MONTAGNA SANSEPOLCRO 17.08.1944

(Arezzo - Toscana)

MONTAGNA SANSEPOLCRO 17.08.1944

MONTAGNA SANSEPOLCRO 17.08.1944
Descrizione

Località Montagna, Sansepolcro, Arezzo, Toscana

Data 17 agosto 1944

Matrice strage Nazista

Numero vittime 1

Numero vittime uomini 1

Numero vittime uomini adulti 1

Descrizione: Gherardo Buitoni venne ucciso dai tedeschi in località Montagna il 17 agosto. Probabilmente come altri rientra tra le vittime che tentavano di penetrare la terra di nessuno per recuperare oggetti o cibo nelle proprie abitazioni oppure nell’intento di oltrepassare il fronte verso sud.

Modalità di uccisione: uccisione con armi da fuoco

Tipo di massacro: ripulitura e desertificazione

Scheda compilata da Alvaro Tacchini, Marco Conti
Scarica la scheda in formato .pdf
Le schede monografiche in formato .pdf sono coperte da diritto d'autore.
Ogni uso improprio o non consentito è punibile ai sensi di legge

Ultimo aggiornamento dei dati: 2016-02-14 14:49:07

Vittime

Elenco vittime

Buitoni Gherardo, di Igino, nato a Firenze il 10/03/1925, residente a Sansepolcro, operaio, celibe.

Elenco vittime civili 1

Buitoni Gherardo.

Responsabili o presunti responsabili

Elenco reparti responsabili


Memorie

Memorie legate a questa strage

  • museo a Sansepolcro

    Tipo di memoria: museo

    Ubicazione: Sansepolcro

    Descrizione: Museo e biblioteca della Resistenza di Sansepolcro.

Bibliografia


Gianluca Fulvetti, Uccidere i civili. Le stragi naziste in Toscana (1943-1945), Carocci, Roma, 2009, p. 151.
Alvaro Tacchini, Guerra e Resistenza nell’Alta Valle del Tevere 1943-44, Petruzzi, Città di Castello, 2015.
Giovanni Ugolini, È passata la rovina a Sansepolcro. Cronaca cittadina dall’8 settembre 1943 al 3 settembre 1944, Boncompagni, Sansepolcro, 1945.

Sitografia


DHI Roma, La presenza militare tedesca in Italia 1943-1945.

Fonti archivistiche

Fonti

Museo e biblioteca della Resistenza di Sansepolcro, Elenco descrittivo dei morti e dispersi del Comune di Sansepolcro in vari luoghi e per varie cause ricostruito dai documenti d\'archivio della sezione ANPI e del comune di Sansepolcro.