PIAN DEL RE RADICOFANI 15-17.06.1944

(Siena - Toscana)

PIAN DEL RE RADICOFANI 15-17.06.1944

PIAN DEL RE RADICOFANI 15-17.06.1944
Descrizione

Località Pian del Re, Radicofani, Siena, Toscana

Data 15 giugno 1944 - 17 giugno 1944

Matrice strage Nazista

Numero vittime 2

Numero vittime uomini 2

Numero vittime uomini adulti 2

Descrizione: Il 15 giugno 1944 numerosi soldati tedeschi, appoggiati da cingolati, assaltarono il podere “Sterposi” dove si trovava una formazione di partigiani del gruppo bande “Simar”, al comando del carabiniere Vittorio Tassi (il Tassi era guardia comunale a Radicofani ed allo scoppio della guerra era stato richiamato come militare nell’arma dei carabinieri). A causa della preponderanza nemica, Tassi ordinò ai suoi uomini di sganciarsi e rimase sul posto con cinque compagni, tra i quali Renato Magi, per coprire la ritirata del resto della formazione. Dopo poco Tassi e i cinque furono sopraffatti e catturati. A quel punto Tassi, qualificandosi capobanda, smentì l'appartenenza alla formazione degli altri, assumendosi tutta la responsabilità salvandoli. Solo il Magi venne fucilato con lui, perché gli fu trovata in tasca una bomba a mano. Entrambe le ultime lettere di Tassi e Magi alle famiglie sono nel libro "Lettere di condannati a morte delle Resistenza italiana". I loro compagni furono invece trasferiti alle carceri di Siena e poi riuscirono a fuggire.

Modalità di uccisione: fucilazione

Tipo di massacro: punitivo

Annotazioni: In AUSSME la morte risulta avvenuta nel Comune di Sarteano.

Scheda compilata da Giulietto Betti, Marco Conti
Scarica la scheda in formato .pdf
Le schede monografiche in formato .pdf sono coperte da diritto d'autore.
Ogni uso improprio o non consentito è punibile ai sensi di legge

Ultimo aggiornamento dei dati: 2019-01-02 12:07:38

Vittime

Elenco vittime

Magi Renato, nato il 03/09/1925 a Radicofani e ivi residente. Muratore e renitente alla leva. Riconosciuto partigiano della “Simar” dal 01/03/1944 al 15/06/1944.
Tassi Vittorio, nato il 01/05/1903 a Radicofani e ivi residente. Carabiniere. Comandante il distaccamento di Radicofani della “Simar”. Guardia comunale a Radicofani è richiamato in servizio allo scoppio della guerra. Dopo l’8 settembre 1943 la Stazione CC.RR di Chiavaretto (Arezzo) presso cui prestava servizio fu chiusa. Vittorio decise allora di unirsi alla \"Banda Tifone\", comandata dal brigadiere Giovanni Zuddas che operava nella zona dell’Alpe di Catenaria. Successivamente dette vita ad un nucleo operante nella zona di Radicofani, poi confluito nella formazione partigiana \"Simar\". Riconosciuto partigiano della “Simar” dal 01/02/1944 al 15/06/1944. Il nominativo è riportato nell’Albo dei caduti della RSI come ex-carabiniere e milite della GNR morto a Firenze il 17/06/1944 per agguato.

Elenco vittime partigiani 2

Magi Renato.
Tassi Vittorio.

Responsabili o presunti responsabili

Elenco reparti responsabili


4. Fallschirm-Jäger-Division

Tipo di reparto: Wehrmacht
Appartenenza: Luftwaffe

Memorie

Memorie legate a questa strage

  • commemorazione a

    Tipo di memoria: commemorazione

    Descrizione: La loro morte è ricordata dalle autorità civili e militari annualmente.

  • onorificenza alla persona a

    Tipo di memoria: onorificenza alla persona

    Descrizione: Medaglia di Bronzo al Valor militare a Renato Magi.

  • onorificenza alla persona a

    Tipo di memoria: onorificenza alla persona

    Anno di realizzazione: 1948

    Descrizione: Medaglia d’Oro al Valor Militare a Vittorio Tassi conferita il 01/07/1948.

