Padova, 17.8.1944

(Padova - Veneto)

Padova, 17.8.1944

Padova, 17.8.1944
Descrizione

Località Padova, Padova, Padova, Veneto

Data 17 agosto 1944

Matrice strage Nazifascista

Numero vittime 10

Numero vittime uomini 10

Numero vittime uomini adulti 9

Numero vittime uomini senza informazioni 1

Descrizione: Il 16 agosto 1944 il colonnello fascista Bartolomeo Fronteddu viene ucciso in via Santa Lucia, a Padova, da sconosciuti. Nonostante la responsabilità partigiana sia tutt’altro che certa, i nazifascisti preparano una rappresaglia. Il giorno successivo, 17 agosto 1944, vengono prelevate 10 persone dal carcere cittadino: 3 di loro – Clemente Lampioni, Ettore Calderoni e Flavio Busonera – sono impiccate sul luogo dell’attentato a Fronteddu; le altre 7 – Luigi Pierobon, Primo Barbiero, Pasquale Muolo, Cataldo Pressici, Antonio Franzolin, Franco Panella e Saturno Bandini – sono fucilate nel cortile della caserma di Chiesanuova. Se per alcuni di questi è accertata la partecipazione alla Resistenza, tra le vittime ci sono pure detenuti comuni, oltre a sbandati e renitenti alla leva.

Modalità di uccisione: fucilazione,impiccagione

Tipo di massacro: rappresaglia

Estremi e note penali: Federico Menna è stato condannato a morte in contumacia dalla CAS di Padova il 24 ottobre 1946. Nel 1950 la pena viene commutata in ergastolo, e poi via via ulteriormente ridotta e in parte amnistiata.
Francesco Narizzano è stato processato dalla CAS di Padova per aver collaborato all’arresto e alla detenzione di Flavio Busonera. Tuttavia è stato assolto il 9/2/1946 per insufficienza di prove.
Duilio Poletto è stato condannato dalla CAS di Padova il 21/2/1946 per aver partecipato all’esecuzione di Busonera svolgendo servizio di ordine pubblico, a 6 anni e 8 mesi di reclusione.
Pasquale Masseria è stato condannato a 30 anni di reclusione il 29 agosto 1946 dalla CAS di Padova per aver collaborato all’esecuzione di Busonera, Calderoni e Lampioni.
Pietro Ambrosi e Antonio Faggian sono condannati a 15 anni di reclusione il 4 settembre 1946 dalla CAS di Padova per aver fatto parte del plotone di esecuzione dei 7 ostaggi uccisi alla caserma di Chiesanuova.
Marcello Androni è stato processato dalla CAS di Padova per aver preso parte all’impiccagione di Busonera, Calderoni e Lampioni ma è stato assolto il 17/11/1946 per non aver commesso il fatto.
Michele Ugenti è stato accusato di aver fatto parte del plotone di esecuzione della caserma di Chiesanuova, il 17/8/1944, ma il 24/3/1947 la CAS di Padova lo ha assolto per non aver commesso il fatto.

Annotazioni: Non per tutte le vittime di questo episodio è stato possibile ricostruire la condizione. Tra quelli non indicati né come partigiani, né come detenuti comuni, potrebbero esserci altri appartenenti a queste categorie, oppure renitenti e disertori.

Scheda compilata da Adriano Mansi
Scarica la scheda in formato .pdf
Le schede monografiche in formato .pdf sono coperte da diritto d'autore.
Ogni uso improprio o non consentito è punibile ai sensi di legge

Ultimo aggiornamento dei dati: 2018-12-31 17:00:51

Vittime

Elenco vittime

1. Bandini Saturno “Falco”, nato a Galeata (Forlì-Cesena) il 20/5/1893, partigiano;
2. Barbiero Primo, nato a Venezia il 23/7/1923;
3. Busonera Flavio, nato a Oristano il 28/7/1894, commissario politico della brigata “Venezia”;
4. Calderoni Ettore, nato a Rottofreno (Piacenza) il 22/5/1915, detenuto comune;
5. Franzolin Antonio, nato a Bagnoli di Sopra (Padova) il 5/6/1924;
6. Lampioni Clemente “Pino”, nato a Legnaro (Padova) l’8/8/1904, commissario politico della brigata “Stella”;
7. Muolo Pasquale, nato a Chiusano di San Domenico (Avellino) il 10/2/1923,
8. Panella Franco;
9. Pierobon Luigi “Dante”, nato a Cittadella (Padova) il 12/4/1922, comandante brigata “Stella”;
10. Pressici Cataldo, nato a Taranto il 18/7/1905, collaboratore dei partigiani.

