Baggiovara, Modena, 01.09.1944

(Modena - Emilia-Romagna)

Baggiovara, Modena, 01.09.1944

Baggiovara, Modena, 01.09.1944
Descrizione

Località Baggiovara, Modena, Modena, Emilia-Romagna

Data 1 settembre 1944

Matrice strage Fascista

Numero vittime 1

Numero vittime uomini 1

Numero vittime uomini adulti 1

Descrizione: Nell’agosto del 1944 la Lotta di Liberazione della provincia modenese prosegue con importanti azioni nei territori della pianura: le forze fasciste si adoperano per stroncare l’organizzazione partigiana attraverso le reti di spionaggio e le infiltrazioni negli ambienti che sostengono la Resistenza. Nelle pagine del 2 settembre della “Cronaca Pedrazzi” si legge che il passaggio a livello sulla “Giardini” mostra «un doloroso e macabro spettacolo: sul margine della strada in destra giaceva un giovane ucciso da vari colpi d’arma da fuoco [...] dalla “Brigata Nera” perché trovato a mano armata in una casa posta in via “Contrada” in quel di Saliceta S. Giuliano, ove egli accompagnato da sette altri individui erasi recato nell’intento di compiere un attentato contro la persona del Colonnello Rossi». Avvertito dell’attacco, l’ufficiale fascista «chiedeva l’invio di parecchi militi» per rastrellare i partigiani: venivano arrestati Athos Iori e un «giovanetto sedicenne»; quest’ultimo «non venne giustiziato perché non trovato in possesso di arma, ma lo si volle presente alla esecuzione del suo compagno nella lusinga che l’esempio potesse valergli a far confessare il nome dei complici: il ragazzo però insisté nel dire che nulla sapeva, e semplicemente venne dai componenti della spedizione incaricato della custodia delle biciclette».

Modalità di uccisione: fucilazione

Violenze connesse: sevizie-torture

Tipo di massacro: rappresaglia

Note sulla memoria (per maggiori informazioni vedi la sezione apposita): La tortura e la fucilazione del giovane partigiano di Baggiovara Athos Iori hanno lasciato un segno profondo nella comunità della frazione modenese: la sezione del PCI e le forze della Sinistra hanno trasformato il ragazzo nel simbolo della propria Resistenza.

Scheda compilata da Daniel Degli Esposti
Scarica la scheda in formato .pdf
Le schede monografiche in formato .pdf sono coperte da diritto d'autore.
Ogni uso improprio o non consentito è punibile ai sensi di legge

Ultimo aggiornamento dei dati: 2015-12-22 16:00:44

Vittime

Elenco vittime

1. Athos Iori o Jori: nato a Modena il 6 maggio 1922, figlio di Tommaso e Itala Rinaldi, residente a Baggiovara, meccanico, partigiano. Durante la guerra vive al civico 531 di via Jacopo da Porto e lavora come meccanico artigiano. Sogna di arruolarsi nell’Aviazione, ma non supera le visite militari per tre anni consecutivi e non comincia mai la guerra fascista. Il 10 maggio del 1944 entra nella Brigata “Mario” e sceglie il nome di battaglia di “Liscièt”: protagonista della “battaglia della trebbiatura” e di varie azioni di sabotaggio, alla fine dell’estate del 1944 comanda una formazione con oltre 35 uomini. Il 1 settembre 1944 è catturato dai fascisti, che lo torturano a Modena, lo seviziano e lo fucilano non lontano dalla sua casa sotto gli occhi di un giovane compagno. Così scrive Adamo Pedrazzi il 2 settembre: “Chi aveva oggi occasione di transitare oggi sulla Via Giardini […] ove il passaggio a livello di Baggiovara la incrocia avrebbe visto un doloroso e macabro spettacolo. Sul margine della strada in destra giaceva un giovane ucciso da vari colpi d\'arma da fuoco nel pomeriggio del giorno precedente.”

Elenco vittime partigiani 1

Athos Iori o Jori

Responsabili o presunti responsabili

Elenco reparti responsabili


Elenco persone responsabili o presunte responsabili


  • sconosciuto Rossi

    Nome sconosciuto

    Cognome Rossi

    Ruolo nella strage Autore

    Note responsabile Colonnello. Bersaglio dell’attentato fallito e promotore della rappresaglia.

Memorie

Memorie legate a questa strage

  • lapide a Casa del Popolo di Baggiovara, Modena

    Tipo di memoria: lapide

    Ubicazione: Casa del Popolo di Baggiovara, Modena

    Descrizione: Athos Iori è ricordato nella lapide affissa al muro esterno della Casa del Popolo di Baggiovara.

  • cippo a Baggiovara, Modena

    Tipo di memoria: cippo

    Ubicazione: Baggiovara, Modena

    Descrizione: Athos Iori è ricordato nella lapide affissa al muro esterno della Casa del Popolo di Baggiovara e nel cippo che si trovava lungo la ferrovia, nel luogo in cui il 1 settembre 1944 i fascisti hanno ucciso «il partigiano caposquadra», ed è stato spostato per consentire la costruzione dello stabilimento della Terim.

Bibliografia


Ermanno Gorrieri, La repubblica di Montefiorino, Bologna, Il Mulino, 1970.
Claudio Silingardi, Una provincia partigiana, Milano, Franco Angeli, 1998.
Ilva Vaccari, Dalla parte della libertà, Santa Sofia di R., Stab. Tip. dei Comuni per COOP Estense, 1999, pag. 576.

Sitografia


http://www.istitutostorico.com/app-modena900/index.html#/memorial/45
http://www.istitutostorico.com/app-modena900/index.html#/person/394
http://www.istitutostorico.com/app-modena900/index.html#/memorial/44

Fonti archivistiche

Fonti

Adamo Pedrazzi, Cronaca dell’Occupazione Nazi-Fascista di Modena – MCMXLIII-MCMXLV, Volume II, pp. 1032-1034, Archivio dell’Istituto Storico di Modena.