  • altro a Radicofani, cimitero

    Tipo di memoria: altro

    Ubicazione: Radicofani, cimitero

    Descrizione: Sepolcro di Tassi e Magi nel cimitero di Radicofani con dediche al loro sacrificio.

  • altro a Radicofani

    Tipo di memoria: altro

    Ubicazione: Radicofani

    Descrizione: Piazza di Radicofani intitolata a Tassi.

  • lapide a Radicofani, piazza Tassi

    Tipo di memoria: lapide

    Ubicazione: Radicofani, piazza Tassi

    Descrizione: Lapide a Tassi in piazza Tassi a Radicofani.

  • cippo a Radicofani, Pian del Re

    Tipo di memoria: cippo

    Ubicazione: Radicofani, Pian del Re

    Descrizione: Cippo a Tassi e Magi sul luogo dell’esecuzione.

  • onorificenza alla persona a Firenze, monastero di Santa Maria di Candeli, casera dei carabinieri

    Tipo di memoria: onorificenza alla persona

    Ubicazione: Firenze, monastero di Santa Maria di Candeli, casera dei carabinieri

    Descrizione: Caserma dei carabinieri intitolata a Vittorio Tassi ospitata nell\'antico monastero di Santa Maria di Candeli a Firenze.

Bibliografia


Smeraldo Amidei, Infamia e gloria in terra di Siena durante il nazi-fascismo, Cantagalli, Siena, 1945.
ANPI Siena (a cura di), Criminali alla sbarra. Il processo di Montemaggio, La Poligrafica, Siena, 1948.
Alfonso Bartolini, Alfredo Terrone, I militari nella guerra partigiana in Italia - 1943-1945, Stato Maggiore Esercito, Roma, 1998.
Stefano Bistarini, Perché gli altri non dimentichino - Chiusi, cronaca di dolore, lutti e distruzioni in un solo anno dei suoi 40 secoli di vita. Luglio 1943 - Luglio 1944, Pagnini e Martinelli, Firenze, 2001.
Arturo Conti, Albo caduti e dispersi della Repubblica Sociale Italiana, Istituto Storico della RSI, Bologna, 2003.
Dino Faleri, Ugo Severini, Brigata Simar, ANPI Sarteano, Città della Pieve, 1995.
Alberto Luchini, Radicofani, L'Impronta, Scandicci, 1970.
Piero Malvezzi, Giovanni Pirelli, (a cura di), Lettere di condannati a morte della Resistenza italiana, 8 settembre 1943-25 aprile 1945, Einaudi, Torino, 1952, ultima ristampa del 2003.
Fabio Masotti, 1943-1944. Itinerari nei luoghi della memoria. Dall'8 settembre 1943 alla Liberazione: cinque itinerari nei comuni di Cetona,Chianciano terme, Chiusi, Montepulciano, San Casciano dei Bagni e Sarteano, NIE, Siena, 2009.
Giuseppe Santoro (a cura di), Le medaglie d'oro al Valor Militare della guerra di liberazione, Il Ventaglio, Roma, 1989.

Sitografia


http://www.anpi.it/uomini.htm
http://www.difesa.it/Templates/OnorCaduti.aspx
http://www.regione.toscana.it/documents/10180/347901/GIUGNO_1944
http://www.resistenzatoscana.it/monumenti/SI/
Renato Magi, in Ultime lettere di condannati a morte e di deportati della Resistenza italiana [http://www.ultimelettere.it/?page_id=35&ricerca=137], url consultata il 28 settembre 2018
Vittorio Tassi, in Ultime lettere di condannati a morte e di deportati della Resistenza italiana [http://www.ultimelettere.it/?page_id=35&ricerca=151], url consultata il 28 settembre 2018

Fonti archivistiche

Fonti

AS Siena, Gabinetto della Prefettura, filza 81, Caduti e Dispersi in guerra.
AS Siena, Gabinetto della Prefettura, Anno 1946. Atti della Commissione provinciale per i crimini di guerra.
CSIT, AUSSME, N 1/11, b. 2132