Nove di Bassano del Grappa 19-08-1944

(Vicenza - Veneto)

Nove di Bassano del Grappa 19-08-1944

Nove di Bassano del Grappa 19-08-1944
Descrizione

Località Nove, Nove, Vicenza, Veneto

Data 19 agosto 1944

Matrice strage Fascista

Numero vittime 1

Numero vittime uomini 1

Numero vittime uomini adulti 1

Descrizione: Il fatto avviene prima del coprifuoco quando una pattuglia della BN di Marostica spara senza preavviso e motivo alcuno contro due giovani in bicicletta.

Modalità di uccisione: uccisione con armi da fuoco

Tipo di massacro: legato al controllo del territorio

Estremi e note penali: Corte d’Assise Sezione Speciale di Treviso del 7-24/1/47 : Processo ai fascisti del rastrellamento del Grappa e per altri fatti delittuosi, contro Antonio Comparini, Umberto Pendini e altri 12.

Scheda compilata da Pierluigi Dossi
Scarica la scheda in formato .pdf
Le schede monografiche in formato .pdf sono coperte da diritto d'autore.
Ogni uso improprio o non consentito è punibile ai sensi di legge

Ultimo aggiornamento dei dati: 2015-12-28 15:00:15

Vittime

Elenco vittime

Giovanni Michelon

Elenco vittime civili 1

Giovanni Michelon

Responsabili o presunti responsabili

Elenco reparti responsabili


Elenco persone responsabili o presunte responsabili


  • Antonio Dal Porto

    Nome Antonio

    Cognome Dal Porto

    Note responsabile Dal Porto Antonio di n.n., cl. 27, n. Casalserugo (Padova), commerciante; della Sq d\'Az del PFR di Marostica, poi BN; partecipa anche al rastrellamento del Grappa. Arrestato dopo la Liberazione.

  • Giorgio Arnone

    Nome Giorgio

    Cognome Arnone

    Note responsabile Arnone Giorgio, cl. 27, da Roma; della Sq d\'Az del PFR di Marostica, poi BN; di buona famiglia, appena sedicenne interruppe gli studi e fuggì di casa. Partecipa a vari rastrellamenti tra cui il Grappa, e si distinse in modo particolare per la sua ferocia e per il suo fanatismo. Fucilò 5 patrioti presso Mason, dopo il rastrellamento di Maragnole del febbraio \'45, prese parte alla fucilazione di altri tre patrioti a Bassano, a Mason freddò a colpi di mitra un vecchio mutilato di guerra nella propria abitazione. Dopo che da mesi numerose questure lo cercavano quale “pericoloso criminale di guerra”, è stato arrestato a Roma il 12.4.46.

  • Umberto Felice Pendini

    Nome Umberto Felice

    Cognome Pendini

    Note responsabile Pendini Umberto di Felice, cl. 04, nato a Padova; Sq d\'Az del PFR di Marostica, poi BN; per il rastrellamento del Grappa è accusato di sevizie, incendi, omicidi e furti; inoltre in correità nel duplice omicidio aggravato commesso il 19/8/44 a Nove di Giovanni Michelon e lesioni a Aurelio Moretti, e il 28/9/44 a Marostica di Beniamino Scomazzon. Arrestato il 25/6/45, il 12/9/45 è deferito ai PM presso la CAS di Vicenza; il 24/1/47, la CAS di Treviso lo condanna a 8 anni di reclusione, interdizione perpetua dai pubblici uffici, confisca di 1/3 dei beni a favore dell\'Erario, alla libertà vigilata dopo espiata la pena, al pagamento delle spese processuali e tasse di sentenza, ma grazie al condono (art. 9, DLP 22.6.46, n. 4) la pena è ridotta a 5 anni; il 28/4/48 la Corte Suprema di Cassazione, 2^ Sezione Penale di Roma, \"annulla senza rinvio per amnistia\".

Memorie
Bibliografia


Federico Maistrello (a cura di), Processo ai fascisti del rastrellamento del Grappa. Corte d’Assise Straordinaria di Treviso, 1947, Istresco, Treviso, 2004.

Sitografia


Fonti archivistiche

Fonti

Archivio di Stato di Vicenza (ASVI), fondo Comitato di Liberazione Nazionale Provinciale (CLNP), b. 11 fasc. 3, b. 15 fasc. 2-7
Archivio di Stato di Vicenza (ASVI), fondo Danni di guerra;
Il Giornale di Vicenza.