GOMBIO, CASTELNOVO MONTI, 03.04.1944

(Reggio Emilia - Emilia-Romagna)

GOMBIO, CASTELNOVO MONTI, 03.04.1944

GOMBIO, CASTELNOVO MONTI, 03.04.1944
Descrizione

Località Gombio, Castelnovo ne' Monti, Reggio Emilia, Emilia-Romagna

Data 3 aprile 1944

Matrice strage Nazista

Numero vittime 3

Numero vittime uomini 3

Numero vittime uomini adulti 3

Descrizione: Nel corso di un’azione di rastrellamento antipartigiana nella zona di Gombio, dove erano stati segnalati disertori e partigiani, condotta da unità della Div. Hermann Göring vengono uccisi in loc. Monte Battuta, a poca distanza dell’abitato di Gombio, tre civili e altri due (Ulievo Ferrari, fratello di Ettore, e Giovanni Alberini) scampano fortunosamente alla morte. I militari tedeschi radunano gli abitanti della borgata per una fucilazione di massa ma, grazie all’intervento di due donne tedesche abitanti nel borgo e sposate con uomini del luogo, il piano non viene messo in atto.

Modalità di uccisione: fucilazione

Tipo di massacro: rastrellamento
--> Per saperne di più sulle tipologie

Scheda compilata da MASSIMO STORCHI
Scarica la scheda in formato .pdf
Le schede monografiche in formato .pdf sono coperte da diritto d'autore.
Ogni uso improprio o non consentito è punibile ai sensi di legge

Ultimo aggiornamento dei dati: 2016-03-23 14:03:06

Vittime

Elenco vittime

Ferrari Ettore (Canossa, 1899)
Ferrari Mario (Canossa, 1907)
Maroni Nello (Vetto d’Enza, 1915)

Elenco vittime civili 3

Ferrari Ettore
Ferrari Mario
Maroni Nello

Responsabili o presunti responsabili

Elenco reparti responsabili


Fallschirm-Panzer-Division “Hermann Goring“

Tipo di reparto: Wehrmacht
Appartenenza: Luftwaffe

Memorie

Memorie legate a questa strage

  • monumento a Monte della Battuta

    Tipo di memoria: monumento

    Ubicazione: Monte della Battuta

    Anno di realizzazione: 2011

    Descrizione: Nel 2011 sul Monte della Battuta è stata collocata una croce in metallo con una targa ricordo e sul terreno antistante posate tre grosse pietre con i nomi delle vittime della rappresaglia.

  • lapide a

    Tipo di memoria: lapide

    Anno di realizzazione: 1979

    Descrizione: In ricordo dell’intervento delle due donne tedesche (Augusta Lüdescher e Ida Roser) a favore della popolazione è stata posta una targa nel 1979.

Bibliografia


Guerrino Franzini, Storia della Resistenza reggiana, III ed., Reggio Emilia, ANPI, 1982. pag.107-108.
Un memoriale per Gombio. Il feroce rastrellamento del 3 aprile 1944 in «La Libertà», 2 aprile 2011.

Sitografia


http://gombio.jimdo.com/storia/
Matthias Durchfeld, Annalisa Govi, Gombio 1944 “Haben dich deine Eltern so erzogen?”. Due donne fermano la strage nazista, in http://www.gliocchidi.it/download/gombio.pdf

Fonti archivistiche

Fonti