Mason 31-10-1944

(Vicenza - Veneto)

Mason 31-10-1944

Mason 31-10-1944
Descrizione

Località Mason, Mason Vicentino, Vicenza, Veneto

Data 31 ottobre 1944

Matrice strage Fascista

Numero vittime 5

Numero vittime uomini 5

Numero vittime uomini adulti 5

Descrizione: Il 30/10/44, a Costa di Fara Vicentino due buoi trainano un autocarro in avaria carico di botti di vino per la BN di Bassano; alcuni partigiani della Brigata “Mazzini” di Molvena, intimano ”Alt!”, ma i tre fascisti repubblicani di scorta reagiscono e sul terreno rimangono tre morti: quello dell’agricoltore Francesco Azzolin, costretto dai fascisti a trascinare il camion con i suoi buoi, e quello di due brigatisti, Giuseppe Pistorello e Domenico Verilli; il terzo, Cesare Milani, resta incolume. Il 31/10/44, per rappresaglia la BN di Marostica e Bassano, e la Squadra d’Azione dell’ Aeronautica, circondano e rastrellano il centro di Maragnole di Breganze, dove catturano 17 giovani. I prigionieri vengono portati prima a Breganze e successivamente fatti partire per Bassano su due camion. Giunti in piazza a Mason Vicentino i mezzi sono fatti fermare e fatti scendere 5 giovani. Malgrado tutti siano in possesso di documenti regolari, vengono messi al muro e fucilati. Oltre al rastrellamento di Maragnole e alla successiva strage di Mason, la rappresaglia fascista si scatena anche contro “Villa Elettra” a Breganze, proprietà di Trevisan Elettra ved. Zoso, madre di Luigi Zoso “Alfio” (cl.17), giovane ufficiale medico e comandante partigiano della “Mazzini”. Il saccheggio e il successivo incendio della Villa e dell’abitazione del mezzadro Angelo Miotti, sono compiuti materialmente dalla BN di Bassano, al comando di Amerigo Lulli, guidati dal podestà di Breganze Francesco Corradini.

Modalità di uccisione: fucilazione

Violenze connesse: furto e-o saccheggio,incendio di abitazione

Tipo di massacro: rappresaglia

Scheda compilata da Pierluigi Dossi
Scarica la scheda in formato .pdf
Le schede monografiche in formato .pdf sono coperte da diritto d'autore.
Ogni uso improprio o non consentito è punibile ai sensi di legge

Ultimo aggiornamento dei dati: 2015-12-28 17:19:22

Vittime

Elenco vittime

1. Andrea Brian, cl. 1920;
2. Aldo Panozzo, cl. 1921;
3. Guido Novello, cl. 1922;
4. Antonio Marchioretto, cl. 1925;
5. Renato Marchi, cl. 1925.

Elenco vittime legate a partigiani 5

1. Andrea Brian, cl. 1920;
2. Aldo Panozzo, cl. 1921;
3. Guido Novello, cl. 1922;
4. Antonio Marchioretto, cl. 1925;
5. Renato Marchi, cl. 1925.

Responsabili o presunti responsabili

Elenco reparti responsabili


Elenco persone responsabili o presunte responsabili


  • Alessandro Di Vincenzo

    Nome Alessandro

    Cognome Di Vincenzo

    Ruolo nella strage Autore

    Note responsabile Di Vincenzo Alessandro di Antonio, cl 05, nato a Roma; operaio temporaneo SSS Aeronautica; dal dicembre \'44 capo squadra della B.N. Aeronautica; poi guardia del corpo di Passuello nella 22^ BN “Faggion” (tessera n. 84164). Partecipa al rastrellamento di S. Vito e Torrebelvicino del 24-25/4/44, di Enego del 1-2/5/44 e del Grappa.

  • Amerigo Lulli

    Nome Amerigo

    Cognome Lulli

    Ruolo nella strage Autore

    Stato imputato in procedimento

    Note responsabile Lulli Americo \"Arrigo\" di Costantino, cl. 03, nato a Palestrina (Roma); applicato presso il SSS Aeronautica a Bassano; “fanatico rastrellature”; fondatore del fascio e commissario politico del fascio di Bassano dal dicembre 1943; ispettore federale per la zona di Bassano; quale comandante della Sq d\'Az del PFR di Bassano partecipa tra l’altro alla rappresaglia di Valstagna del 26-27/12/43, al rastrellamento di S. Vito e Torre Belvicino del 24-25/4/44 e di Enego del 1-2/5/44; come comandante l’8^ Compagnia della B.N. di Bassano (tessera n. 84294) partecipa anche al rastrellamento del Grappa. E’ fratello dei brigatisti Leopoldo e Mario, comandante del “Reparto Azzurro”; in un documento del Comitato Militare Provinciale del CLNP è tra i nominativi dei responsabili delle impiccagioni di Bassano del Grappa. Processato dopo la Liberazione è condannato il 30/9/46 dalla Corte d’Assise di Vicenza alla pena di morte, il 13/5/48 la Corte d\'Appello converte la pena con quella dell\'ergastolo, con isolamento diurno; il 22/7/59 il Tribunale di Vicenza dichiara estinti i reati per \"effetto di amnistia in virtù dell\'art. 1 lett. A D.P. n. 460 dell\'11.7.59”.

