Cantina Sociale di Limidi, Soliera, 17.11.1944

(Modena - Emilia-Romagna)

Cantina Sociale di Limidi, Soliera, 17.11.1944

Cantina Sociale di Limidi, Soliera, 17.11.1944
Descrizione

Località Cantina Sociale di Limidi, Soliera, Modena, Emilia-Romagna

Data 17 novembre 1944

Matrice strage Fascista

Numero vittime 1

Numero vittime uomini 1

Numero vittime uomini adulti 1

Descrizione: Nella seconda metà di ottobre del 1944 le prospettive dell’insurrezione generale alimentano le speranze della Resistenza modenese, ma i soldati tedeschi e i fascisti più intransigenti non smettono di alimentare le difese della Linea Gotica e di assestare colpi all’organizzazione partigiana. Le Brigate Nere e i militi della RSI non cessano l’attività di spionaggio e i tentativi di infiltrazione nella rete della Resistenza e trasformano ogni possibilità di accesso alle informazioni sui “ribelli” in un’occasione di vendetta nei confronti dei “traditori” dell’Italia fascista. Nella “Bassa” modenese i preparativi per l’insurrezione s’intrecciano alla consueta attività dei GAP e delle SAP, ma nella seconda decade di novembre il Proclama del Generale Alexander invita i partigiani a rinviare la marcia di avvicinamento alle città e restituisce fiducia alle forze nazi-fasciste. Nel pomeriggio del 17 novembre 1944 il partigiano Sarno Righi viene catturato da una pattuglia fascista mentre percorre la strada Pratizzola, che collega San Marino di Carpi a Limidi di Soliera; gli uomini della Brigata Nera lo percuotono e lo conducono dinanzi alla Cantina Sociale di Limidi, dove lo fucilano e abbandonano il cadavere sul ciglio della strada.

Modalità di uccisione: fucilazione

Violenze connesse: sevizie-torture

Tipo di massacro: rastrellamento

Scheda compilata da Daniel Degli Esposti
Scarica la scheda in formato .pdf
Le schede monografiche in formato .pdf sono coperte da diritto d'autore.
Ogni uso improprio o non consentito è punibile ai sensi di legge

Ultimo aggiornamento dei dati: 2015-12-26 14:47:47

Vittime

Elenco vittime

1. Sarno Righi: nato a Soliera (MO) il 1 marzo 1925, figlio di Umberto e Ida Battini, residente a Soliera, impiegato, partigiano. Il 10 aprile 1944 entra nella Brigata “Ivano” con il nome di battaglia “Zavert”. Nel corso della Lotta di Liberazione si distingue per le doti organizzative e per la partecipazione a diverse azioni di guerriglia. Nel pomeriggio del 17 novembre 1944 viene catturato da una pattuglia fascista mentre percorre la strada Pratizzola, che collega San Marino di Carpi a Limidi di Soliera; gli uomini della Brigata Nera lo percuotono e lo conducono dinanzi alla Cantina Sociale di Limidi, dove lo fucilano e abbandonano il cadavere sul ciglio della strada.

Elenco vittime partigiani 1

Sarno Righi

Responsabili o presunti responsabili

Elenco reparti responsabili


Brigata nera reparto imprecisato

Tipo di reparto: Brigata Nera

Memorie
Bibliografia


Ermanno Gorrieri, La repubblica di Montefiorino, Bologna, Il Mulino, 1970.
Claudio Silingardi, Una provincia partigiana, Milano, Franco Angeli, 1998.
Ilva Vaccari, Dalla parte della libertà, Santa Sofia di R., Stab. Tip. dei Comuni per COOP Estense, 1999, pag. 586.

Sitografia


Fonti archivistiche

Fonti