JESOLO, 27-28.04.1945

(Venezia - Veneto)

Descrizione

Località Jesolo, Jesolo, Venezia, Veneto

Data 27 aprile 1945 - 28 aprile 1945

Matrice strage Nazista

Numero vittime 2

Numero vittime uomini 2

Numero vittime uomini adulti 2

Descrizione: La sera del 26 aprile 1945 un gruppo di partigiani del Battaglione “Azzurro” si recò in località Caposile per far arrendere il locale presidio tedesco, ne nacque un conflitto a fuoco ed Egidio Montagner e Michelangelo Vitale furono catturati; trasferiti al Comando tedesco di polizia di Jesolo, dopo essere stati interrogati e torturati, alle prime ore dell’alba del 28 aprile 1945 vennero fucilati e i loro corpi gettati nelle acque del Piave.

Modalità di uccisione: fucilazione

Trattamento dei cadaveri: Occultamento dei cadaveri

Tipo di massacro: rappresaglia
--> Per saperne di più sulle tipologie

Scheda compilata da MARCO BORGHI
Scarica la scheda in formato .pdf
Le schede monografiche in formato .pdf sono coperte da diritto d'autore.
Ogni uso improprio o non consentito è punibile ai sensi di legge

Ultimo aggiornamento dei dati: 2015-12-21 14:46:55

Vittime

Elenco vittime

Montagner Egidio, classe 1925, residente a Musile di Piave (Ve), partigiano del Battaglione “Azzurro”.
Vitale Michelangelo, nato a Portocannone (Cb) il 31 marzo 1909, maresciallo del 25° Reggimento di Fanteria di stanza a Cervignano (Ud); aveva partecipato al locale movimento partigiano fin dall’ottobre 1943, nelle fila del Battaglione “Azzurro”, collaborando al servizio informazioni e compiendo alcuni atti di sabotaggio.

Elenco vittime partigiani 2

Montagner Egidio,
Vitale Michelangelo

Responsabili o presunti responsabili

Elenco reparti responsabili


Kommando Jesolo

Tipo di reparto: Polizei

Elenco persone responsabili o presunte responsabili


  • Jurt Ewinger

    Nome Jurt

    Cognome Ewinger

    Stato nominativo generico o non identificato emerso da testimonianze orali

    Note responsabile Maresciallo Una descrizione fisica dei presunti responsabili, rilasciata nel dopoguerra dall’interprete del Comando tedesco, è pubblicata in M. Biason, Un soffio di libertà. La Resistenza nel Basso Piave, Nuova Dimensione - Iveser - Anpi S. Donà, Portogruaro 2007, p. 362

    Nome del reparto nazista Polizei

    Nome del reparto Kommando Jesolo

  • Sconosciuto Kloth

    Nome Sconosciuto

    Cognome Kloth

    Stato nominativo generico o non identificato emerso da testimonianze orali

    Note responsabile Tenente Una descrizione fisica dei presunti responsabili, rilasciata nel dopoguerra dall’interprete del Comando tedesco, è pubblicata in M. Biason, Un soffio di libertà. La Resistenza nel Basso Piave, Nuova Dimensione - Iveser - Anpi S. Donà, Portogruaro 2007, p. 362

    Nome del reparto nazista Polizei

    Nome del reparto Kommando Jesolo

  • Sconosciuto Onkel

    Nome Sconosciuto

    Cognome Onkel

    Stato nominativo generico o non identificato emerso da testimonianze orali

    Note responsabile Maresciallo Una descrizione fisica dei presunti responsabili, rilasciata nel dopoguerra dall’interprete del Comando tedesco, è pubblicata in M. Biason, Un soffio di libertà. La Resistenza nel Basso Piave, Nuova Dimensione - Iveser - Anpi S. Donà, Portogruaro 2007, p. 362

    Nome del reparto nazista Polizei

    Nome del reparto Kommando Jesolo

  • Sconosciuto Steigler

    Nome Sconosciuto

    Cognome Steigler

    Stato nominativo generico o non identificato emerso da testimonianze orali

    Note responsabile Tenente Una descrizione fisica dei presunti responsabili, rilasciata nel dopoguerra dall’interprete del Comando tedesco, è pubblicata in M. Biason, Un soffio di libertà. La Resistenza nel Basso Piave, Nuova Dimensione - Iveser - Anpi S. Donà, Portogruaro 2007, p. 362

    Nome del reparto nazista Polizei

    Nome del reparto Kommando Jesolo

Memorie
Bibliografia


Morena Biason, Un soffio di libertà. La Resistenza nel Basso Piave, Nuova Dimensione - Iveser - Anpi S. Donà, Portogruaro 2007, pp. 291, 308-311, 362.

Sitografia


Fonti archivistiche

Fonti

Diversi documenti sono citati nel volume di Morena Biason segnalato in bibliografia.