CINTOLESE MONSUMMANO TERME 06.08.1944

(Pistoia - Toscana)

CINTOLESE MONSUMMANO TERME 06.08.1944

CINTOLESE MONSUMMANO TERME 06.08.1944
Descrizione

Località Cintolese, Monsummano Terme, Pistoia, Toscana

Data 6 agosto 1944

Matrice strage Nazista

Numero vittime 1

Numero vittime uomini 1

Numero vittime uomini adulti 1

Descrizione: Estate 1944, ritirata tedesca verso la Linea Gotica. A inizio settembre la zona fu liberata.
Il 6 agosto vennero arrestati 37 civili in parte sospetti, tra i quali un colonnello italiano e sei donne, presso la Rocca Monte Belvedere, a Monsummano Alto, durante un’operazione di rastrellamento. Il colonnello venne inviato all'SD di Verona e i civili al battaglione costruzioni (Bau-Bataillon). Inoltre fu sequestrato uno strumento per segnalazioni. Quello stesso giorno a Cintolese, a causa di un precedente attentato dinamitardo contro la casa del fascio, vennero arrestati 23 civili ed inviati al battaglione costruzioni (Bau-Bataillon): un civile fu ferito in un tentativo di fuga. In realtà alcune fonti orali riferiscono che la bomba scoppiò a causa di un errore fra gli stessi tedeschi; tuttavia le circostanze rimangono poco chiare. Il ferito era il ventiduenne Brunero Giovannelli. Fu catturato dai nazisti all’interno della chiesa di Cintolese mentre, insieme ad altri giovani, tentava di sfuggire al rastrellamento. Dopo la cattura, i militari schierarono gli uomini in fila con il mitra puntato addosso; Brunero, detto anche “Brunero del Pisa”, renitente alla leva, provò a scappare, fu raggiunto a una gamba da una raffica di pallottole e perse molto sangue poiché i tedeschi minacciavano con il fucile chiunque si volesse avvicinare. Fu trasportato tardivamente all’ospedale di Pescia, dove morì il 7 agosto alle ore 15. Qualcuno disse che fu una spia fascista del paese a indicare ai nazisti i giovani nascosti in chiesa.

Modalità di uccisione: uccisione con armi da fuoco

Violenze connesse: deportazione della popolazione

Tipo di massacro: rastrellamento

Scheda compilata da Matteo Grasso
Scarica la scheda in formato .pdf
Le schede monografiche in formato .pdf sono coperte da diritto d'autore.
Ogni uso improprio o non consentito è punibile ai sensi di legge

Ultimo aggiornamento dei dati: 2016-02-01 18:17:44

Vittime

Elenco vittime

Giovannelli Brunero, nato a Monsummano nel 1922, figlio di Luigi Giovannelli e Matilde Sembranti, celibe. Militare, tornò a casa dopo l’8 settembre 1943.

Elenco vittime renitenti 1

Giovannelli Brunero.

Responsabili o presunti responsabili

Elenco reparti responsabili


Memorie

Memorie legate a questa strage

  • onorificenza alla città a

    Tipo di memoria: onorificenza alla città

    Anno di realizzazione: 2012

    Descrizione: Città di Monsummano Terme, Medaglia d’Argento al Merito Civile, 27/01/2012.

Bibliografia


Vasco Ferretti, 1944-2011 Padule di Fucecchio. La strage, il processo, la memoria di una comunità, Pacini, Pisa, 2012,p. 57.
Renato Quiriconi, 200 anni di vita della parrocchia di Cintolese 1788-1988, s.e., Monsummano Terme, 1988, p. 13.
Luciano Tesi, Era appena Ieri. La vita e gli avvenimenti nella Valdinievole del 1940-45 visti con gli occhi di un ragazzo, s.e., s.l., 2011, pp. 172-174.

Sitografia


Testimonianza orale di Carlo Iozzelli, Monsummano Terme, 18/10/12, intervista a cura di Matteo Grasso.
Testimonianza orale di Aleardo Bruno Bindi, Larciano, 25/01/13, intervista a cura di Matteo Grasso.

Fonti archivistiche

Fonti

ASC Monsummano Terme, serie XXVIII, registro 57 contenente atti di nascita 1922.
ASC Monsummano Terme, serie XXX, RAM 80, 1945.
BA-MA, RH 2/667, Ic-M 07.08.44; RH 20-14/114, Ic-M 07.08.44.