Elenco vittime civili 1

Calderoni Ettore, nato a Rottofreno (Piacenza) il 22/5/1915, detenuto comune;

Elenco vittime partigiani 4

1. Bandini Saturno “Falco”, nato a Galeata (Forlì-Cesena) il 20/5/1893, partigiano;
2. Busonera Flavio, nato a Oristano il 28/7/1894, commissario politico della brigata “Venezia”;
3. Lampioni Clemente “Pino”, nato a Legnaro (Padova) l’8/8/1904, commissario politico della brigata “Stella”;
4. Pierobon Luigi “Dante”, nato a Cittadella (Padova) il 12/4/1922, comandante brigata “Stella”;

Elenco vittime legate a partigiani 1

Pressici Cataldo, nato a Taranto il 18/7/1905, collaboratore dei partigiani.

Elenco vittime indefinite 4

1. Barbiero Primo, nato a Venezia il 23/7/1923;
2. Franzolin Antonio, nato a Bagnoli di Sopra (Padova) il 5/6/1924;
3. Muolo Pasquale, nato a Chiusano di San Domenico (Avellino) il 10/2/1923,
4. Panella Franco;

Responsabili o presunti responsabili

Elenco reparti responsabili


Reparto Non precisato

Tipo di reparto: Non identificati

Reparto Non precisato

Tipo di reparto: Non identificati

Elenco persone responsabili o presunte responsabili


  • Antonio Faggian

    Nome Antonio

    Cognome Faggian

    Ruolo nella strage Autore

    Stato imputato in procedimento

    Note responsabile Nato a Selvazzano (Padova) il 13/3/1895, milite della GNR. Secondo la dichiarazione di Ugo Michilli, agente di Pubblica sicurezza, il 17 agosto 1944 sarebbe stato il prefetto di Padova a prendere la decisione della rappresaglia, senza aspettare che le indagini sulla morte di Fronteddu arrivassero ad una conclusione (che escluse responsabilità partigiane).

    Note procedimento Antonio Faggian è condannato a 15 anni di reclusione il 4 settembre 1946 dalla CAS di Padova per aver fatto parte del plotone di esecuzione dei 7 ostaggi uccisi alla caserma di Chiesanuova.

  • Duilio Poletto

    Nome Duilio

    Cognome Poletto

    Ruolo nella strage Collaboratore

    Stato imputato in procedimento

    Note responsabile Nato a Monselice (Padova) il 14/9/1921, milite della GNR. Secondo la dichiarazione di Ugo Michilli, agente di Pubblica sicurezza, il 17 agosto 1944 sarebbe stato il prefetto di Padova a prendere la decisione della rappresaglia, senza aspettare che le indagini sulla morte di Fronteddu arrivassero ad una conclusione (che escluse responsabilità partigiane).

    Note procedimento Duilio Poletto è stato condannato dalla CAS di Padova il 21/2/1946 per aver partecipato all’esecuzione di Busonera svolgendo servizio di ordine pubblico, a 6 anni e 8 mesi di reclusione.

  • Federico Menna

    Nome Federico

    Cognome Menna

    Ruolo nella strage Autore

    Stato imputato in procedimento

    Note responsabile Nato a Pisa il 25/5/1907, prefetto di Padova. Secondo la dichiarazione di Ugo Michilli, agente di Pubblica sicurezza, il 17 agosto 1944 sarebbe stato il prefetto di Padova a prendere la decisione della rappresaglia, senza aspettare che le indagini sulla morte di Fronteddu arrivassero ad una conclusione (che escluse responsabilità partigiane).

    Note procedimento Federico Menna è stato condannato a morte in contumacia dalla CAS di Padova il 24 ottobre 1946. Nel 1950 la pena viene commutata in ergastolo, e poi via via ulteriormente ridotta e in parte amnistiata.

