Castagneto, Pavullo nel Frignano, 15.04.1945

(Modena - Emilia-Romagna)

Castagneto, Pavullo nel Frignano, 15.04.1945

Castagneto, Pavullo nel Frignano, 15.04.1945
Descrizione

Località Castagneto, Pavullo nel Frignano, Pavullo nel Frignano, Modena, Emilia-Romagna

Data 15 aprile 1945

Matrice strage Nazista

Numero vittime 1

Numero vittime uomini 1

Numero vittime uomini adulti 1

Descrizione: All’inizio di aprile del 1945 le sorti della guerra sono segnate: diversi fascisti della provincia di Modena cercano contatti con i partigiani per avere salva la vita, ma gli elementi più intransigenti non smettono di illudersi nel riscatto del vecchio Asse o di combattere per sottoporre l’Italia al lavacro del sangue. Il 15 aprile 1945 un bombardamento aereo distrugge il campanile, parte della chiesa e diverse case di Castagneto, nel territorio di Pavullo: un gruppo di soldati tedeschi prende possesso della canonica e costringe il parroco Don Giuseppe Donini a gestire i soccorsi da un rifugio. In tarda serata, spinto dal freddo e dall’umidità, il sacerdote entra per chiedere alcune coperte, ma i tedeschi non lo riconoscono e lo falciano con una raffica.

Modalità di uccisione: uccisione con armi da fuoco

Scheda compilata da Daniel Degli Esposti
Scarica la scheda in formato .pdf
Le schede monografiche in formato .pdf sono coperte da diritto d'autore.
Ogni uso improprio o non consentito è punibile ai sensi di legge

Ultimo aggiornamento dei dati: 2015-12-26 11:36:06

Vittime

Elenco vittime

1. Don Giuseppe Donini: nato a Pavullo nel Frignano il 6 marzo 1913, sacerdote, parroco di Castagneto. Secondo Ilva Vaccari, “Mario Ricci, sindaco di Pavullo, testimoniò che «Don Donini non volle mai abbandonare la sua parrocchia di Castagneto, prodigandosi particolarmente nel soccorrere i colpiti e i danneggiati dal bombardamento del 15 aprile 1945». Egli subì quindi la dura sorte che incombeva a tutti, non soltanto ai partigiani […]. Avendo occupata la canonica dai tedeschi, e dovendo sopravvivere in un rifugio di fortuna al freddo e all’umidità notturna, per aver avuto l’ardire di recarsi nella sua casa a chiedere qualcuna delle sue coperte, Don Giuseppe Donini venne trucidato da una scarica di machine-pistola. Il povero sacerdote rimase lì fino all’alba, [quando i tedeschi annunciarono la sua morte]. Il padre del sacerdote morì di crepacuore poco dopo”.

Elenco vittime religiosi 1

Don Giuseppe Donini

Responsabili o presunti responsabili

Elenco reparti responsabili


Memorie

Memorie legate a questa strage

  • monumento a Castagneto, Pavullo nel Frignano

    Tipo di memoria: monumento

    Ubicazione: Castagneto, Pavullo nel Frignano

    Descrizione: Don Giuseppe Donini è ricordato nel monumento dedicato ai partigiani e ai caduti di Castagneto.

Bibliografia


Ermanno Gorrieri, La repubblica di Montefiorino, Bologna, Il Mulino, 1970.
Claudio Silingardi, Una provincia partigiana, Milano, Franco Angeli, 1998.
Ilva Vaccari, Dalla parte della libertà, Santa Sofia di R., Stab. Tip. dei Comuni per COOP Estense, 1999, pag. 614.

Sitografia


Fonti archivistiche

Fonti