Marsan Marostica 5-12-1944

(Vicenza - Veneto)

Marsan Marostica 5-12-1944

Marsan Marostica 5-12-1944
Descrizione

Località Marsan, Marostica, Vicenza, Veneto

Data 5 dicembre 1944

Matrice strage Fascista

Numero vittime 1

Numero vittime uomini 1

Numero vittime uomini adulti 1

Descrizione: Il partigiano Bruno Scomazzon, attivo già dai primi di novembre del ’43, mentre è impegnato con i suoi uomini a portare materiale bellico dalla pianura all’Altopiano, viene catturato e costretto ad arruolarsi presso il Centro Reclutamento Alpini di Bassano del Grappa (CRA), e successivamente destinato al Distaccamento di Asiago, comandato dai f.lli Caneva; diserta e rientra nella Resistenza, ma nuovamente catturato è barbaramente seviziato dalla BN di Marostica il 5/12/44 a Cà Boina di Marsan, e infine ucciso dal brigatista Gino Baggio.

Modalità di uccisione: INDEFINITA

Violenze connesse: sevizie-torture

Tipo di massacro: punitivo

Estremi e note penali: CAS di Vicenza, con sentenza n. 154/46 – 144/46 del 30.9.46, contro Baggio, Bertoncello, Cuman, Bonato, Girardini e altri 16 (processo di Vicenza ai rastrellatori italiani del Grappa).

Scheda compilata da Pierluigi Dossi
Scarica la scheda in formato .pdf
Le schede monografiche in formato .pdf sono coperte da diritto d'autore.
Ogni uso improprio o non consentito è punibile ai sensi di legge

Ultimo aggiornamento dei dati: 2015-12-28 21:05:48

Vittime

Elenco vittime

Bruno Scomazzon Chepe di Beniamino, cl. 1923, da Marsan di Marostica; partigiano.

Elenco vittime partigiani 1

Bruno Scomazzon Chepe di Beniamino, cl. 1923, da Marsan di Marostica; partigiano.

Responsabili o presunti responsabili

Elenco reparti responsabili


Elenco persone responsabili o presunte responsabili


  • Alfredo Perillo

    Nome Alfredo

    Cognome Perillo

    Note responsabile Perillo Alfredo , è vissuto all’estero sino al ’32, residente a Chiarino di Sotto (Trento), coniugato con Guerrina Selko “Rina” (cl. 16, nata a Laurana - Istria, residente a Tiarno di Sotto in Val di Ledro - Brescia), con 2 figli; ufficiale d’artiglieria del Regio Esercito in s.p.e., poliglotta e perciò in missione in vari stati: Germania, Svizzera, Cecoslovacchia. Dopo l’8 settembre, ufficiale della GNR Contraerea, esperto della lingua tedesca, giunge a Bassano nell\'agosto ’44, ufficialmente come interprete, traduttore e ufficiale di collegamento con i tedeschi (magg. Fraiss), di fatto trasforma l\'UPI della GNR di Bassano, in un ufficio della BdS/SD tedesca; anche lui come Carità è un ufficiale (tenente-SS/SS-obersturmführer) e dirigente del BdS-SD.

    Nome del reparto BdS-SD – Befehlshaber der Sicherheitspolizei und des SD

  • Gino Baggio

    Nome Gino

    Cognome Baggio

    Stato imputato in procedimento

    Note responsabile Baggio Gino di Giacomo, da Marostica. Componente la BN di Marostica, tra l’altro è accusato di aver assassinato il partigiano di Marsan di Marostica Bruno Scomazzon. Arrestato dopo la Liberazione, è trattenuto alla Caserma Chinotto e incriminato dalla Procura del Regno; successivamente è trasferito alle Caeceri di S. Biagio a disposizione della CAS di Vicenza, che il 30 settembre ‘46 lo condanna per l’omicidio Scomazzon a 24 anni, poi amnistiati. Tornato uomo libero, emigra in Belgio.

    Tipo di reparto fascista Brigata Nera

    Nome del reparto 22. Brigata nera “Antonio Faggion” di Vicenza

  • Gio Batta Bonato

    Nome Gio Batta

    Cognome Bonato

    Stato imputato in procedimento

    Note responsabile Bonato Gio Batta “Battista Bosari” di Domenico, da S. Caterina di Lusiana; componente la BN di Marostica, partecipa tra l’altro con i tedeschi al sequestro, in Contrà Cunchele di Lusiana, di materiale che gli Alleati avevano lanciato l’8.5.44; partecipa al rastrellamento di Spineda (Tv) e del Grappa; partecipa all’assassinio del partigiano di Marsan Bruno Scomazzon. Arrestato dopo la Liberazione, è processato dalla CAS di Vicenza il 30.9.46, che lo condanna a 21 anni, poi amnistiati.