  • Francesco Narizzano

    Nome Francesco

    Cognome Narizzano

    Ruolo nella strage Collaboratore

    Stato imputato in procedimento

    Note responsabile Nato a Torino il 19/12/1881. Secondo la dichiarazione di Ugo Michilli, agente di Pubblica sicurezza, il 17 agosto 1944 sarebbe stato il prefetto di Padova a prendere la decisione della rappresaglia, senza aspettare che le indagini sulla morte di Fronteddu arrivassero ad una conclusione (che escluse responsabilità partigiane).

    Note procedimento Francesco Narizzano è stato processato dalla CAS di Padova per aver collaborato all’arresto e alla detenzione di Flavio Busonera. Tuttavia è stato assolto il 9/2/1946 per insufficienza di prove.

  • Marcello Androni

    Nome Marcello

    Cognome Androni

    Stato imputato in procedimento

    Note responsabile Nato a Padova il 14/5/1914. Secondo la dichiarazione di Ugo Michilli, agente di Pubblica sicurezza, il 17 agosto 1944 sarebbe stato il prefetto di Padova a prendere la decisione della rappresaglia, senza aspettare che le indagini sulla morte di Fronteddu arrivassero ad una conclusione (che escluse responsabilità partigiane).

    Note procedimento Marcello Androni è stato processato dalla CAS di Padova per aver preso parte all’impiccagione di Busonera, Calderoni e Lampioni ma è stato assolto il 17/11/1946 per non aver commesso il fatto.

  • Michele Ugenti

    Nome Michele

    Cognome Ugenti

    Stato imputato in procedimento

    Note responsabile Nato a Brindisi il 6/9/1917. Secondo la dichiarazione di Ugo Michilli, agente di Pubblica sicurezza, il 17 agosto 1944 sarebbe stato il prefetto di Padova a prendere la decisione della rappresaglia, senza aspettare che le indagini sulla morte di Fronteddu arrivassero ad una conclusione (che escluse responsabilità partigiane).

    Note procedimento Michele Ugenti è stato accusato di aver fatto parte del plotone di esecuzione della caserma di Chiesanuova, il 17/8/1944, ma il 24/3/1947 la CAS di Padova lo ha assolto per non aver commesso il fatto.

  • Pasquale Masseria

    Nome Pasquale

    Cognome Masseria

    Ruolo nella strage Autore

    Stato imputato in procedimento

    Note responsabile Nato a Buenos Aires (Argentina) il 18/5/1913, milite della GNR. Secondo la dichiarazione di Ugo Michilli, agente di Pubblica sicurezza, il 17 agosto 1944 sarebbe stato il prefetto di Padova a prendere la decisione della rappresaglia, senza aspettare che le indagini sulla morte di Fronteddu arrivassero ad una conclusione (che escluse responsabilità partigiane).

    Note procedimento Pasquale Masseria è stato condannato a 30 anni di reclusione il 29 agosto 1946 dalla CAS di Padova per aver collaborato all’esecuzione di Busonera, Calderoni e Lampioni.

  • Pietro Ambrosi

    Nome Pietro

    Cognome Ambrosi

    Ruolo nella strage Autore

    Stato imputato in procedimento

    Note responsabile Nato a Venezia il 12/12/1901, milite della GNR. Secondo la dichiarazione di Ugo Michilli, agente di Pubblica sicurezza, il 17 agosto 1944 sarebbe stato il prefetto di Padova a prendere la decisione della rappresaglia, senza aspettare che le indagini sulla morte di Fronteddu arrivassero ad una conclusione (che escluse responsabilità partigiane).

    Note procedimento Pietro Ambrosi è condannato a 15 anni di reclusione il 4 settembre 1946 dalla CAS di Padova per aver fatto parte del plotone di esecuzione dei 7 ostaggi uccisi alla caserma di Chiesanuova.

Memorie

Memorie legate a questa strage

  • lapide a via Santa Lucia (Padova); caserma di Chiesanuova (Padova)

    Tipo di memoria: lapide

    Ubicazione: via Santa Lucia (Padova); caserma di Chiesanuova (Padova)

  • lapide a Nuoro

    Tipo di memoria: lapide

    Ubicazione: Nuoro

    Descrizione: Flavio Busonera è ricordato da una lapide a Nuoro, anche se lui era nato ad Oristano.

  • lapide a Municipio di Padova.

    Tipo di memoria: lapide

    Ubicazione: Municipio di Padova.

