Carré 07-04-1945

(Vicenza - Veneto)

Carré 07-04-1945

Carré 07-04-1945
Descrizione

Località Carré, Carrè, Vicenza, Veneto

Data 7 aprile 1945

Matrice strage Fascista

Numero vittime 5

Numero vittime uomini 5

Numero vittime uomini adulti 5

Descrizione: Ai primi di aprile del 1945 vennero catturati a Carré cinque partigiani appartenenti alla brigata garibaldina “Mameli”. Il 7 aprile 1945 il sergente maggiore Carlo Tommasi, del battaglione “Fulmine” della X Mas, venne ucciso con colpi di arma da fuoco, probabilmente dal partigiano Silvio Bonollo “Bassano”, mentre con la bicicletta percorreva la strada che da Carré conduce a Thiene. La sera stessa a Carré venne costituito all’interno dell’osteria di Federico Maculan, un tribunale straordinario di guerra composto dal tenente di vascello Orrù Salvatore (presidente), dal sottotenente di vascello Parrello Giuseppe (pubblico ministero), dal sottotenente di vascello Ottaviani Amilcare, dai guardiamarina Minervini Antonio, Mari Vittorio, Gherardi Cirillo e Ratta Pietro. Il tribunale, dopo un processo sommario, condannò a morte tramite fucilazione alla schiena i cinque partigiani precedentemente catturati, con l’accusa di sospetta appartenenza alle formazioni partigiane. L’esecuzione ebbe luogo la mattina dell’8 aprile 1945 presso il cimitero di Carré.

Modalità di uccisione: fucilazione

Tipo di massacro: rappresaglia

Estremi e note penali: Il 22/09/1945 i componenti il tribunale straordinario di guerra costituito a Carré il 7/04/1945 vennero processati dalla Corte di Assise straordinaria di Vicenza con l'accusa e di aver pronunziato, quale auto-proclamato Tribunale Straordinario di Guerra,sentenza di condanna a morte nei confronti di 5 patrioti ed averla successivamente eseguita. “Essi –come recita il dispositivo della sentenza – deliberarono la strage di cinque innocenti con fredda e spietata ferocia; e la convocazione del cosiddetto Tribunale Straordinario di Guerra volle essere soltanto una mera forma per dare parvenza di legalità all'atroce misfatto.”.
Vennero condannati in primo grado a 30 anni di reclusione (con il riconoscimento delle attenuanti)
Antonio Minervini, Amilcare Ottaviani, Vittorio Mari, Cirillo Gherardi. Vennero condannati a morte Giuseppe Orrù e Giuseppe Parrello, mentre venne assolto Pietro Ratta.
Tutti i condannati presentarono ricorso, ma la Corte Suprema di Cassazione di Roma dichiarò inammissibile il ricorso e la sentenza passò in giudicato il 6/03/1946. La Corte Suprema di Cassazione di Roma annullò la sentenza per sopravvenuta amnistia.

Scheda compilata da Piero Casentini
Scarica la scheda in formato .pdf
Le schede monografiche in formato .pdf sono coperte da diritto d'autore.
Ogni uso improprio o non consentito è punibile ai sensi di legge

Ultimo aggiornamento dei dati: 2016-09-05 19:44:06

Vittime

Elenco vittime

1. Marini Teodoro, nato a Carré nel 1921. Riconosciuto come partigiano.
2. Polga Luciano, nato a Carré nel 1921. Riconosciuto come partigiano.
3. Lazzaroni Silvestro, nato a Piovene Rocchette nel 1926. Riconosciuto come partigiano.
4. Saugo Aldo, nato a Carré nel 1925. Riconosciuto come partigiano.
5. Saugo Mario, nato a Carré nel 1924. Riconosciuto come partigiano.

Elenco vittime partigiani 5

1. Marini Teodoro, nato a Carré nel 1921. Riconosciuto come partigiano.
2. Polga Luciano, nato a Carré nel 1921. Riconosciuto come partigiano.
3. Lazzaroni Silvestro, nato a Piovene Rocchette nel 1926. Riconosciuto come partigiano.
4. Saugo Aldo, nato a Carré nel 1925. Riconosciuto come partigiano.
5. Saugo Mario, nato a Carré nel 1924. Riconosciuto come partigiano.

Responsabili o presunti responsabili

Elenco reparti responsabili


Battaglione “Fulmine”/X Mas

Tipo di reparto: Esercito

Elenco persone responsabili o presunte responsabili


  • Amilcare Ottaviani

    Nome Amilcare

    Cognome Ottaviani

    Stato imputato in procedimento

    Tipo di reparto fascista Esercito

    Nome del reparto Battaglione “Fulmine”/X Mas

  • Antonio Minervini

    Nome Antonio

    Cognome Minervini

    Stato imputato in procedimento

    Tipo di reparto fascista Esercito

    Nome del reparto Battaglione “Fulmine”/X Mas

  • Cirillo Gherardi

    Nome Cirillo

    Cognome Gherardi

    Stato imputato in procedimento

    Tipo di reparto fascista Esercito

    Nome del reparto Battaglione “Fulmine”/X Mas

  • Giuseppe Parrello

    Nome Giuseppe

    Cognome Parrello

    Stato imputato in procedimento

    Tipo di reparto fascista Esercito

    Nome del reparto Battaglione “Fulmine”/X Mas

  • Pietro Ratta

    Nome Pietro

    Cognome Ratta

    Stato imputato in procedimento

    Tipo di reparto fascista Esercito

    Nome del reparto Battaglione “Fulmine”/X Mas

  • Salvatore Orrù

    Nome Salvatore

    Cognome Orrù

    Stato imputato in procedimento

    Tipo di reparto fascista Esercito

    Nome del reparto Battaglione “Fulmine”/X Mas

  • Vittorio Mari

    Nome Vittorio

    Cognome Mari

    Stato imputato in procedimento

    Tipo di reparto fascista Esercito

    Nome del reparto Battaglione “Fulmine”/X Mas

Memorie

Memorie legate a questa strage

  • monumento a

    Tipo di memoria: monumento

    Descrizione: Un monumento presso il cimitero di Carré elenca i fucilati l’8 aprile 1945 nella sezione “Caduti per la Liberazione”.

Bibliografia


Sonia Residori, Il coraggio dell’altruismo. Spettatori e atrocità collettive nel Vicenza 1943-’45, Editrice Centro Studi Berici, Vicenza, 2004; p. 18.

Gianluigi Dossi, Rastrellamenti e rappresaglie nel Vicentino (1943-1945), in corso di stampa.

Sitografia


http://www.lucavalente.it/modules.php?name=News&file=article&sid=179

Fonti archivistiche

Fonti