Arsiè, 24.9.1944

(Belluno - Veneto)

Arsiè, 24.9.1944

Arsiè, 24.9.1944
Descrizione

Località Arsiè, Arsi, Belluno, Veneto

Data 24 settembre 1944

Matrice strage Nazifascista

Numero vittime 2

Numero vittime uomini 2

Numero vittime uomini adulti 2

Descrizione: L’episodio con tutta probabilità si colloca nel contesto più ampio del rastrellamento del Grappa del settembre 1944. Fiorese e Tonin sono arrestati separatamente nei giorni precedenti, vengono interrogati e torturati dalla polizia di Arsiè (Belluno) fino al pomeriggio del 24 quando vengono condotti al ponte sul torrente Cismon e fucilati.
Diversa la versione fornita dalla “Cronistoria di Arsiè”. Qui infatti si parla del solo Tonin, che sarebbe stato arrestato tra il 25 ed il 26 settembre 1944 attorno ad Arsiè, torturato per alcuni giorni e infine fucilato il 29 settembre 1944.

Modalità di uccisione: fucilazione

Tipo di massacro: punitivo

Annotazioni: Boschis e Cessi riportano solo la fucilazione di Tonin, non facendo nessun riferimento a Fiorese. Lo stesso vale per la “Cronistoria di Arsiè”, che inoltre colloca l’episodio qualche giorno più avanti, sostenendo che la vittima sarebbe stata fermata tra il 25 ed il 26 settembre e poi fucilata il 29.

Scheda compilata da Adriano Mansi
Scarica la scheda in formato .pdf
Le schede monografiche in formato .pdf sono coperte da diritto d'autore.
Ogni uso improprio o non consentito è punibile ai sensi di legge

Ultimo aggiornamento dei dati: 2016-09-05 14:13:17

Vittime

Elenco vittime

1. Fiorese Antonio “Cocca”, nato a S. Vito d’Arsiè (Belluno) il 14/9/1925;
2. Tonin Giovanni “D’Artagnan”, nato a Cismon del Grappa (Vicenza) il 2/5/1926.

Elenco vittime partigiani 2

1. Fiorese Antonio “Cocca”, nato a S. Vito d’Arsiè (Belluno) il 14/9/1925;
2. Tonin Giovanni “D’Artagnan”, nato a Cismon del Grappa (Vicenza) il 2/5/1926.

Responsabili o presunti responsabili

Elenco reparti responsabili


II. Bataillon-SS-Polizei “Bozen”

Tipo di reparto: Waffen-SS

SS-Polizei-Regiment Alpenvorland

Tipo di reparto: Waffen-SS

Ost-Bataillon 263

Tipo di reparto: Wehrmacht

Brigate nere di Vicenza e Treviso

Tipo di reparto: Brigata Nera

1. legione d’assalto M “Tagliamento”

Tipo di reparto: Guardia Nazionale Repubblicana

63. battaglione M “Tagliamento”

Tipo di reparto: Guardia Nazionale Repubblicana

Elenco persone responsabili o presunte responsabili


  • Fritz Buschmeyer

    Nome Fritz

    Cognome Buschmeyer

    Ruolo nella strage Autore

    Note responsabile Comandante dell’“Ost-Bataillon 263”. I reparti indicati sono tra quelli presenti sul Grappa durante il rastrellamento, ma non è dimostrabile quale di essi abbia materialmente ucciso gli ostaggi.

Memorie

Memorie legate a questa strage

  • lapide a Strada da Feltre ad Arsiè (Belluno), nei pressi del ponte sul Cismon.

    Tipo di memoria: lapide

    Ubicazione: Strada da Feltre ad Arsiè (Belluno), nei pressi del ponte sul Cismon.

    Descrizione: Le due vittime sono ricordate da una lapide posta sulla strada da Feltre ad Arsiè (Belluno), nei pressi del ponte sul Cismon.

Bibliografia


Luigi Boschis, Le popolazioni del bellunese nella guerra di liberazione 1943-1945, Castaldi, Feltre, 1986, p. 212;

Lorenzo Capovilla, Giancarlo De Santi, Sui sentieri dei partigiani nel Massiccio del Grappa, Istresco, Cierre, Treviso, Sommacampagna, 2006, p. 223;

Roberto Cessi, La Resistenza nel bellunese, Editori Riuniti, Roma, 1960, p. 130;

Carlo Gentile, La repressione antipartigiana tedesca in Veneto e in Friuli, in Angelo Ventura (a cura di), La società veneta dalla Resistenza alla Repubblica. Atti del Convegno di studi, Padova, 9-11 maggio 1996, Ivsrec-CLEUP, Padova, 1997, p. 208;

Sonia Residori, Il massacro del Grappa: vittime e carnefici del rastrellamento, 21-27 settembre 1944, Cierre, Istituto storico della resistenza e dell’età contemporanea della provincia di Vicenza Ettore Gallo, Sommacampagna, Vicenza, 2007, p. 73;

Aldo Sirena, La memoria delle pietre. Lapidi e monumenti ai partigiani in provincia di Belluno, Isbrec, Belluno, 1996, p. 88;

Paolo Tagini, Aurelio Tasca, Denis Vidale, Là dove caddero. Lapidi, cippi, monumenti della Resistenza sul Massiccio del Grappa, Ass. 26 settembre, Bassano del Grappa, 2005, scheda 104.

Sitografia


Fonti archivistiche

Fonti

AISBREC, Fondo Resistenza, b. 4, fasc. 13, “Cronistoria di Arsiè”;

AISBREC, Fondo Resistenza, b. 27, fasc. 8, Roulino dei caduti della brigata “Monte Grappa”.