero alla ricerca di alcune reclute scappate nei giorni precedenti dalla caserma “Fantuzzi” di Belluno.

Scheda compilata da Adriano Mansi
Scarica la scheda in formato .pdf
Le schede monografiche in formato .pdf sono coperte da diritto d'autore.
Ogni uso improprio o non consentito è punibile ai sensi di legge

Ultimo aggiornamento dei dati: 2015-12-30 15:40:41

Vittime

Elenco vittime

1. De Bona Giacomo, nato a Longarone (Belluno) il 23/12/1921, pastore;
2. De Bona Gustavo, nato a Longarone (Belluno) il 22/7/1928, pastore;
3. Mazzucco Elio Felice, nato a Pieve di Soligo (Treviso) l’11/2/1924, pastore.

Elenco vittime civili 3

1. De Bona Giacomo, nato a Longarone (Belluno) il 23/12/1921, pastore;
2. De Bona Gustavo, nato a Longarone (Belluno) il 22/7/1928, pastore;
3. Mazzucco Elio Felice, nato a Pieve di Soligo (Treviso) l’11/2/1924, pastore.

Responsabili o presunti responsabili

Elenco reparti responsabili


Reparto Non precisato

Tipo di reparto: Non identificati

Reparto Non precisato

Tipo di reparto: Non identificati

Memorie

Memorie legate a questa strage

  • lapide a Muro della casera centrale del Pian Caiada

    Tipo di memoria: lapide

    Ubicazione: Muro della casera centrale del Pian Caiada

    Descrizione: Le tre vittime sono ricordate da una lapide posta sul muro della casera centrale del Pian Caiada.

Bibliografia


Luigi Boschis, Le popolazioni del bellunese nella guerra di liberazione 1943-1945, Castaldi, Feltre, 1986, p. 182;

Elena Carano, Oltre la soglia. Uccisioni di civili nel Veneto 1943-1945, CLEUP, Padova, 2007, p. 85;

Sandro Sacco, Le stragi nazifasciste in provincia di Belluno, 1944-1945. Schede, in “Protagonisti”, a. XXXV, n. 107, dicembre 2014, pp. 16-17;

Aldo Sirena, La memoria delle pietre. Lapidi e monumenti ai partigiani in provincia di Belluno, Isbrec, Belluno, 1996, pp. 161-162;

Giuseppe Sorge (a cura di), Relazioni dei parroci delle Diocesi di Belluno e di Feltre sulla occupazione nazista dal 1943 al 1945, Isbrec, Belluno, 2004, p. 128.

Sitografia


Fonti archivistiche

Fonti

AISBREC, Fondo Resistenza, b. 4, fasc. 13, Giurisdizione della stazione di Longarone.