STAGGIANO AREZZO 11-12.07.1944

(Arezzo - Toscana)

STAGGIANO AREZZO 11-12.07.1944

STAGGIANO AREZZO 11-12.07.1944
Descrizione

Località Staggiano, Arezzo, Arezzo, Toscana

Data 11 luglio 1944 - 12 luglio 1944

Matrice strage Nazista

Numero vittime 6

Numero vittime uomini 6

Numero vittime uomini adulti 3

Numero vittime uomini anziani 3

Descrizione: Una compagnia della formazione “Pio Borri”, guidata da Siro Rosseti, occupa Poggio Tondo, sopra Staggiano, preparandosi alla calata su Arezzo. L’11 luglio alcuni soldati tedeschi si recano presso la fattoria Torri, appartenente alla famiglia Carboni, per una razzia. Lo scontro con la banda locale costa la vita a due partigiani (Paolo Reale e un russo) ma in un primo momento i nazisti vengono respinti.
Verso mezzogiorno i tedeschi, chiamati i rinforzi e approfittando dello sganciamento dei partigiani, si recano sul luogo dello scontro, incendiano le fattorie Torri e Maffucci, sterminano il bestiame e, rastrellati 6 uomini, li uccidono seppellendoli in una buca a Santa Fiora, vicino alla sede del comando tedesco di Villa Sacchetti. Si suppone che l’eccidio abbia avuto luogo il 12. I corpi sarebbero stati ritrovati soltanto il 16, giorno della liberazione di Arezzo.

Modalità di uccisione: fucilazione

Violenze connesse: incendio di abitazione

Trattamento dei cadaveri: Occultamento dei cadaveri

Tipo di massacro: rappresaglia

Scheda compilata da Gianluca Fulvetti
Scarica la scheda in formato .pdf
Le schede monografiche in formato .pdf sono coperte da diritto d'autore.
Ogni uso improprio o non consentito è punibile ai sensi di legge

Ultimo aggiornamento dei dati: 2016-02-12 01:49:46

Vittime

Elenco vittime

Carboni Angiolo, 58 anni.
Carboni Ferdinando, 56 anni.
Mazzi Alberto, 62 anni.
Malli Alfonso, 53 anni.
Pernici Odoardo, 19 anni.
Paretti Piero, 18 anni.

Elenco vittime civili 6

Carboni Angiolo.
Carboni Ferdinando.
Mazzi Alberto.
Malli Alfonso.
Pernici Odoardo.
Paretti Piero.

Responsabili o presunti responsabili

Elenco reparti responsabili


Memorie

Memorie legate a questa strage

  • lapide a Arezzo

    Tipo di memoria: lapide

    Ubicazione: Arezzo

    Anno di realizzazione: 1969

    Descrizione: Lapide posta dal Comune nel 25. anniversario della strage dove sono riportati i nomi più altri due caduti il 16 luglio.

Bibliografia


Antonio Curina, Fuochi sui monti dell'Appennino toscano, Badiali, Arezzo, 1959, pp. 304-305.
Enzo Droandi, Arezzo distrutta, Calosci, Cortona 1995, pp. 212-213.
Almo Fanciullini, Diario di un ragazzo aretino (1943-1944), Consiglio Regionale Toscano, Firenze, 1996, p. 127.
Gianluca Fulvetti, Uccidere i civili. Le stragi naziste in Toscana (1943-1945), Carocci, Roma, 2009, p. 134.

Sitografia


http://memoria.provincia.ar.it/stragi/arezzo_staggiano.asp
http://www.regione.toscana.it/storiaememoriedel900/eccidi-nazifascisti/geografia/arezzo

Fonti archivistiche

Fonti

ACS, PCM 1944 – 1947, b. 19.13, n. 12013, Eccidi e distruzioni perpetrate dalle truppe tedesche in provincia di Arezzo: rapporto del Comando dei Carabinieri del 7 agosto ’44, p. 6.
NA, PRO WO 310/109, San Polo, deposizione di Siro Rosseti.
SC Arezzo, RAM 1944.