Enna Torrebelvicino 19-4-1945

(Vicenza - Veneto)

Enna Torrebelvicino 19-4-1945

Enna Torrebelvicino 19-4-1945
Descrizione

Località Enna, Torrebelvicino, Vicenza, Veneto

Data 19 aprile 1945

Matrice strage Nazista

Numero vittime 2

Numero vittime uomini 2

Numero vittime uomini adulti 2

Descrizione: Il 19 aprile 1945 Aldo Bogotto e Silvio Casarotto stavano rientrando da un giro d’ispezione alle pattuglie partigiane dislocate tra Enna e Torrebelvicino. Giunti in contrada Puglia incrociarono il comandante tedesco del distaccamento del 263° Battaglione Orientale di Valli del Pasubio. Stando a quanto dichiarato nel 1979 da Aldo Bogotto, l’unico dei partigiani ad essere armato era Silvio Casarotto, che estrasse la pistola prima del tedesco. Ma non sparò, secondo Bogotto, rendendosi conto che tale uccisione avrebbe causato una dolorosa rappresaglia alle contrade Puglia ed Enna. Venne ammazzato dal graduato tedesco mentre Aldo Bogotto si dava alla fuga. Dopo poche ore, forse richiamato dagli spari, sopraggiunse il partigiano Benvenuto Frizzo che venne a sua volta ucciso in contrà Benere, a poche centinaia di metri dal luogo dove era stato ucciso “Silvio”. I cadaveri dei due partigiani, caricati su di un carretto sottratto alla famiglia Costa, furono trasportati fino a Valli e scaricati ai piedi della gradinata del duomo.

Modalità di uccisione: uccisione con armi da fuoco

Violenze connesse: furto e-o saccheggio

Tipo di massacro: legato al controllo del territorio

Scheda compilata da Piero Casentini
Scarica la scheda in formato .pdf
Le schede monografiche in formato .pdf sono coperte da diritto d'autore.
Ogni uso improprio o non consentito è punibile ai sensi di legge

Ultimo aggiornamento dei dati: 2015-12-19 17:09:39

Vittime

Elenco vittime

1. Casarotto Silvio “Silvio”, nato a Torrebelvicino (VI) l’1/11/1922. Reduce della campagna di Russia, dopo l’8 settembre 1943 partigiano combattente della Divisione Garemi. Comandante del distaccamento del Masetto e di Torrebelvicino.
2. Frizzo Benvenuto, nato ad Enna (VI) nel 1919. Partigiano combattente della Divisione Garemi.

Elenco vittime partigiani 2

1. Casarotto Silvio “Silvio”, nato a Torrebelvicino (VI) l’1/11/1922. Reduce della campagna di Russia, dopo l’8 settembre 1943 partigiano combattente della Divisione Garemi. Comandante del distaccamento del Masetto e di Torrebelvicino.
2. Frizzo Benvenuto, nato ad Enna (VI) nel 1919. Partigiano combattente della Divisione Garemi.

Responsabili o presunti responsabili

Elenco reparti responsabili


Ost-Bataillon 263

Tipo di reparto: Wehrmacht

Memorie

Memorie legate a questa strage

  • lapide a Enna, Torrebelvicino

    Tipo di memoria: lapide

    Ubicazione: Enna, Torrebelvicino

    Descrizione: Lapide dedicata ai due partigiani apposta in contrà Benere di Enna dove trovò la morte Benvenuto Frizzo.

Bibliografia


Domenico Baron, Giovanni Cavion, Valerio Caroti, Remo Grendene, Emilio Trivellato, (a cura di), Quaderni della Resistenza Schio, n. 10, Grafiche Marcolin, Schio, 1980; pp. 537-538.

Domenico Baron, Giovanni Cavion, Valerio Caroti, Remo Grendene, Emilio Trivellato, (a cura di), Quaderni della Resistenza Schio, n. 14, Grafiche Marcolin, Schio, 1981; p. 740.

Pio Rossi, Achtung Banditen, edizioni Menin, Schio, 2005; pp. 53-55.

Luca Valente, Una città occupata. Schio – Val Leogra settembre 1943 – aprile 1945, vol. III, edizioni Menin, Schio, 2000; pp. 118-119.

Sitografia


Fonti archivistiche

Fonti