Casale di Scodosia, 25.9.1944

(Padova - Veneto)

Casale di Scodosia, 25.9.1944

Casale di Scodosia, 25.9.1944
Descrizione

Località Casale di Scodosia, Casale di Scodosia, Padova, Veneto

Data 25 settembre 1944

Matrice strage Nazifascista

Numero vittime 2

Numero vittime uomini 2

Numero vittime uomini adulti 1

Numero vittime uomini senza informazioni 1

Descrizione: In seguito al ferimento di soldati tedeschi da parte di partigiani, il 25 settembre 1944 a Casale di Scodosia (Padova) le Brigate nere fucilano davanti alla chiesa Ottavio Cuccato, precedentemente arrestato e torturato perché trovato armato. Il cadavere viene poi appeso e lasciato esposto fino al giorno dopo. Sempre il 25 settembre a Casale muore Amato Carino, forse anche lui perché trovato armato.

Modalità di uccisione: fucilazione

Trattamento dei cadaveri: Esposizione dei cadaveri

Tipo di massacro: rappresaglia

Estremi e note penali: Chiarello è accusato di aver partecipato alla cattura di Cuccato, ma la CAS di Padova lo assolve il 20/3/1947.

Annotazioni: Le due morti, pur avvenute lo stesso giorno nello stesso paese, non sembrano collegate. Le fonti che citano la fucilazione di Cuccato non citano Carino, e viceversa. Non è chiaro se i due siano stati fucilati insieme, seppur per motivi diversi, oppure in momenti differenti della stessa giornata.

Scheda compilata da Adriano Mansi
Scarica la scheda in formato .pdf
Le schede monografiche in formato .pdf sono coperte da diritto d'autore.
Ogni uso improprio o non consentito è punibile ai sensi di legge

Ultimo aggiornamento dei dati: 2016-03-31 20:48:07

Vittime

Elenco vittime

1. Cuccato Ottavio, nato a Granze di Vescovana (Padova) il 29/4/1912;
2. Carino Amato.

Elenco vittime indefinite 2

1. Cuccato Ottavio, nato a Granze di Vescovana (Padova) il 29/4/1912;
2. Carino Amato.

Responsabili o presunti responsabili

Elenco reparti responsabili


Reparto Non precisato

Tipo di reparto: Non identificati

Brigata nera reparto imprecisato

Tipo di reparto: Brigata Nera

Elenco persone responsabili o presunte responsabili


  • Giuseppe Chiarello

    Nome Giuseppe

    Cognome Chiarello

    Ruolo nella strage Collaboratore

    Stato imputato in procedimento

    Note responsabile Nato a Piacenza d’Adige (Padova) il 17/2/1896.

    Note procedimento Chiarello è accusato di aver partecipato alla cattura di Cuccato, ma la CAS di Padova lo assolve il 20/3/1947.

Memorie

Memorie legate a questa strage

  • lapide a via Chiesa Vecchia, 24 a Casale di Scodosia (Padova)

    Tipo di memoria: lapide

    Ubicazione: via Chiesa Vecchia, 24 a Casale di Scodosia (Padova)

Bibliografia


Argentino Albori (a cura di), Riservato al duce: notiziari della Guardia Nazionale Repubblicana. Padova e provincia, Promodis Italia, Brescia, 1996, p. 72;

Herward Beschorner, Disertare Lembcke, a cura di Gino Ditadi, Isonomia, Este, 1992, p. 174;

Pierantonio Gios, Guerra e Resistenza: le relazioni dei parroci della Provincia di Padova, Pliniana, Selci-Lama (PG), 2007, p. 175;

Francesco Selmin, La Resistenza tra Adige e Colli Euganei, Cierre, Sommacampagna, 2005, p. 40.

Sitografia


Database Gentile;
http://www.centrostudifeltrin.it/ElencoCaduti.aspx.

Fonti archivistiche

Fonti

ASPD, b. 870, Corte d’Assise Straordinaria, f. 463, Provvedimento a carico di Chiarello Giuseppe;

AUSSME, N 1/11, b.2131.