    Tipo di reparto fascista Brigata Nera

    Nome del reparto 22. Brigata nera “Antonio Faggion” di Vicenza

  • Nazzareno Avorio

    Nome Nazzareno

    Cognome Avorio

    Ruolo nella strage Autore

    Note responsabile Avorio Nazzareno di Giovanni, cl. 1900, nato a Velletri (Roma); archivista; furiere e rastrellature della Sq d’Az del SSS Aeronautica.

  • Renato Andreuzzi

    Nome Renato

    Cognome Andreuzzi

    Ruolo nella strage Autore

    Note responsabile Andreuzzi Renato di Raffaele, cl. 17, nato a Marino (Roma); avventizio SSS Aereonautica; rastrellatore con della Sq d’Az del SSS Aeronautica, poi BN Aeronautica e BN di Bassano (tessera n. 84195). Partecipa tra l’altro al rastrellamento di S. Vito e Torrebelvicino del 24-25/4/44 e di Enego del 1-2/5/44 e al rastrellamento del Grappa.

Memorie

Memorie legate a questa strage

  • lapide a

    Tipo di memoria: lapide

    Descrizione: Lapide murale nel luogo della fucilazione, a lato del municipio di Mason.

Bibliografia


Giulio Vescovi, Resistenza nell’Alto Vicentino. Storia della Divisione Alpina “Monte Ortigara” 1943-1945, Ed. La Serenissima, Vicenza 1975 e 1997.
Benito Gramola e Roberto Fontana, Il processo del Grappa: dall’ergastolo all’amnistia. Elenco, sintesi e antologia delle carte processuali (1946-1949), Ed. Fraccaro, Bassano del Grappa 2011.
Pierantonio Gios, Il Comandante “Cervo”, capitano Giuseppe Dal Sasso, Ed. Tip. Moderna, Asiago 2002.
Carlo Maculan, Anni cruenti, nel n.27 del novembre 2014 di Quaderni Breganzesi di Storia, Arte e Cultura del Gruppo di Ricerca Storica di Breganze.
Pierluigi Damiano Dossi “Busoi”, 12 agosto 1944. Il rastrellamento di Montecchio Precalcino, Ed. CSSMP/www.studistoricianapoli.it., Montecchio Precalcino 2014.
Antonio Serena, I giorni di Caino. Il dramma dei vinti nei crimini ignorati dalla storia ufficiale, Ed. Panda, Padova, 1990.
Il Popolo Vicentino. Il Giornale di Vicenza durante la RSI.

Sitografia


www.studistoricianapoli.it

Fonti archivistiche

Fonti

ASVI, CAS, b. 14 fasc. 896;
ASVI, CLNP, b. 9 fasc. 2, b. 15 fasc. 7;
ASVI, Danni di Guerra, b. 62, 94, 141, 347, fasc. 3717, 5877, 9141, 24657;
ASVI, CAS, b. 3 fasc. 210
ASVI, CAS, b. 7 fasc. 516
ASVI, CAS, b. 8 fasc. 575
ASVI, CAS, b. 12 fasc. 762
ASVI, CAS, b. 14 fasc. 896
ASVI, CAS, b. 18 fasc. 1134
ASVI, CAS, b. 26 fasc. 1924;
ASVI, CLNP, b. 9 fasc. 2
ASVI, CLNP, b. 10 fasc. 8
ASVI, CLNP, b. 11 fasc. 3, 34
ASVI, CLNP, b. 14 fasc. 26° Deposito Misto,
ASVI, CLNP, b. 15 fasc. Pratiche Politiche, fasc. Denunce a Capo Uff. PM, fasc. 2-6-7-19,
ASVI, CLNP, b. 17, fasc. Informazioni, fasc. Ordini Permanenti Militari, fasc. Elenchi;
ASVI, Danni di guerra, b. 76 fasc. 4691;
ABCCR , b. 7 fasc. 11,
AINSML, Fondo Cornaggia, b. 13;
ATVI, CAS, sentenza n. 84/46 - 78/46 del 1/7/46 contro Ragazzi Rino, sentenza n. 154/46 – 144/46 del 30/9/46 contro Lulli Americo, Piras Domizio e altri 20;
Il Giornale di Vicenza del 23.12.45 e 24.1.46; Il Nuovo Adige del 16 e 24/1/46;