VILLA BARTOLOMEA DEL 05.12.1944

(Verona - Veneto)

VILLA BARTOLOMEA DEL 05.12.1944

VILLA BARTOLOMEA DEL 05.12.1944
Descrizione

Località Villa Bartolomea, Villa Bartolomea, Verona, Veneto

Data 5 dicembre 1944

Matrice strage Nazifascista

Numero vittime 3

Numero vittime uomini 3

Numero vittime uomini adulti 3

Descrizione: Questo episodio è evidentemente collegato a quello descritto nella scheda «Villa Bartolomea-Franzine Nuove 20 novembre 1944. Nel corso di un grande rastrellamento (il secondo in quella zona), nell’evidente tentativo di scoraggiare un’attività partigiana che stava trovando troppi sostegni soprattutto nella zona delle Valli, furono arrestate circa 150 persone poi rinchiuse all’interno del teatro sociale di Villa Bartolomea. Alcune di queste furono rimesse quasi subito in libertà, altre vennero trasferite nei locali della Brigata Nera ad Angiari e ulteriormente interrogate, alcune di queste finirono in campo di concentramento (non vi è però nessuna certezza sui numeri). Infine, allo scopo di dare al paese una dimostrazione esemplare, il 1° dicembre 1944 furono fucilati vicino al teatro sociale tre giovani: Gino Cavazzana (partigiano arrestato con l’accusa di avere ucciso un fascista del luogo, Bruno Donella), Dario Roncati e Silvio Brombin (arrestati in seguito allo scontro a fuoco del 25 novembre, vedi scheda citata). I tre nomi, a quanto si apprende dalla sentenza della CAS contro la Brigata Nera del Basso Veronese, furono scelti direttamente dal comandante della Brigata stessa Valerio Valery. I componenti del plotone d’esecuzione furono Guido Vedovello, Lidio Ferro, Amedeo Ghetti e Dario Zavarise, uomini al servizio di Valeri. Non è ben chiaro se del plotone fecero parte anche elementi dell’esercito germanico. I corpi dei tre fucilati rimasero poi all’addiaccio per tre giorni e tre notti. Dopo l’uccisione i corpi furono presi «a pedate» dai brigatisti neri. Soltanto il 5 dicembre furono permessi i funerali nella chiesa parrocchiale.

Modalità di uccisione: fucilazione

Violenze connesse: deportazione della popolazione

Trattamento dei cadaveri: Esposizione dei cadaveri

Tipo di massacro: rappresaglia

Estremi e note penali: Secondo una ricostruzione degli eventi al rastrellamento parteciparono 3.000 uomini in massima parte soldati germanici. Parteciparono anche le Brigate Nere di Verona, di Rovigo e di Ravenna (oltre ovviamente alla sezione locale). A quanto pare il comandante tedesco era intenzionato ad uccidere tutti i 150 rastrellati ma ad una tale ipotesi si oppose il brigatista Valery il quale comunque fu colui che scelse i nomi dei tre da fucilare e poi tra i protagonisti degli ulteriori interrogatori di Angiari e il responsabile delle deportazioni.
La cosiddetta “banda Valery” venne processata dalla Cas di Verona nel maggio 1945. Valery, Luigi Fraccarolo, Gaetano Vicentini e Dario Zavarise vennero condannati a morte per questo e per altri reati. La condanna venne poi eseguita nel novembre del 1945.

Annotazioni: Il grave episodio di Villa Bartolomea del 5 dicembre 1944 si ricollega direttamente ai fatti accaduti alla fine di novembre (descritti nella scheda dedicata allo scontro avvenuto presso la località Franzine Nuove).

