GOMBIO, CASTELNOVO MONTI, 03.04.1944

(Reggio Emilia - Emilia-Romagna)

GOMBIO, CASTELNOVO MONTI, 03.04.1944

GOMBIO, CASTELNOVO MONTI, 03.04.1944
Descrizione

Località Gombio, Castelnovo ne' Monti, Reggio Emilia, Emilia-Romagna

Data 3 aprile 1944

Matrice strage Nazista

Numero vittime 3

Numero vittime uomini 3

Numero vittime uomini adulti 3

Descrizione: Nel corso di un’azione di rastrellamento antipartigiana nella zona di Gombio, dove erano stati segnalati disertori e partigiani, condotta da unità della Div. Hermann Göring vengono uccisi in loc. Monte Battuta, a poca distanza dell’abitato di Gombio, tre civili e altri due (Ulievo Ferrari, fratello di Ettore, e Giovanni Alberini) scampano fortunosamente alla morte. I militari tedeschi radunano gli abitanti della borgata per una fucilazione di massa ma, grazie all’intervento di due donne tedesche abitanti nel borgo e sposate con uomini del luogo, il piano non viene messo in atto.

Modalità di uccisione: fucilazione

Tipo di massacro: rastrellamento

Scheda compilata da MASSIMO STORCHI
Scarica la scheda in formato .pdf
Le schede monografiche in formato .pdf sono coperte da diritto d'autore.
Ogni uso improprio o non consentito è punibile ai sensi di legge

Ultimo aggiornamento dei dati: 2016-03-23 14:03:06

Vittime

Elenco vittime

Ferrari Ettore (Canossa, 1899)
Ferrari Mario (Canossa, 1907)
Maroni Nello (Vetto d’Enza, 1915)

Elenco vittime civili 3

Ferrari Ettore
Ferrari Mario
Maroni Nello

Responsabili o presunti responsabili

Elenco reparti responsabili


Fallschirm-Panzer-Division “Hermann Goring“

Tipo di reparto: Wehrmacht
Appartenenza: Luftwaffe

Memorie

Memorie legate a questa strage

  • monumento a Monte della Battuta

    Tipo di memoria: monumento

    Ubicazione: Monte della Battuta

    Anno di realizzazione: 2011

    Descrizione: Nel 2011 sul Monte della Battuta è stata collocata una croce in metallo con una targa ricordo e sul terreno antistante posate tre grosse pietre con i nomi delle vittime della rappresaglia.

  • lapide a

    Tipo di memoria: lapide

    Anno di realizzazione: 1979

    Descrizione: In ricordo dell’intervento delle due donne tedesche (Augusta Lüdescher e Ida Roser) a favore della popolazione è stata posta una targa nel 1979.

Bibliografia


Guerrino Franzini, Storia della Resistenza reggiana, III ed., Reggio Emilia, ANPI, 1982. pag.107-108.
Un memoriale per Gombio. Il feroce rastrellamento del 3 aprile 1944 in «La Libertà», 2 aprile 2011.

Sitografia


http://gombio.jimdo.com/storia/
Matthias Durchfeld, Annalisa Govi, Gombio 1944 “Haben dich deine Eltern so erzogen?”. Due donne fermano la strage nazista, in http://www.gliocchidi.it/download/gombio.pdf

Fonti archivistiche

Fonti