    Tipo di reparto fascista Brigata Nera

    Nome del reparto 22. Brigata nera “Antonio Faggion” di Vicenza

  • Giuseppe Cuman

    Nome Giuseppe

    Cognome Cuman

    Stato imputato in procedimento

    Note responsabile Cuman Giuseppe; componente la BN di Marostica, tra l’altro partecipa all’assassinio del partigiano di Marsan Bruno Scomazzon e al rastrellamento del Grappa. Arrestato dopo la Liberazione, è processato dalla CAS di Vicenza il 30.9.46, che lo dichiara non punibile ai sensi dell’art. 7 u.p. d.l.l. 27.7.44.

    Tipo di reparto fascista Brigata Nera

    Nome del reparto 22. Brigata nera “Antonio Faggion” di Vicenza

  • Pietro Bertoncello

    Nome Pietro

    Cognome Bertoncello

    Stato imputato in procedimento

    Note responsabile Bertoncello Pietro; da Schiavon; già squadrista e aggressore dei fratelli Farina l\'11.6.25; componente la BN di Marostica, partecipa tra l’altro al rastrellamento del Grappa, alla fucilazione di tre partigiani sul Ponte Vecchio di Bassano (22.2.45), al rastrellamento di Spineda (Tv) e all’assassinio del partigiano di Marsan Bruno Scomazzon. Arrestato dopo la Liberazione, è processato dalla CAS di Vicenza il 30.9.46, ma assolto “perché il fatto non costituisce reato e parte per non doversi procedere per amnistia”.

    Tipo di reparto fascista Brigata Nera

    Nome del reparto 22. Brigata nera “Antonio Faggion” di Vicenza

  • Rino Ragazzi

    Nome Rino

    Cognome Ragazzi

    Note responsabile Ragazzi Rino; coinvolto tra l’altro nel rastrellamento di Carpanè dell’agosto ’44, nell\'assassinio del partigiano \"Griso\" con la BN del SSS Marina di Montecchio Maggiore nell’ottobre ’44 e nell’omicidio di Antonio Rossi.

  • Vincenzo Giardini

    Nome Vincenzo

    Cognome Giardini

    Stato imputato in procedimento

    Note responsabile Girardini Vincenzo; componente la BN di Marostica, partecipa tra l’altro all’assassinio del partigiano di Marsan Bruno Scomazzon e al rastrellamento del Grappa. Arrestato dopo la Liberazione, è processato dalla CAS di Vicenza il 30.9.46, ma assolto “perché il fatto non costituisce reato e parte per non doversi procedere per amnistia”.

    Tipo di reparto fascista Brigata Nera

    Nome del reparto 22. Brigata nera “Antonio Faggion” di Vicenza

Memorie
Bibliografia


“Zaira” Meneghin Maina, Tra cronaca e storia. La Resistenza nel Vicentino, Ed. Teti, Segrate (Mi) 1989.
Pierantonio Gios, Controversie sulla Resistenza ad Asiago e in Altopiano, Ed. Tip. Moderna, Asiago 1999.
Benito Gramola (a cura di), Memorie Partigiane di D. Martin e A. Giudicotti, S. Martino di Lupari (VR) 2006.
Benito Gramola (a cura di), Tullio Carlesso. Da Marsan alla Cabianca. Vicende dei patrioti del battaglione “Vanin” (Brigata “Giovane Italia”), Fara Vicentino 2015.
Benito Gramola e Roberto Fontana, Il processo del Grappa: dall’ergastolo all’amnistia. Elenco, sintesi e antologia delle carte processuali (1946-1949), Ed. Fraccaro, Bassano del Grappa 2011.
Emilio Franzina, “la provincia più agitata”. Vicenza al tempo di Salò attraverso i Notiziari della Guardia nazionale repubblicana e altri documenti della Rsi (1943-1945), Ivsrec, Padova 2008.

Sitografia


Fonti archivistiche

Fonti

ASVI, CAS, b. 14 fasc. 896, b. 24 fasc. 1411; b. 26 fasc. 1892 e 1924;
ASVI, CLNP, b. 15 fasc. 2, 7 e fasc. Denunce al Capo Uff. PM;
ATVI, Sentenza n.154/46 – 144/46 del 30.9.46, contro Baggio, Bertoncello, Cuman e altri 18;