    Descrizione: Saturno Bandini, Ettore Calderoni, Antonio Franzolin, Pasquale Muolo, Clemente Lampioni e Cataldo Pressici sono ricordati, insieme ad altri, da una lapide presso il Municipio di Padova.

  • lapide a Cortile del Bo\

    Tipo di memoria: lapide

    Ubicazione: Cortile del Bo\' (Università di Padova); cimitero Cittadella; Municipio di Padova.

    Descrizione: Luigi Pierobon oltre a figurare sulla lapide nel Municipio di Padova e su quella nel cortile del Bo’ (Università di Padova), è ricordato anche da una lapide nel cimitero Cittadella.

  • luogo della memoria a

    Tipo di memoria: luogo della memoria

    Descrizione: A Flavio Busonera sono state intitolate diverse strade sia in provincia di Padova, sia in Sardegna.

  • onorificenza alla persona a

    Tipo di memoria: onorificenza alla persona

    Descrizione: Medaglia d’oro al VM alla memoria per Luigi Pierobon.

  • commemorazione a

    Tipo di memoria: commemorazione

    Descrizione: L’episodio viene ricordato spesso da celebrazioni sui luoghi delle uccisioni il 17 agosto.

Bibliografia


Riccardo Caporale, La Banda Carità; storia del Reparto servizi speciali, 1943-45, S. Marco litotipo, Lucca, 2005, p. 185;

Elena Carano, Oltre la soglia. Uccisioni di civili nel Veneto 1943-1945, CLEUP, Padova, 2007, pp. 186-188;

Egidio Ceccato, Resistenza e normalizzazione nell'Alta Padovana. Il caso Verzotto, le stragi naziste, epurazione ed amnistie, la crociata anticomunista, Centro studi Ettore Luccini, Padova, 1999, p. 295;

Gianni Conz, Resistenza e liberazione. Cittadella e dintorni, 1945-1995, FVL, Padova, 1995, pp. 48-57;

Mimmo Franzinelli, Le stragi nascoste. L'armadio della vergogna: impunità e rimozione dei crimini di guerra nazifascisti, 1943-2001, Mondadori, Milano, 2002, p. 365;

Pietro Galletto, La Resistenza in Italia e nel Veneto: lineamenti di storia, G. Battagin, San Zenone degli Ezzelini, 2000, pp. 184-185;

Pierantonio Gios, Resistenza, parrocchia e società nella diocesi di Padova: 1943-1945, Marsilio, Venezia, 1981, pp. 192-193.

Sitografia


- www.anpi.it;
- http://www.centrostudifeltrin.it/ElencoCaduti.aspx.
- Flavio Busonera, in Ultime lettere di condannati a morte e di deportati della Resistenza italiana [http://www.ultimelettere.it/?page_id=35&ricerca=331], url consultata il 28 settembre 2018
- Luigi Pierobon (Dante), in Ultime lettere di condannati a morte e di deportati della Resistenza italiana [http://www.ultimelettere.it/?page_id=35&ricerca=284], url consultata il 28 settembre 2018

Fonti archivistiche

Fonti

ACASREC, Sez. I, b. 22, fasc. 1.4, Brigata “Luigi Pierobon”. Elenco partigiani caduti per rappresaglia;

ACASREC, Sez. I, b. 43, fasc. “Sentenze, interrogatori, denunce”, Accuse a carico di Menna Federigo ex Prefetto di Padova;

ASPD, b. 850, Corte d’Assise Straordinaria, f. 234, Procedimento contro Narizzano Francesco e Simonati Urbano;

ASPD, b. 851, Corte d’Assise Straordinaria, f. 244, Provvedimento contro Poletto Duilio;

ASPD, b. 861, Corte d’Assise Straordinaria, f. 399, Provvedimento contro Masseria Pasquale;

ASPD, b. 862, Corte d’Assise Straordinaria, f. 404, Provvedimento contro Ambrosi Pietro e Faggian Antonio;

ASPD, b. 864, Corte d’Assise Straordinaria, f. 424, Provvedimento contro Menna Federigo;

ASPD, b. 865, Corte d’Assise Straordinaria, f. 429, Provvedimento contro Androni Marcello;

ASPD, b. 870, Corte d’Assise Straordinaria, f. 464, Provvedimento contro Ugenti Michele.