CIMITERO DI FOSSALTA DI PORTOGRUARO, 07.12.1944

(Venezia - Veneto)

CIMITERO DI FOSSALTA DI PORTOGRUARO, 07.12.1944

CIMITERO DI FOSSALTA DI PORTOGRUARO, 07.12.1944
Descrizione

Località Cimitero di Fossalta, Fossalta di Portogruaro, Venezia, Veneto

Data 7 dicembre 1944

Matrice strage Nazista

Numero vittime 2

Numero vittime uomini 2

Numero vittime uomini senza informazioni 2

Descrizione: Scrive il Mori: «A Frafloreano venivano catturati Pietro Pitacco, meccanico, e Giuseppe Simonin, di famiglia contadina, ambedue di Latisana. Avrebbero militato nella brigata Silvio Marcuzzi e, provvisti di motocicletta, avrebbero mantenuto collegamenti con la montagna. Trasferiti a Portogruaro, furono rinchiusi nelle celle della caserma della Gnr. A nulla valsero i tentativi di un sacerdote e del vescovo di Concordia, monsignor Vittorio D’Alessi, che intercedettero a loro favore presso le autorità competenti. I familiari si diedero all’affannosa ricerca di un avvocato, affinché si istruisse un regolare processo. Tutto fu inutile: la condanna era già stata decretata. Il fratello di Pietro riuscì a vedere ancora una volta i due condannati da una finestra prospiciente il cortile della caserma, mentre stavano passeggiando. Impedito dai fascisti, non poté rivolgere a Pietro e a Giuseppe nemmeno una parola di saluto, l’ultimo. Nelle estreme ore di vita i due giovani ebbero l’assistenza di un sacerdote, don Giovanni Baradello, allora parroco di Latisanotta. Era il 7 dicembre. Nel tardo pomeriggio, scortati dalle SS italiane, i partigiani furono avviati sulla strada di Fossalta. Un amico del Simonin si imbatté nel gruppo. I due amici si riconobbero, si fissarono negli occhi, compresero che non si sarebbero mai più rivisti. A Fossalta il viottolo del cimitero quella sera era avvolto nel buio e nella nebbia. Una nebbia che gravava densa e pesante nel silenzio della campagna. Nelle cucine i fogoleri erano ancora accesi, quando si udì risuonare nella quiete dell’ora una scarica lacerante. Poi fu il silenzio. […] Le salme dei partigiani, deposte sopra un carro agricolo e avvolte in una coperta, furono portate al cimitero di Latisanotta e ivi sepolte. Proibiti i funerali dai fascisti…».

Modalità di uccisione: fucilazione

Tipo di massacro: punitivo

Annotazioni: Secondo Aldo Mori i due partigiani furono uccisi da SS italiane non meglio identificate. Nel libro di Pirina Pietro Pitacco, classe 1910 e Giuseppe Simonin, classe 1918, risultano uccisi a Fossalta il 7 dicembre 1944 «da ff. tedesche». Nel notiziario della Gnr del 22.12.1944 si riferisce che «il 7 corr. Alle ore 19.30 circa, in Portogruaro, reparti del Iº battaglione della polizia tedesca procedevano alla fucilazione di Giuseppe Cimarra e Bruno Piracco, entrambi di Latisana per favoreggiamento e intelligenza con bande operanti nella zona di Portogruaro e nella zona montana».

Scheda compilata da UGO PERISSINOTTO
Scarica la scheda in formato .pdf
Le schede monografiche in formato .pdf sono coperte da diritto d'autore.
Ogni uso improprio o non consentito è punibile ai sensi di legge

Ultimo aggiornamento dei dati: 2018-01-26 12:48:53

Vittime

Elenco vittime

Pietro Pitacco, meccanico, di Latisana, partigiano della brigata «Marcuzzi». Fucilato il 7 dicembre 1944.
Giuseppe Simonin, contadino, di Latisana, partigiano della brigata «Marcuzzi». Fucilato il 7 dicembre 1944.

Elenco vittime partigiani 2

Pietro Pitacco,
Giuseppe Simonin

Responsabili o presunti responsabili

Elenco reparti responsabili


Memorie

Memorie legate a questa strage

  • monumento a Fossalta di Portogruaro, cimitero

    Tipo di memoria: monumento

    Ubicazione: Fossalta di Portogruaro, cimitero

    Descrizione: Stele sul luogo dell’esecuzione, all’ingresso del cimitero di Fossalta collocata dal Cvl «in memoria dei V.d.L caduti nella lotta di liberazione». Nel cippo ai piedi della stele è inciso anche il nome di un partigiano fossaltese caduto in combattimento, Francesco Innocentin.

Bibliografia


A. Mori, La resistenza nel mondo contadino. La lotta di liberazione nel Portogruarese, Del Bianco, Udine 1977 (nuova edizione, con ampia rassegna bibliografica, Nuova Dimensione, Portogruaro, 2007).
M. Pirina, Udine, 1943-1945: la lunga notte nella provincia. Caduti, storie, testimonianze, documenti, Centro studi e ricerche storiche Silentes loquimur, 1998.

Sitografia


http://www.anpiudine.org/node/162
http://www.notiziarignr.it/

Fonti archivistiche

Fonti

Procura Militare Padova, fasc. 262/96
AUSSME, N 1/11, b. 2131