SAN SEVERO AREZZO 14.07.1944

(Arezzo - Toscana)

SAN SEVERO AREZZO 14.07.1944

SAN SEVERO AREZZO 14.07.1944
Descrizione

Località San Severo, Arezzo, Arezzo, Toscana

Data 14 luglio 1944

Matrice strage Nazista

Numero vittime 16

Numero vittime uomini 16

Numero vittime uomini adulti 15

Numero vittime uomini anziani 1

Descrizione: Appena concluso il massacro di San Polo con più di sessanta vittime, i tedeschi operano un’altra strage prima di lasciare definitivamente Arezzo. In località San Severo, lungo la strada che conduce ad Anghiari (Arezzo), la mattina del 14 luglio una pattuglia in ritirata verso nord rastrella i pochi uomini rimasti in paese e li scorta presso un poggio, a circa mezzo chilometro dall’abitato, non lontano dalla Badia di Pomaio. Qui, dopo aver esaminato i documenti dei prigionieri e averne rilasciati tre, costringono gli altri a mettersi in fila lungo un masso e li fucilano, lasciando sulla terra 16 vittime.

Modalità di uccisione: fucilazione

Tipo di massacro: ritirata

Annotazioni: La Strage di San Severo in alcune fonti viene spesso abbinata quella di San Polo.

Scheda compilata da Gianluca Fulvetti, Marco Conti
Scarica la scheda in formato .pdf
Le schede monografiche in formato .pdf sono coperte da diritto d'autore.
Ogni uso improprio o non consentito è punibile ai sensi di legge

Ultimo aggiornamento dei dati: 2016-02-14 17:40:12

Vittime

Elenco vittime

Baldini Delfino, nato il 18/06/1922.
Bichi Dino, 17 anni.
Bistoni Neo, 36 anni.
Bulangeri Balilla, 54 anni.
Domini Santi, 35 anni.
Fabbrini Giovanni, 67 anni.
Fragai Ernesto, 31 anni.
Ghezzi Radames, 21 anni.
Lanzi Silvestro, 48 anni.
Livi Attilio, 20 anni.
Papaveri Gino, 28 anni.
Sacchini Alfredo, 42 anni.
Scatragli Antonio, 35 anni.
Severi Angiolo, 43 anni.
Severi Giuseppe, 42 anni.
Severi Severo, 33 anni.

Elenco vittime civili 16

Baldini Delfino.
Bichi Dino.
Bistoni Neo.
Bulangeri Balilla.
Domini Santi.
Fabbrini Giovanni.
Fragai Ernesto.
Ghezzi Radames.
Lanzi Silvestro.
Livi Attilio.
Papaveri Gino.
Sacchini Alfredo.
Scatragli Antonio.
Severi Angiolo.
Severi Giuseppe.
Severi Severo.

Responsabili o presunti responsabili

Elenco reparti responsabili


Memorie

Memorie legate a questa strage

  • onorificenza alla città a

    Tipo di memoria: onorificenza alla città

    Anno di realizzazione: 2001

    Descrizione: Città di Arezzo, Medaglia d’Argento al Merito Civile, 21 aprile 2001.

  • monumento a

    Tipo di memoria: monumento

    Descrizione: Monumento con nomi e foto degli uccisi sul luogo dell’esecuzione.

Bibliografia


Almo Fanciullini, Diario di un ragazzo aretino (1943-1944), Consiglio Regionale Toscano, Firenze, 1996, p. 157-158.
Gianluca Fulvetti, Uccidere i civili. Le stragi naziste in Toscana (1943-1945), Carocci, Roma, 2009, p.136.
Ferdinando Turchetti, Quando brucia la città, ITEA, Anghiari 1995, p. 96.

Sitografia


http://memoria.provincia.ar.it/monumenti/arezzo_san-severo.asp
http://www.regione.toscana.it/storiaememoriedel900/eccidi-nazifascisti/geografia/arezzo

Fonti archivistiche

Fonti

CSIT, AUSSME, N 1/11, b. 2132