FATTORIA PONTE BUGGIANESE 06.07.1944

(Pistoia - Toscana)

FATTORIA PONTE BUGGIANESE 06.07.1944

FATTORIA PONTE BUGGIANESE 06.07.1944
Descrizione

Località Fattoria, Ponte Buggianese, Pistoia, Toscana

Data 6 luglio 1944

Matrice strage Nazista

Numero vittime 5

Numero vittime uomini 5

Numero vittime uomini adulti 2

Numero vittime uomini anziani 3

Descrizione: A Ponte Buggianese, nell’area a ovest del Padule di Fucecchio, erano presenti forze tedesche della 26. divisione panzer. Già da luglio con il 190. battaglione genieri i tedeschi avevano operato in Padule per renderlo impraticabile alle forze corazzate alleate attestate sulla linea dell’Arno. La zona era ritenuta sotto controllo di bande partigiane e i timori tedeschi al riguardo crescevano con l’approssimarsi della vicinanza del fronte.
Il 6 luglio un reparto tedesco si avventurò nel Padule per fare razzia di generi alimentari, bestiame e forse anche degli uomini. Mentre avanzavano i soldati furono colpiti dal fuoco di un gruppo partigiano in località Fattoria e due soldati tedeschi caddero uccisi. Da parte tedesca giunsero immediatamente i rinforzi allertati dagli spari. Iniziarono subito a cercare uomini e il primo ad essere ucciso fu l’anziano Pinochi Celestino. Allo stesso tempo alcune case venivano saccheggiate e date alle fiamme.
Cercarono invano il brigadiere Bassano Piero, presunto organizzatore di partigiani, presso la casa di Guido Grazzini. Qui trovarono però lo sfollato Guelfi Narciso che venne ucciso probabilmente perché ritenuto il brigadiere in questione.
Venne ucciso in casa della nipote, tra via Fattoria e l’Albinatico, Lucchesi Narciso. Il suo corpo fu ritrovato cinque giorni più tardi sotto le macerie della casa incendiata. Stessa sorte era toccata a Spadoni Agostino colpito da una raffica di mitraglia mentre stava lavorando il suo podere.
Verso le 18 Quiriconi Marino rientrò in casa dal lavoro nei campi insieme al padre. Giunsero i tedeschi a casa sua e lo catturarono insieme al padre. Quest’ultimo venne subito rilasciato e così anche Marino ma i tedeschi poco dopo tornarono indietro. Lo presero in casa e lo portarono fuori nell’aia mentre la madre e la moglie imploravano i tedeschi di lasciarlo andare. Marino però tentò la fuga e venne colpito mortalmente nell’aia stessa.
Infine altre abitazioni vennero minate o bruciate.

Modalità di uccisione: fucilazione,uccisione con armi da fuoco

Violenze connesse: furto e-o saccheggio,incendio di abitazione,minamenti e esplosioni

Tipo di massacro: rappresaglia

Estremi e note penali: PMT La Spezia, 16/77

Note sulla memoria (per maggiori informazioni vedi la sezione apposita): La colpa venne attribuita ai tedeschi, ma nel dopoguerra non sono mancate accuse ai partigiani come ad esempio da parte di padre Primo Egidio Magrini.

Scheda compilata da Marco Conti
Scarica la scheda in formato .pdf
Le schede monografiche in formato .pdf sono coperte da diritto d'autore.
Ogni uso improprio o non consentito è punibile ai sensi di legge

Ultimo aggiornamento dei dati: 2016-02-01 18:37:22

Vittime

Elenco vittime

Guelfi Narciso, nato il 17/03/1913 ad Altopascio (Lucca) e residente a Barga (Lucca).
Lucchesini Narciso, nato il 17/03/1883 a Ponte Buggianese e ivi residente.
Pinochi Celestino, nato il 08/11/1867 a Ponte Buggianese e ivi residente.
Quiriconi Marino, nato il 26/06/1909 a Ponte Buggianese e ivi residente.
Spadoni Agostino, nato il 04/10/1871 a Ponte Buggianese e ivi residente.

Elenco vittime civili 5

Guelfi Narciso.
Lucchesini Narciso.
Pinochi Celestino.
Quiriconi Marino.
Spadoni Agostino.

Responsabili o presunti responsabili

Elenco reparti responsabili


26. Panzer-Division

Tipo di reparto: Wehrmacht
Appartenenza: Heer Wehrmacht

Memorie

Memorie legate a questa strage

  • onorificenza alla città a

    Tipo di memoria: onorificenza alla città

    Descrizione: Comune di Ponte Buggianese, Medaglia d’Argento al Valore Civile, 27/01/2012.

Bibliografia


Gian Paolo Banni, Michela Innocenti, Arrivonno e ci misero al muro…, CRT, Pistoia, 2004, pp. 28-30.
Metello Bonanno (a cura di), Barbarie e vittime. Memorie di Padre Primo Egidio Magrini, CRT, Pistoia, 2004, pp. 5-9
Roberto Daghini, Il Cammino per la libertà. Podestà, Commissari, Resistenza, Liberazione e CLN nei Comuni della provincia di Pistoia, Daghini, Pistoia, 2013, pp. 286-87.

Sitografia


Fonti archivistiche

Fonti

CPI, 16/77; 49/15
CSIT, AUSSME, N 1/11, b. 2132
ISRT, fondo Marchesini, Relazione Formazione Silvano Fedi Ponte Buggianese.