Marsan di Marostica 17-09-1944

(Vicenza - Veneto)

Marsan di Marostica 17-09-1944

Marsan di Marostica 17-09-1944
Descrizione

Località Marsan, Marostica, Vicenza, Veneto

Data 17 settembre 1944

Matrice strage Nazista

Numero vittime 1

Numero vittime uomini 1

Numero vittime uomini adulti 1

Descrizione: Il 27 settembre u.s., nei pressi di Marostica, una pattuglia tedesca uccideva con raffica di mitra il disertore Adamo Vasin che aveva tentato di darsi alla fuga. (dal Notiziario “Mattinale” per il Duce della GNR di Vicenza del 15.10.44)

Modalità di uccisione: uccisione con armi da fuoco

Tipo di massacro: legato al controllo del territorio

Scheda compilata da Pierluigi Dossi
Scarica la scheda in formato .pdf
Le schede monografiche in formato .pdf sono coperte da diritto d'autore.
Ogni uso improprio o non consentito è punibile ai sensi di legge

Ultimo aggiornamento dei dati: 2015-12-28 15:27:59

Vittime

Elenco vittime

Adamo Vanin “Van” di Pietro, cl. 22, nato in Canada, residente a Marsan di Marostica; partigiano; porta il suo nome il Btg. “Vanin” della Brigata “Giovane Italia”, Divisione “Monte Ortigara”.

Elenco vittime partigiani 1

Adamo Vanin “Van” di Pietro, cl. 22, nato in Canada, residente a Marsan di Marostica; partigiano;

Responsabili o presunti responsabili

Elenco reparti responsabili


Flak reparto non precisato

Tipo di reparto: Wehrmacht
Appartenenza: Luftwaffe

Elenco persone responsabili o presunte responsabili


  • Artibano Catozzi

    Nome Artibano

    Cognome Catozzi

    Note responsabile Artibano Catozzi, da Ferrara, residente a Roma; già sergente maggiore dell’aeronautica fascista repubblicana in servizio presso la Scuola d’Artiglieria Contraerea, poi feldwebel (serg. magg.) della Flak nella Flak Schole di Marostica.

    Note procedimento La CAS di Vicenza, con sentenza n. 155/46 – 157/46 del 1.10.46 condanna il Catozzi, per l’omicidio di Adamo Vanin e Domenico Morello, all’ergastolo, pena ridotta a 30 anni in forza dell’amnistia d.l. 22.6.46 n. 4, art. 9. Il 7.11.47 la Corte Suprema, elimina l’aggravante ma conferma la pena; il 7.2.50 la Corte d’Appello di Venezia condona a 11 anni di reclusione per indulto (D.P. 23.12.49 n. 930).

    Nome del reparto nazista Wehrmacht

    Nome del reparto Flak reparto non precisato

Memorie

Memorie legate a questa strage

  • lapide a

    Tipo di memoria: lapide

    Descrizione: Nel luogo del suo assassinio è collocata a ricordo una lapide a muro.

  • lapide a

    Tipo di memoria: lapide

    Descrizione: “Van” è sepolto al Cimitero di Marostica nella tomba ai “Caduti della Resistenza”, dove figurano le foto di 20 patrioti, tra cui quelli di Nonis, Possamai, Vivian e Zaira Meneghin Maina

Bibliografia


S. Residori, La “pelle del diavolo”: la giustizia di fronte alla violenza della guerra civile (1943-1945); Ed. Istrevi, Quaderni sulla Resistenza e la RSI, Vicenza 2010.
Emilio Franzina, “la provincia più agitata”. Vicenza al tempo di Salò attraverso i Notiziari della Guardia nazionale repubblicana e altri documenti della Rsi (1943-1945), Ivsrec, Padova 2008.
Benito Gramola (a cura di), Tullio Carlesso. Da Marsan alla Cabianca. Vicende dei patrioti del battaglione “Vanin” (Brigata “Giovane Italia”), Fara Vicentino 2015.

Sitografia


Fonti archivistiche

Fonti

ASVI, CLNP, b. 15 fasc. 4
ATVI, sentenza n. 155/46 – 157/46 del 1.10.46 condanna Catozzi