Monte Talvena, 22.4.1945

(Belluno - Veneto)

Monte Talvena, 22.4.1945

Monte Talvena, 22.4.1945
Descrizione

Località Monte Talvena; Tisoi, Belluno, Belluno, Veneto

Data 22 aprile 1945

Matrice strage Nazista

Numero vittime 3

Numero vittime uomini 3

Numero vittime uomini senza informazioni 3

Descrizione: Il 22 aprile 1945 i tedeschi rastrellano la zona del Monte Talvena (Belluno). Vittorio Fratta, collaboratore dei partigiani, lavora per la Todt a Moschesin, frazione di La Valle Agordina (Belluno). Da qui si accorge del rastrellamento e corre ad avvertire i compagni. I partigiani riescono a mettersi in salvo ma i nazisti scoprono un loro nascondiglio, in una baracca, dove aveva sede il comando di un battaglione. L’edificio viene dato alle fiamme, ma visto che conteneva esplosivo nascosto dai partigiani, dopo poco salta in aria, uccidendo alcuni tedeschi. Due partigiani nascostisi in un bunker, non sentendo più rumori decidono di uscire ma vengono scoperti dai tedeschi che li uccidono nonostante un estremo tentativo di rispondere al fuoco. Scendendo a valle, i nazistii scorgono Fratta sulla via del ritorno, uccidono anche lui per rappresaglia e lo derubano.

Modalità di uccisione: uccisione con armi da fuoco

Violenze connesse: furto e-o saccheggio,incendio di abitazione

Tipo di massacro: rappresaglia

Annotazioni: Ricordando l’episodio, il parroco di Tisoi afferma che non si sa di chi sia la responsabilità di questa uccisione, se dei tedeschi o dei partigiani. Le altre fonti, invece, non hanno dubbi nell’attribuire la colpa ai nazisti.

Scheda compilata da Adriano Mansi
Scarica la scheda in formato .pdf
Le schede monografiche in formato .pdf sono coperte da diritto d'autore.
Ogni uso improprio o non consentito è punibile ai sensi di legge

Ultimo aggiornamento dei dati: 2015-12-30 14:03:42

Vittime

Elenco vittime

1. Fratta Vittorio, nato a Tisoi (Belluno) il 2/12/1916;
2. “Giuliano”;
3. Oward Jim “Jim”, da Bristol.

Elenco vittime partigiani 2

Elenco vittime legate a partigiani 1

Fratta Vittorio, nato a Tisoi (Belluno) il 2/12/1916;

Responsabili o presunti responsabili

Elenco reparti responsabili


Reparto Non precisato

Tipo di reparto: Non identificati

Memorie

Memorie legate a questa strage

  • lapide a Tisoi (Belluno

    Tipo di memoria: lapide

    Ubicazione: Tisoi (Belluno

    Descrizione: Il nome di Vittorio Fratta è ricordato da una lapide posta sopra Tisoi (Belluno). Precedentemente era stata posta nel bosco dove era avvenuta la morte.

Bibliografia


Elena Carano, Oltre la soglia. Uccisioni di civili nel Veneto 1943-1945, CLEUP, Padova, 2007, pp. 473-507;

Emilio Sarzi Amadè, Polenta e sassi, Cierre, Verona, 2005, pp. 146-147;

Aldo Sirena, La memoria delle pietre. Lapidi e monumenti ai partigiani in provincia di Belluno, Isbrec, Belluno, 1996, p. 43;

Giuseppe Sorge (a cura di), Relazioni dei parroci delle Diocesi di Belluno e di Feltre sulla occupazione nazista dal 1943 al 1945, Isbrec, Belluno, 2004, p. 167;

Ferruccio Vendramini (a cura di), Occupazione tedesca e guerra partigiana nel Longaronese (1943-1945). Memorie e documenti, Isbrec, Belluno, 2005, pp. 122-123.

Sitografia


Fonti archivistiche

Fonti