Contrà Comparetti Laghi 25-2-1945

(Vicenza - Veneto)

Contrà Comparetti Laghi 25-2-1945

Contrà Comparetti Laghi 25-2-1945
Descrizione

Località Contrà Comparetti, Laghi, Vicenza, Veneto

Data 25 febbraio 1945

Matrice strage Nazifascista

Numero vittime 1

Numero vittime uomini 1

Numero vittime uomini adulti 1

Descrizione: Tra il 25 e il 26 febbraio 1945 si scatenò un rastrellamento tra la val d’Astico e la val Posina, che toccò le località di Laghi e Lastebasse. I recenti lanci alleati sull’Altopiano di Tonezza, e la presenza della missione inglese nella zona, furono probabilmente gli obbiettivi di tale operazione, durante la quale vennero arrestate numerose persone, poi temporaneamente incarcerate nelle scuole elementari di Arsiero. Il 25 febbraio, intorno alle ore 5, gli ucraini del 263° Battaglione Orientale, accompagnati da tre agenti italiani della Gestapo, sorpresero e uccisero nella sua abitazione di contrà Comparetti, il partigiano “Treno” Luigi Comparin.

Modalità di uccisione: uccisione con armi da fuoco

Tipo di massacro: rastrellamento

Estremi e note penali: Canale fu arrestato il 15/6/1945 e processato il 20/3/1946 perché imputato di aver svolto attività di delazione a danno di patrioti, concorrendo con la Kriminalpolizei di Schio ad atti arbitrari di sequestro e distruzione merci a danno della Cooperativa di Consumo di Tonezza; egli fu inoltre accusato di concorso in omicidio per aver, in Contrà Camperetti di Arsiero, il 25 febbraio '45, provocato la morte con colpi di arma da fuoco del patriota “Treno”, Luigi Comparin di Domenico; venne assolto per insufficienza di prove.
Gasparini venne processato per lo stesso reato di omicidio.
Sartori venne arrestato il 18/6/45, al processo “Linari & C.” venne riconosciuto colpevole del delitto di collaborazionismo, nonché del delitto di omicidio con aggravanti; condannato alla pena di morte mediante fucilazione alla schiena e confisca dei beni, presentò ricorso in Cassazione; la Corte Suprema annullò la sentenza di morte nei suoi confronti e rinviò il procedimento alla Corte d’Assise di Treviso che confermò il verdetto di condanna, ma tramutò la pena in 25 anni; in realtà il Sartori uscì in “liberta condizionata” già il 9 marzo 1950 per intervento della Corte d’Appello di Venezia; era imputato anche di un secondo omicidio per i fatti del 25 febbraio ‘45, quando era stato assassinato il Partigiano “Treno”.

Scheda compilata da Piero Casentini
Scarica la scheda in formato .pdf
Le schede monografiche in formato .pdf sono coperte da diritto d'autore.
Ogni uso improprio o non consentito è punibile ai sensi di legge

Ultimo aggiornamento dei dati: 2016-09-05 21:15:37

Vittime

Elenco vittime

Comparin Luigi “Treno”, di Domenico.

Elenco vittime partigiani 1

Comparin Luigi “Treno”, di Domenico.

Responsabili o presunti responsabili

Elenco reparti responsabili


Ost-Bataillon 263

Tipo di reparto: Wehrmacht

Elenco persone responsabili o presunte responsabili


  • Buschmeyer Fritz

    Nome Buschmeyer

    Cognome Fritz

    Note responsabile Buschmeyer era il comandante del 263° Battaglione Orientale, incaricato della lotta antipartigiana in tutto il settore nord della provincia vicentina.

    Nome del reparto nazista Wehrmacht

    Nome del reparto Ost-Bataillon 263

  • Flaminio Gasparini

    Nome Flaminio

    Cognome Gasparini

    Nome del reparto Feldgendarmerie Schio

  • Sartori Ferdinando

    Nome Sartori

    Cognome Ferdinando

    Ruolo nella strage Collaboratore

    Nome del reparto Feldgendarmerie Schio

  • Severino Canale

    Nome Severino

    Cognome Canale

    Note responsabile Canale, Gasparini e Sartori erano tre agenti della Gestapo, già membri della Polizia repubblicana, operanti presso la Feld Gendarmerie di Schio.

    Nome del reparto Feldgendarmerie Schio

Memorie
Bibliografia


Pierluigi Dossi, Rastrellamenti e rappresaglie nel Vicentino 1943-1945, in corso di stampa.

Sitografia


Fonti archivistiche

Fonti