Scheda compilata da FEDERICO MELOTTO
Scarica la scheda in formato .pdf
Le schede monografiche in formato .pdf sono coperte da diritto d'autore.
Ogni uso improprio o non consentito è punibile ai sensi di legge

Ultimo aggiornamento dei dati: 2015-12-19 13:54:14

Vittime

Elenco vittime

Brombin Silvio nato nel 1921
Cavazzana Gino nato nel 1909 a Carpi di Villa Bartolomea (Vr)
Roncati Dario nato nel 1925 a San Pietro Polesine, frazione di Castelnuovo Bariano (Ro)

Elenco vittime partigiani 3

Brombin Silvio
Cavazzana Gino
Roncati Dario

Responsabili o presunti responsabili

Elenco reparti responsabili


Elenco persone responsabili o presunte responsabili


  • Dario Zavarise

    Nome Dario

    Cognome Zavarise

    Ruolo nella strage Autore

    Stato imputato in procedimento

    Note procedimento La cosiddetta “banda Valery” venne processata dalla Cas di Verona nel maggio 1945. Valery, Luigi Fraccarolo, Gaetano Vicentini e Dario Zavarise vennero condannati a morte per questo e per altri reati. La condanna venne poi eseguita nel novembre del 1945.

    Tipo di reparto fascista Brigata Nera

    Nome del reparto 21. Brigata Nera “Stefano Rizzardi” di Verona

  • Gaetano Vicentini

    Nome Gaetano

    Cognome Vicentini

    Ruolo nella strage Autore

    Stato imputato in procedimento

    Note procedimento La cosiddetta “banda Valery” venne processata dalla Cas di Verona nel maggio 1945. Valery, Luigi Fraccarolo, Gaetano Vicentini e Dario Zavarise vennero condannati a morte per questo e per altri reati. La condanna venne poi eseguita nel novembre del 1945.

    Tipo di reparto fascista Brigata Nera

    Nome del reparto 21. Brigata Nera “Stefano Rizzardi” di Verona

  • Luigi Fraccarolo

    Nome Luigi

    Cognome Fraccarolo

    Ruolo nella strage Autore

    Stato imputato in procedimento

    Note procedimento La cosiddetta “banda Valery” venne processata dalla Cas di Verona nel maggio 1945. Valery, Luigi Fraccarolo, Gaetano Vicentini e Dario Zavarise vennero condannati a morte per questo e per altri reati. La condanna venne poi eseguita nel novembre del 1945.

    Tipo di reparto fascista Brigata Nera

    Nome del reparto 21. Brigata Nera “Stefano Rizzardi” di Verona

Memorie

Memorie legate a questa strage

  • monumento a Villa bartolomea

    Tipo di memoria: monumento

    Ubicazione: Villa bartolomea

    Anno di realizzazione: 1965

    Descrizione: Il 25 aprile 1965 l’amministrazione comunale di Villa Bartolomea fece erigere sul luogo della fucilazione una stele-monumento dedicata alla «Resistenza e al Deportato». L’opera in bronzo è dello scultore Augusto Murer.

  • commemorazione a

    Tipo di memoria: commemorazione

    Descrizione: Il 1° dicembre 2014 sono stati ricordati i 70 anni dall’episodio.

Bibliografia


Carletto Boscagin, Legnago nella storia, Girardi Mario, Legnago 1975
Cronache legnaghesi 1915-1959 a cura di A. Ferrarese, S. Vicentini, Fondazione Fioroni, Legnago 2011
Esse Pi, Gli ultimi momenti di Valeri, Verona 1946
E. Nunzi, Difesa postuma di Valerio Valeri e della sua brigata, Verona 1949.
Adelino Perini, Villa Bartolomea. Ambiente-Territorio-Vicende storiche, Pro Loco di Villa Bartolomea, 1994

Sitografia


Fonti archivistiche

Fonti

Asvr, Fondo Prefettura, Ufficio di Gabinetto, b. 1940, Elenco dei caduti già riconosciuti
IVrR, Sentenze della CAS di Verona, fasc. 1-10/1945, n. 249 reg. Sentenze, 28 giugno 1945.